Federico Pireddu (foto Alessandro Sanna)

Federico Pireddu (foto Alessandro Sanna)

Domenica scorsa il Sassari calcio Latte Dolce ha salutato la Coppa Italia eliminato, al termine dei novanta minuti e proprio al novantesimo, dagli ogliastrini del Lanusei bravi a capitalizzare al massimo un rimpallo favorevole in chiusura di una gara avviata sullo 0-0 al termine dei tempi regolamentari.  Perdere dispiace sempre e non piace a nessuno, ciò detto la sfida al Lanusei ha offerto spunti e indicazioni allo staff tecnico utili a proseguire un percorso iniziato in fase di preparazione, sviluppatosi lungo i due turni di Coppa Italia e pronto  sfociare nella terza stagione consecutiva vissuta alla ribalta della serie D. Oggi intanto la squadra torna  lavorare sul campo, nel martedì di ripresa di una nuova settimana di lavoro e applicazione.



Federico Pireddu, millennial sassarese tornato in biancoceleste dopo l’esperienza maturata in Eccelenza con la maglia dell’Atletico Uri, il compito di fare il punto della situazione in casa Sassari calcio Latte Dolce post eliminazione in coppa e in vista dello start del nuovo campionato di Interregionale: «Sapevamo che domenica sarebbe stata una partita tosta, da giocare contro un buon avversario. È  stata una battaglia per tutti i novanta e passa minuti, nel corso della quale abbiamo dato il massimo pur non riuscendo, per un soffio, a segnare. In chiusura poi uno sfortunato episodio ci ha portato alla sconfitta nonostante una buona prestazione offerta dalla squadra. Abbiamo interpretato la partita nel modo giusto, come avevamo preparato durante tutta la settimana, ovvero con decisione e aggressività su tutti i palloni, senza paura. Ci è mancata un po’ di cattiveria sotto porta e in fase di ultimo passaggio utile a finalizzare le azioni impostate. Nonostante questi due aspetti però, la nostra gara è stata di buon livello. Il Lanusei, come detto, è una buona squadra, un avversario tosto partito molto aggressivo in fase offensiva e determinato a non lasciare spazi e far partire l’azione dal basso, per questo abbiamo sofferto un po’. Subire una sconfitta così, giocando una buona gara e prendendo un gol fortuito al 90’ dispiace, non è facile da digerire. Ma come dice il mister siamo consapevoli della buona prestazione offerta, per questo non dobbiamo pensare troppo al risultato negativo. Ci servirà sicuramente per migliorare, d’altronde non sempre si può vincere  anche se nello sport, nel calcio, tutti scendiamo in campo per vincere. Ora si riparte sicuramente con sana cattiveria e voglia di migliorarci, dando sempre il 100% durante gli allenamenti settimanali come del resto stiamo facendo già dal 23 luglio. Con la testa siamo già proiettati al campionato, di certo non ci faremo trovare impreparati. Il gruppo? Spettacolare. Sin da subito c’è stata intesa tra di noi e ora che siamo da oltre un mese insieme il legame è ancor più forte, come del resto deve essere in una squadra che vuole far bene e lavorare nel modo giusto. Senza un gruppo forte e consolidato, tutto è più complicato».

Altre notizie relative

Latte Dolce, delusione contro la Vis Artena Il racconto e il tabellino di Latte Dolce-Vis Artena 1-1
Serie D: segui la diretta del 17° turno Aggiornamenti dai campi della Serie D impegnata nell'infrasettimanale
Latte Dolce, preso Lai per la porta Nuovo rinforzo per la società sassarese

...e tu cosa ne pensi?

300