Fabio Aru

Fabio Aru

Perde ancora terreno Fabio Aru al termine della tredicesima tappa della Vuelta a España con l’arrivo ai 2000 metri de La Camperona. Il villacidrese ha perso contatto dal plotoncino degli uomini di classifica a circa 2 km dalla vetta accusando 54″ dal migliore dei big, Nairo Quintana. La vittoria di tappa è andata all’outsider spagnolo Oscar Rodriguez, con Jesus Herrada che ha conservato la maglia di leader nonostante abbia accusato oltre 1’30” al traguardo.



LA CRONACA:  Azione iniziale composta da 32 corridori che hanno preso un vantaggio massimo di 9′: soltanto alcuni  degli attaccanti sono stati raggiunti dal gruppo con il sorprendente Oscar Rodriguez (Euskadi-Murias) a resistere al rientro e ad aggiudicarsi la prestigiosa frazione: alle sue spalle si sono piazzati Majka e Teuns.

Nel plotone principale l’Astana e la Mitchelton alzano i ritmi sin dalle prime rampe del l’ascesa finale, il villacidrese tenta di resistere ma ha ceduto a circa 2 km dal traguardo in uno dei tratti più duri della Camperona. Il più forte degli uomini di classifica è stato Quintana che ha dato qualche secondo a Yates: più staccati Valverde, Pinot, Lopez (penalizzato da un salto di catena) e tutti gli altri. Il sardo non ha ceduto completamente dopo aver perso contatto e ha limitato i danni, chiudendo a 54″ dallo scalatore colombiano della Movistar giungendo al traguardo in 37ª posizione. Ora la classifica generale vede sempre in testa Jesus Herrada con 1’42” su Simon Yates e 1’50” su Quintana: Il Cavaliere dei Quattro Mori scende al 17° posto a 4’19” dallo spagnolo della Cofidis. Sabato 8 settembre si sale ancora con la Cistierna-Las Praeres con tre GPM (due di prima e uno di terza categoria) che precedono l’ascesa finale di 3,8 km (13% di pendenza media).



Altre notizie relative

Parte il 2019 di Fabio Aru Il sardo in Spagna per il primo training camp stagionale
📷 Juve-Inter, anche Aru allo Stadium Il ciclista di Villacidro allo Stadium per il derby d'Italia (FOTO)
Fernandez (DS UAE): “Piena fiducia in Aru” Così uno dei direttori sportivi della UAE sul sardo

...e tu cosa ne pensi?

300