Stefano Sardara (foto: Giuliano Gatti)

Stefano Sardara (foto: Giuliano Gatti)

La Cagliari Dinamo Academy, nella sua prima stagione di vita, è stato un flop. Poco da girarci intorno, visti i numeri a livello di pubblico e riscontri vari, e stavolta lo esplicita anche il presidente della Dinamo Sassari, Stefano Sardara, deus ex machina dell’operazione nata un anno fa.

“Non perdiamo le speranze – afferma a La Nuova Sardegna -. Ma ci aspettavamo un po’ più di entusiasmo. Cagliari aspettava il grande basket da quarant’anni, noi crediamo in questo progetto, impegnando risorse e fatica. Dal punto di vista sportivo siamo in linea con le aspettative, dal punto di vista dell’entusiasmo e del sostegno dei tifosi no”.

Sardara definisce l’iniziativa “un modo per far crescere l’intero movimento sardo“, e continua: “Il progetto è valido, altre società cercano di imitarci, la Federazione ci ha fatto i complimenti indicandoci come esempio. Dal punto di vista economico e sportivo e del sostegno istituzionale siamo soddisfatti, manca l’entusiasmo dei tifosi. Il primo anno era comprensibile, il secondo un po’ meno”.



Le ragioni? “Non voglio pensare al campanilismo – spiega Sardara -, secondo me manca passione, come se quarant’anni avessero anestetizzato il pubblico del palazzetto. A Sassari il pubblico è il nostro uomo in più, a Cagliari è difficile fare grande basket con meno di mille persone sugli spalti”.

Il futuro è a tinte fosche?Non è in dubbio la prossima stagione, ma a maggio faremo un bilancio. Vogliamo arrivare più in alto possibile a Cagliari, ci sono però tanti apprezzamenti e qualcosa di più in altre realtà. La Academy vivrà sempre, a Cagliari o altrove“, dice senza mezzi termini Sardara.

Chiusura di intervista sulla Dinamo Sassari. “Ci vuole tempo, pazienza, fiducia, ma abbiamo preso giocatori e un allenatore importante. Favorita Milano, dietro noi cercheremo di farci trovare pronti assieme alle varie Avellino, Venezia, Roma, Trento, Bologna. Noi cerchiamo di difenderci anche con la fantasia, perché altri hanno budget molto più ricchi”.



Altre notizie relative

Dinamo, buona la prima | LE PAGELLE FIBA Europe Cup - Sassari vince gara 1 per 84-78 contro il Donar di Groningen
“Serviranno intelligenza ed energia” Così il coach Dinamo prima della gara di FIBA Europe Cup
Fallimento Ebeling, lascia le Dinamo Il giovane lungo risolve consensualmente il suo rapporto

...e tu cosa ne pensi?

300