Il concept proposto da Sportium per il nuovo stadio di Cagliari (vista esterna dall'alto)

Il concept proposto da Sportium per il nuovo stadio di Cagliari (vista esterna dall’alto)

Mentre si prepara ad assaggiare i “formaggini”, il Cagliari starà ancora pensando al nuovo stadio? Quella misteriosa creatura all’orizzonte, alla stregua di un miraggio, viene sempre più ombreggiata dall’attuale, vivida Sardegna Arena. Un tempo stadio provvisorio, nominalmente ancora “strada di mezzo” verso l’affascinante nuova epoca, ma sicuramente in crescita. Oltre che a livello strutturale, anche e soprattutto per quanto riguarda l’immagine e la reclamizzazione del prodotto.



E allora, quando ci saranno (se ci saranno) novità concrete sul nuovo stadio di Cagliari e del Cagliari? Sì perché di fatto il club rossoblù, tra una sortita episodica e l’altra, prende tempo su una questione dove ha sì mosso dei passi ma ancora manca quello più importante. E’ iniziato settembre, il mese dove “il Cagliari – parola di Giulini – chiederà al Comune la modifica alla dichiarazione di pubblico interesse espressa in precedenza”. E alla fine del quale Palazzo Bacaredda dovrebbe ricevere “un nuovo documento da Sportium (il soggetto incaricato da via Mameli con accordo privato, ndr) per fare delle verifiche, anche se non sarà il progetto definitivo”. Per quello, il Cagliari spera di avere novità ad inizio 2019, così da iniziare in primavera l’iter per la messa a bando di un’opera che, va ricordato, sarà (sarebbe?) pubblica e non privata.

Che la società rossoblù “spinga” non poco la Sardegna Arena è un dato di fatto. Un modo quantomeno strano di valorizzare un impianto che dovrebbe essere solo di passaggio. Se uno è pronto a spostarsi nella villa con piscina perché deve vantarsi dell’appartamento d’appoggio, seppur confortevole e apprezzato?

A partire dall’ultimo intervento (ulteriori settori “a curva” che chiuderanno lo stadio ai lati della tribuna centrale), è evidente la volontà da parte del club di perfezionare l’aspetto estetico e funzionale di uno stadio che dovrà vivere ancora non si sa quanto. Un tempo la dead line era il centenario, poi il 2021, più probabile il 2022. Numeri che attualmente ha poco senso lanciare, senza sapere quando partirà davvero l’iter conseguente alla presentazione del progetto definitivo per il nuovo stadio.

Di sicuro c’è che il Cagliari si coccola la Sardegna Arena. E, in attesa di un consolidamento di determinate cifre e risultati sportivi, il nuovo stadio può aspettare, con il (fu) provvisorio che gradualmente può essere ulteriormente migliorato. Anche perché si è constatato come al tifoso interessi (giustamente) soprattutto il campo, il comportamento egregio della squadra. Con un andazzo come quello degli ultimi tempi, ogni notizia su quel che avverrà a livello infrastrutturale lascerebbe abbastanza freddo il popolo.



Dal record inatteso di abbonamenti all’orgoglio per l’arrivo della Nazionale Under 21, la Sardegna Arena cresce sempre più e nessuno parla più di nuovo stadio. C’è la ristorazione, c’è il museo, la partita si vede ottimamente, ci sono quasi 11 mila fidelizzati su meno di 17 mila posti totali. L’idea, insomma, non è quella di uno stadio da smontare in un paio d’anni o poco più. Un lavoro certosino e rapidissimo, giustamente elogiato, una evoluzione costante che convince a considerare la Sardegna Arena una vera e propria casa. Il teatro dei sogni. Ora anche a dimensione europea, visto che l’approdo degli azzurrini è di fatto un ok ad un altro step continentale. Se non è un lasciapassare  (o licenza, come si usa dire) questo…

E intanto – notizia a latere ma non troppo – il colosso francese Decathlon, spifferato senza conferme ufficiali come prossimo fiore all’occhiello commerciale del nascituro nuovo stadio, sembra in procinto di aprire anche nel sud Sardegna. Non a Sant’Elia, ma a Sestu. Si saranno stancati di aspettare? Tra le altre cose, dopo anni di parole, idee, indicazioni e dichiarazioni pubbliche, sarà curioso scoprire anche come verrebbero occupati quei famosi “spazi commerciali dedicati allo sport” nel nuovo stadio di Cagliari…

Fabio Frongia

Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300