Filippo Romagna

Filippo Romagna

E’ un Filippo Romagna che si divide tra l’impegno di martedì alla Sardegna Arena tra Italia Under 21 e Albania e quello di domenica prossima, sullo stesso terreno, tra Cagliari e Milan. La pesante sconfitta degli azzurrini di Di Biagio contro la Slovacchia (0-3) ha lasciato il segno. Ma l’ex Novara, scuola Juventus, non demorde.



“Ci sono stati diversi errori, la prestazione e il risultato sono stati tutt’altro che belli, ma siamo pronti a ripartire. Vogliamo dare un segnale forte prima di tutto a noi stessi, si riparte dal cambio di atteggiamento, poi la prestazione e il risultato sono una conseguenza – spiega Romagna – Siamo convinti di poter fare molto meglio, di non essere quelli visti contro la Slovacchia, le critiche arrivate sono costruttive e siamo tutti motivati per arrivare a cambiare le cose il prima possibile”.

Romagna e Cerri potranno rimanere a casa dopo il match. Ci sarà da preparare la partita contro il Milan. “Credo che i tifosi ci daranno un bel sostegno – dice Romagna sulla gara con la maglia azzura – Con il Cagliari non siamo partiti bene, poi ci siamo rifatti alla grande contro Sassuol oe Atalanta, ora speriamo di confermarci. L’obiettivo è la salvezza, pensiamo al Milan che porrà davanti a noi difensori due attaccanti molto forti come Higuain e Cutrone”.



Altre notizie relative

Cagliari, stangata dal Giudice Sportivo! Le decisioni del Giudice Sportivo dopo Cagliari-Roma
1, 2, 3: là davanti si sbloccano tutti. Ma sul mercato… Il Cagliari trova finalmente i gol dalle sue punte
Cagliari-Roma, l’analisi tattica L'analisi tattica con immagini dopo Cagliari-Roma e verso la sfida al Napoli

...e tu cosa ne pensi?

300