Lorenzo Patta in azione (foto: Zuddas Agenzia Fotocronache)

Lorenzo Patta in azione (foto: Zuddas Agenzia Fotocronache)

L’8 settembre, durante lo svolgimento dei campionati sardi individuali allievi, è andata in scena una giornata memorabile per Lorenzo Patta. Lo sprinter oristanese ha infatti stupito il pubblico dello Stadio dei Pini “Tonino Siddi” di Sassari, conquistando tre record in una volta sola. Patta, infatti, chiudendo la prova dei 150 metri con il tempo di 15.72 (v +1,4), non solo ha cancellato il primato sardo Under 20 di 15.92 stabilito da Michele Zucca nel 1998 e quello Under 23 di 15.73 che apparteneva a Nicola Asuni e Giovanni Pau, ma soprattutto ha migliorato il primato italiano Under 20 di 15.83 realizzato da Alessandro Attene (Avis Macerata) nel 1996.

Andrea Muroni



Altre notizie relative

“L’atletica sarda ha bisogno del campo di Oristano” L'INTERVISTA | A tu per tu con Saverio Bisogni, presidente dell'Atletica Oristano
Finale amara per la 4×100 di Patta Gli azzurri non finiscono la gara
Patta conquista la finale con la 4×100 L'oristanese e i compagni in corsa per una medaglia a Tampere

...e tu cosa ne pensi?

300