Tore Pinna (foto: Alessandro Sanna)

Tore Pinna (foto: Alessandro Sanna)

Un campionato “lungo e difficile”. Così Tore Pinna, intervistato da La Nuova Sardegna, definisce il campionato di Serie D che comincerà nel weekend. La sua Torres esordirà al “Vanni Sanna” contro il Lanusei, che su quel campo ha già conquistato, un paio di settimane fa, la qualificazione al turno successivo di Coppa Italia di categoria (poi eliminato dal Racing Aprilia).



“Non sarà semplice con 14 trasferte nella penisola – dice Pinna -. Verranno fuori alla lunga le squadre con la rosa più ampia e forte, quindi penso che Latina, Aprilia e Avellino siano al top. Le sarde? Obiettivo salvezza per tutte. Il Latte Dolce probabilmente è la più attrezzata, penso farà un buon campionato. La Torres? Siamo una squadra del tutto nuova, dobbiamo salvarci e ci scopriremo piano piano. Speriamo di essere la sorpresa, sono ottimista perché il calcio regala possibilità a tutti. Sappiamo che dobbiamo mettere l’anima in campo e per quanto mi riguarda sono molto carico e pronto a dare una mano: sto bene fisicamente e aiuto i due portieri giovani che la società ha scelto”.

Sulle altre: “Il Budoni fatica ma si salva sempre – dice Pinna -, il Castiadas ha puntellato l’ossatura della scorsa stagione, mentre il Lanusei è una squadra tostissima”.



Altre notizie relative

▶ Bianchi: “Così cambia il calcio” VIDEO - Intervista al leader dei turritani, sul Latte Dolce e non solo
▶ Scanu: “Sono cresciuto e ambizioso” VIDEO - A tu per tu con il giovane centrocampista sassarese
Masala: “Bella gara e bel gol” Il centrocampista parla dopo la rete dell'1-1 di Budoni

...e tu cosa ne pensi?

300