Inter-Cagliari Primavera

Inter-Cagliari Primavera

L’amaro in coda. Un gol al 90′ sancisce la sconfitta nell’esordio rossoblù nel campionato di Primavera 1, dopo l’esperienza della stagione scorsa in Primavera 2 e la promozione ottenuta ai play-off. Opposta all’Inter campione in carica, la formazione di Max Canzi non sfigura e, anzi, ha il rammarico di aver fallito un calcio di rigore al 51′ con Lombardi.
Presenti in tribuna il presidente Giulini e il responsabile dell’area tecnica del settore giovanile Daniele Conti: “Puntiamo molto sull’inserimento dei giovani in prima squadra, consapevoli che si tratta di un età difficile e che serviranno più fattori, ma l’obiettivo è questo” le sue parole nel pre-partita.

La cronaca. Dopo il minuto di raccoglimento in ricordo di Popiela, ex calciatore del Cagliari Primavera tragicamente scomparso in settimana in un’incidente stradale, l’avvio di gara vede i padroni di casa in controllo, pur senza mai impensierire Daga.
A cavallo del decimo due sfuriate dei rossoblù creano non pochi brividi alla difesa interista: prima Lombardi buca la retroguardia da rimessa laterale e dal vertice dell’area piccola tenta un tiro-cross su cui nessuno interviene. Un giro di lancette e solo un miracolo di piede di Dekic nega il vantaggio rossoblù su incornata dello stesso Lombardi.
Ancora su gioco aereo buona occasione per i rossoblù, ma dal corner l’incornata di Contini viene rimpallata dai difensori. La replica dell’Inter è in un tiro da fuori area di Gavioli: palla che non impensierisce Daga.
Alla mezz’ora nuovo squillo di Lombardi, che dai 16 metri cerca il piatto destro di giustezza: Dekic para senza problemi.
I rossoblù insistono e collezionano calci d’angoli, senza trovare la stoccata vincente su Dekic ma mettendo in grossa difficoltà i neroazzurri. La reazione interista arriva al 40’ su calcio d’angolo: colpo di testa a botta sicura di Nolan e Daga si oppone d’istinto respingendo. La palla danza pericolosamente nell’area piccola ma sul tap-in di Mulattieri è ancora il portiere rossoblù ad avere la maglia e bloccare la sfera.

Secondo tempo. Si torna in campo con gli stessi effettivi e la musica non cambia: tre minuti di gioco e Aly si rende subito pericoloso con un tiro dal vertice dell’area che Dekic che controlla.
Al 51’ rigore per il Cagliari: Nolan atterra Doratiotto e l’arbitro assegna il tiro dagli 11 metri. Sul dischetto si presenta Lombardi che calcia piano alla destra di Dekic che blocca la conclusione e vanifica l’opportunità per i rossoblù.
L’occasione mancata stordisce i ragazzi di Canzi e risveglia i padroni che provano ad alzare il baricentro e al 68’ Mulattieri ha l’opportunità perfetta per sbloccare il risultato ma il suo tiro bacia il palo con Daga battuto.
Col passare dei minuti e l’aumentare della stanchezza il ritmo si abbassa, con alcune fiammate da entrambi i lati, con la girandola di cambi chiamata dai due allenatori che provano a pescare il jolly risolutivo: al 86′ sinistro da fuori area di Pompetti che accarezza il palo con Daga immobile.
Sembra il preludio al pareggio finale, invece proprio allo scoccare del 90′ un cross dalla destra trova rapidissimo Mulattieri in anticipo su Peressuti e il suo tocco batte imparabilmente Daga per l’1-0 neroazzurro. Inutile l’assalto finale alla porta di Dekic, l’Inter prende i 3 punti, il Cagliari i complimenti e tanti rimpianti.
C. In.

Inter-Cagliari 1-0

INTER (4-3-1-2): Dekic; Grassini (66’ Persyn), Corrado, Nolan, Pompetti; Van Den Eyden, Burgio (55’ Colidio), Gavioli (77′ Ballabio); Adorante (55’ Demirovic), Mulattieri, Salcedo (77′ D’Amico). A disp.: Tintori, Pirola, Colombini, Rizzo Pinna, Schirò, Pozzer, Vergani.
All. Madonna.

CAGLIARI (4-3-1-2): Daga; Kouadio, Cadili, Peressuti, Aly (78′ Ingrosso); Ladinetti (73’ Camarà), Marongiu, Lombardi; Lella (73’ Dore); Doratiotto (78′ Cisse), Contini (63’ Gagliano). A disp.: Cabras, Pici, Porru, Boccia, Carboni, Fini, Marigosu.
All. Canzi.

ARBITRO: signor Annaloro di Collegno.

MARCATORE: Mulattieri 90′

Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300