Rolando Maran

“Joao Pedro è carico, talmente tanto che andrebbe quasi frenato. Si è sempre allenato con impegno, gli manca solo il minutaggio in partita. Finalmente lo ritroviamo, per noi è un recupero importante Ha delle caratteristiche uniche per fare il trequartista, ma è prematuro per dire se giocherà dall’inizio. Abbiamo ancora due allenamenti, uno ora più la rifinitura di domani”. È ermetico Rolando Maran nel presentare la gara di domani tra il suo Cagliari e il Milan, posticipo serale delle 20.30 alla Sardegna Arena.



“Al rientro dalla sosta ci sono sempre incognite- prosegue il mister trentino-, in questo caso i nazionali sono tornati integri e chi si è allenato qui ha lavorato bene. Bradaric? È l’unico che non ha giocato neanche un minuto con la Croazia, dovrebbe essere in forma (ride, ndr)”, ha detto il tecnico rossoblù, prima di rispondere all’annosa questione “attacco”: “Non parlerei di crisi degli attaccanti, anzi abbiamo giocatori che stanno costruendo tanto per arrivare al gol. Vedo molta partecipazione alla manovra, questo mi soddisfa molto”. Sul Milan: “È una squadra forte, con un terminale offensivo (Higuain, ndr) tra i più pericolosi al mondo. Lavora tanto sugli esterni, è uno dei club che sta giocando meglio in questo momento”. Chiusura sul modulo e sulla capacità dei suoi di cambiare in corsa: “A prescindere dall’avversario, è importante che giornata dopo giornata non ci snaturiamo e continuiamo a lavorare sulla costruzione di una vera identità. Dovremo evitare di giocare passivamente e far venir fuori la qualità del Milan nel palleggio”.

dall’inviato Francesco Aersu

Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300