Mauro Giorico, mister dell’Arzachena

Finalmente si inizia. L’Arzachena è pronta per affrontare la sua seconda stagione in Serie C agli ordini di Mauro Giorico. Di fronte la Carrarese di Silvio Baldini, squadra dall’attacco stellare con gli ex Empoli Coralli, Tavano e Maccarone: “Penso che dobbiamo valutare bene i nostri avversari – esordisce il mister degli smeraldini in conferenza stampa -. Il calendario ci propone tre sfide difficili all’inizio. La Carrarese punta a vincere il campionato, ha giocatori importanti e non possono nascondersi. Subito dopo incontriamo due retrocesse dalla B (Entella e Novara ndr) che vorranno subito riconquistare la categoria. Però voglio pensare di gara in gara”. 



“Dovremo giocare con le nostre armi migliori, ovvero l’intensità e giocare pallone su pallone – prosegue il tecnico catalano -. Dal punto di vista tecnico sono sopra di noi, ma le partite vanno giocate per 95′. Non ci dobbiamo assolutamente spaventare, anzi, affrontare avversari di questo tipo ci deve caricare. Vogliamo fare bene nel nostro stadio. La Carrarese non ha cambiato tantissimo nella sua fisionomia, dovremo preoccuparci ma anche loro devono farlo. Noi daremo tutto poi vediamo chi prevarrà alla fine della gara”. 

Sulle condizioni della squadra: “Questa attesa di tre settimane ci ha penalizzati, dopo poco tempo dall’inizio della preparazione ci sono state le gare di Coppa per poi di nuovo rifermarci in attesa del campionato. Organizzare amichevoli con squadre di una certa levatura è stata la difficoltà maggiore. Tranne quella col Budoni, le altre sono state dei test con formazione di categoria molto inferiore quindi sono degli esami poco significativi dal punto di vista dell’intensità”. 

La gara con la Carrarese segna il ritorno al Biagio Pirina dopo l’esilio a Olbia dello scorso campionato: “Finalmente si ritorna nel nostro stadio. È sempre stato il nostro fortino in Serie D e spero possa diventarlo anche in questo campionato: spesso ci è mancato, lo scorso anno al Nespoli, un certo afflusso e sostegno dai nostri tifosi. Non mi aspetto il pienone ma auspico che i nostri sostenitori rispondano in tanti. Penso che questo sia un campionato difficile, forse di più rispetto a quello dello scorso anno. In tante si sono rinforzate e speriamo di partire bene. Dovremo essere determinati e lottare con tutti gli avversari per portare a casa i punti. Noi ce la metteremo tutta, la determinazione sarà una chiave importante. L’Olbia? Si è rinforzata dopo la Coppa Italia, ma la sua rosa era già competitiva”. 

Per la gara contro i toscani, Giorico dovrà rinunciare agli squalificati Moi e Belardelli, oltre all’infortunato Nuvoli, fuori per un problema muscolare: “Non vi dico i titolari, ma posso solo dire che abbiamo preparato delle alternative e speriamo siano efficaci contro la Carrarese. Mi aspetto e spero di recuperare Nuvoli per le prossime”



Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300