Gianfranco Moro

Il San Teodoro rincorre. Ma lancia un messaggio alle dirette concorrenti: sarà un osso duro. Un calciomercato anomalo, partito in ritardo, ma che non ha impedito al neo-direttore sportivo, Gianfranco Moro, di rinforzare la rosa a disposizione del tecnico, Giovanni Pittalis. Sbarcano a San Teodoro, infatti, i centrocampisti Enrico Verachi e Marco Aiana, reduci dall’esperienza in Serie C con la maglia dell’Arzachena. Con loro, arrivano anche Mauro Infante e Daniele Pilosu, attaccanti con un passato targato rispettivamente Nuorese e Samassi, l’ex centrocampista del Taloro Gavoi Federico Biscu, ed infine il portiere classe 2000 Manuel Margherito.

“Preferiamo non parlare di obiettivi, lasciamo fare agli altri – ha dichiarato il direttore sportivo teodorino, Gianfranco Moro -. Abbiamo iniziato in ritardo, cercando di sistemare prima la società. Adesso ci siamo riusciti e abbiamo provveduto a completare la squadra. Vogliamo salvarci il prima possibile. Chiaramente abbiamo dei giocatori importanti, alcuni dei quali con esperienze di primo piano anche in categorie superiori, ma preferisco mantenere un profilo basso. Mi piace sottolineare, inoltre, come il DNA della rosa sia sardo”.

Altre notizie relative

Eccellenza, che bagarre dietro Muravera e Nuorese! I risultati e la classifica dopo il sesto turno dell'Eccellenza sarda
Eccellenza, cade il Guspini! Muravera in vetta Risultati e classifica dopo il quinto turno dell'eccellenza sarda
Il San Teodoro riparte da Gianfranco Moro Avrà il compito di costruire una rosa in grado di puntare ai piani alti del massimo campionato regionale

...e tu cosa ne pensi?

300