La Torres stecca la prima (foto: Alessandro Sanna)

Non un bel modo di partire al ritorno in Serie D. Banale dirlo, ma è chiaro che dopo un mese estremamente complicato l’ultima cosa utile alla Torres era una sconfitta. Tutto sommato meritata, non senza rimpianti, buona soltanto per riflettere su quanto ancora molto ci sia da fare a livello tecnico e tattico.



Tortora ha schierato i suoi con un 4-3-3 audace, con Piga nell’insolito ruolo di ala strategica e il duo Bianco-Bilea a fare da giovani corazzieri del sempre sapiente Scioni. Il resto è stato affidato all’esperienza di Minutolo e Peana, alla voglia di Leto (buona la catena mancina con Piga) e all’acerba robustezza di Briukhov. Poco brio da Sarritzu, ancora in cerca d’autore in Serie D, tanta lotta da Camilli.

Aveva fatto ben sperare la Torres del primo quarto di partita, aggressiva e propositiva, pimpante e pronta ad accompagnare la manovra con molti effettivi. Il gol dello svantaggio poteva arrivare presto, se l’avanti lanuseino non avesse sciupato clamorosamente, ma è anche vero che i sassaresi per due volte hanno avuto l’opportunità di sfondare e mettere il match su altri binari.

A preoccupare dev’essere la sparizione dopo l’intervallo. Di fatto la Torres è rimasta negli spogliatoi, mentre il Lanusei cresceva di tono con il suo 4-2-3-1 compatto e organizzato, metteva in apprensione la retroguardia rossoblù non solo con Bernardotto, capitalizzava al massimo il suo gol. Il gruppo di Tortora si risvegliava grazie all’ultimo tesserato, Ayo, bravo a dare verticalità e spunto ad una squadra altrimenti fiacca. Piga, mai domo, faceva il suo anche in mediana, Padovani supportava di più Camilli, Ayo-Sarritzu erano le frecce. Da qui si può ripartire, lavorando parecchio e considerando di avere una rosa non eccelsa, corta e con poca leadership, oltre a mancare – fino a nuovo ordine e segnale – quelle stelle in grado di inventare in modo estemporaneo trascinando la truppa.

Giampietro Murrighile



Altre notizie relative

Serie D, tutte le sarde al sabato Sfide importanti per Torres, Budoni, Castiadas, Lanusei e Latte Dolce
Peana: “Non possiamo più sbagliare” Il difensore della Torres parla in vista della gara con la Lupa Roma
Udassi: “Ad Avellino fatta una grande gara” Il tecnico del Latte Dolce si esalta per la bella prova in Irpinia

...e tu cosa ne pensi?

300