.

È un bilancio più che positivo e confortante quello del primo mesetto di preparazione della Dinamo Sassari 2018/2019. Al di là delle due sole sconfitte (Scandone Avellino a Padru e Anadolu Efes a Olbia al torneo Dimo Euronics) i progressi della squadra di Vincenzo Esposito sono evidenti e lasciano ben sperare per i primi impegni ufficiali della stagione, a cominciare dal turno di Champions League col Benfica del 3 ottobre.



Saltano subito all’occhio le prestazioni di Jack Cooley: sbarcato nell’Isola tra qualche perplessità, il centrone americano si sta dimostrando un’arma molto importante sotto le plance. Lungo vecchio stampo, l’ex Ludwigsburg e Malaga ha sbaragliato gli avversari in questo precampionato, perdendo nel confronto solo con un sontuoso Samardo Samuels nella gara contro Limoges, comunque vinta dai suoi. Rispetto al Planinic visto lo scorso anno con i colori biancoblu, Cooley rappresenta senz’altro un upgrade non indifferente.

Convince anche la partenza di Scott Bamforth, nonostante l’esterno abbia saltato qualche partita per la chiamata in Nazionale col Kosovo. Il numero 4 sassarese ha già messo in mostra quei colpi che gli hanno fatto guadagnare il rinnovo del contratto ottenuto lo scorso gennaio. In attesa di Jamie Smith, che proprio come Bamforth nella preseason dell’anno passato é ai box per un piccolo infortunio, nel reparto dei piccoli arrivano buone indicazioni anche da un maturato Marco Spissu e dal neo-arrivato Terren Petteway, schierato alla bisogna tra gli esterni. L’ex Pistoia é sembrato tra i più in palla e precisi in attacco, senza tralasciare la fase difensiva uno dei veri punti di forza di questa Dinamo. Premettendo che le squadre affrontate avevano più di un’assenza, intensità e raddoppi difensivi hanno creato problemi a più di un avversario.

Segnali molto positivi anche da Rashawn Thomas, arma tattica importante che spazia da ala piccola a lungo atipico per aprire il campo, e dal giovane Diop: il classe 2000  senegalese col passaporto italiano sembra un giocatore navigato, anche se non sono mancati, durante queste prime uscite, dei piccoli peccati di gioventù. Achille Polonara, Daniele Magro e Jack Devecchi sono una garanzia, mentre c’è curiosità per l’inserimento di Dyshawn Pierre dopo la lunga assenza per via della convocazione nella nazionale canadese.

Ora per la Dinamo ci sarà la prima e unica amichevole fuori dalla Sardegna: si va al Pala Mariotti di La Spezia per la sfida alla Vuelle Pesaro, con l’intero incasso che sarà devoluto ai conti correnti destinati dal Comune di Genova alle famiglie sfrattate a seguito del crollo del viadotto Morandi.

Matteo Porcu



Altre notizie relative

Dinamo travolta in Ungheria | LE PAGELLE Sassaresi sconfitti 87-74 in Europe Cup e scavalcati in vetta al girone | PAGELLE, CRONACA, TABELLINO
Esposito: “Vogliamo il primo posto” Le parole alla vigilia del tecnico della Dinamo
Pagelle Dinamo: in quattro sopra le righe, ma non basta Pagelle, tabellino e cronaca di Dinamo Sassari-Reyer Venezia 83-86

...e tu cosa ne pensi?

300