Marco Atzeni, attaccante dell’Arbus

L’Arbus cancella la sconfitta col San Teodoro battendo davanti ai propri tifosi la Kosmoto Monastir. Decide la zampata di Marco Atzeni all’84’ in una gara molto equilibrata in cui anche gli ospiti guidati da Manuntza hanno sfiorato varie volte il gol del vantaggio.



CLICCA QUI per gli altri risultati e la classifica di Eccellenza



LA GARA: Consueto 4-4-2 per gli uomini guidati da Nicola Agus, gli ospiti, in maglia bianca e pantaloncini blu, rispondono con un 4-3-1-2 con Lai dietro Tronu e Festa. La prima vera occasione è al 16′ con il palo colpito dal Monastir: cross dalla destra a rientrare di Delogu, Tronu svetta e colpisce il montante poi la difesa libera. La risposta granata è affidata al cross di Floris, Atzeni non ci arriva Zanda blocca a terra poi il lancio lungo di Falciani per Atzeni che si coordina e in diagonale sfiora il palo. Al 33′ Nunez si avventa sulla palla vagante al limite e va alla conclusione al volo, fuori di poco: la prima frazione sfila tra l’equilibrio generale, con gli ospiti che si fanno vedere con la punizione di Lai dai 25 metri alta sulla traversa. In chiusura dei primi 45′ la grande chance per Tronu che, partito sul filo del fuorigioco, si trova uno contro uno con Toro ma il portiere riesce a rubargli il pallone.

La ripresa inizia con meno occasioni da rete: al 51′ sponda per Tronu che colpisce da pochi passi fuori con la deviazione fondamentale di Recano. I granata si risvegliano al 58′, rimessa lunga di Sanyang per Nunez, appoggio in area per Atzeni che prende il palo. Il Monastir preme, con Tronu super protagonista: l’attaccante prima spara al volo alto poi, su cross di Festa, vede il suo tap-in  stamparsi su un Toro prodigioso che salva tutto con un po’ di fortuna. La squadra di Manuntza ha altre tre chance in pochi minuti; Festa calcia la punizione dai 25 metri a lato, il neo entrato Serra a impegnare Toro a terra su palla arretrata poi è Tronu che resiste a Falciani e calcia alto. L’Arbus dopo la paura si riaffaccia in avanti: all’82’ Falciani non inquadra la porta dai 20 metri su punizione poi l’episodio che cambia il match: Federico Serra, dopo una serie di dribbling, cade in area di rigore  l’arbitro Nurchi lascia proseguire e sul successivo rilancio della difesa tra le proteste ospiti, Atzeni parte sul filo del fuorigioco e batte Zanda in uscita. I granata sul finale riescono a resistere all’assalto del Monastir e hanno anche la chance del raddoppio con Konaté che fugge a un avversario, ma Zanda è bravo a chiudergli  lo specchio. I minerari balzano a quota 6 in classifica, gli ospiti tornano a casa a mani vuote tra tanti rimpianti.

Matteo Porcu

Arbus-Kosmoto Monastir 1-0 | 3ª giornata di Eccellenza Sardegna – Stadio Santa Sofia

Arbus: Toro, Spina, Falciani, Recano, Sanyang, Congiu (62′ Konaté) , Paulis, Malandra, Luca Floris (67′ Scalas) , Atzeni, Nunez. A disposizione: Cordeddu, Loi, A.Atzori, L. Atzori, Idili, Muscas, Avaro. Allenatore: Agus

Kosmoto Monastir: Zanda, Poddesu, Aramu (88′ M. Piras) , Falchi, Porcu, Ruggeri, Delogu (67′ Medda) , Melis, Festa, Lai (67′ Serra) , Tronu. A disposizione:Cuccu, Cabras, Littera, S. Piras, Camara, Mattana, M. Piras. Allenatore: Manuntza

Arbitro: Nurchi di Alghero, assistito da Puggioni (Sassari) e Sanna (Cagliari)

Marcatori: 84′ Atzeni

Ammoniti: Ruggeri (M), Malandra (A), Festa (M), Recano (A), Toro (A), Porcu (M)



Altre notizie relative

Eccellenza: Muravera lanciatissimo, Guspini e Sorso corsare La tripletta di Meloni abbatte il Ghilarza
Arbus e Stintino non si fanno male Reti bianche nel turno infrasettimanale
Cade la Nuorese, volano Guspini e Muravera Il Sorso batte la capolista e si rilancia

...e tu cosa ne pensi?

300