Max Canzi

Al termine della gara della Sardegna Arena col Cagliari sconfitto dalla Juventus, Max Canzi ha commentato: “Non ci possiamo accontentare dei complimenti: uscire tra gli applausi è bello, ma questa è già la seconda volta che lo facciamo senza fare risultato. Abbiamo continuato a giocare anche dopo lo svantaggio, c’è sempre stat partita anche dopo il 2-0: c’è un po’ di recriminazione per non aver segnato dopo aver creato almento 5-6 palle gol pulite, poi è stato bravo il loro portiere e siamo stati sfortunati sul palo”.



“Abbiamo fatto qualche errore, ma questo è un processo di crescita – prosegue il tecnico- affrontiamo un campionato nuovo e difficile. Per fortuna torniamo in campo subito (mercoledì 26 settembre ad Asseminello in Coppa Italia col Bologna ndr) abbiamo la possibilità di far vedere che siamo cattivi e determinati a prendere un risultato positivo. I ragazzi oggi hanno onorato la maglia, sono contento di questo: é la prima cosa che chiedo io e il club, oggi hanno dato il massimo. Sotto l’aspetto dello spirito e del comportamento non posso che essere soddisfatto. Oggi ha funzionato tutto abbastanza bene, ma se non buttiamo la palla dentro non si fa risultato”.

Altre notizie relative

Barella-Giulini-Cagliari, tra raziocinio e utopia Ambizioni del calciatore, idee del presidente, valore che cresce esponenzialmente: cosa succederà?
Capello: “Barella come Tardelli” L'allenatore celebra il centrocampista del Cagliari
Super Barella, orgasmo Italia! Grande prova del cagliaritano in Polonia-Italia a Chorzow

...e tu cosa ne pensi?

300