Marongiu (foto: Photopoint di Sandro Giordano)

Cagliari sconfitto dalla Juventus per 0-2 nella seconda giornata del campionato Primavera 1 davanti ai 1500 della Sardegna Arena. Ecco i nostri giudizi sulla gara dei ragazzi di Max Canzi:



DAGA 6 – Partita di sostanza per il numero 1 rossoblù, incolpevole sulle due reti subite. Per il resto un paio di buone parate e la sensazione di crescita.
KOUADIO 6 – Il furetto ivoriano vince il duello sulla fascia contro il diretto avversario, arrivando più di una volta dalle parti di Loria e sfiorando il pareggio in chiusura di primo tempo. Uno dei pilastri della squadra di Canzi.
BOCCIA 5,5 – Mezzo voto in meno per il buco, in complicità con il compagno di reparto, che ha portato al vantaggio della Juventus. Per il resto partita ordinata e senza eccessivi rischi.
PERESSUTTI 5,5 – Come Boccia, anche per lui mezzo punto in meno per lo svarione sul gol di Portanova, poi non soffre mai troppo l’attacco juventino.
ALY 5 – Frederiksen fa quello che vuole sulla sua fascia, con il terzino rossoblù in costante difficoltà in fase di copertura. Ammonito, viene sostituito nel finale. (dall’86’ INGROSSO sv)
MARONGIU 5 – Un problema gastrointestinale durante la notte ne limita non poco la prestazione, fatta di errori in fase di manovra e poco coraggio in avanti. Da rivedere nelle prossime gare.
LADINETTI 6 – Uno dei migliori tra i rossoblù nel primo tempo, con diverse conclusioni verso la porta di Loria, con tanto di palo colpito al 31’. Non rientra in campo nella ripresa (dal 46’ CONTINI 5 – Il suo ingresso non dà la scossa sperata, nonostante il movimento costante in area ospite).
LOMBARDI 5 – Gara opaca per l’ex di turno, sfiancato dalla fase difensiva come chiesto da Canzi. Sfiora il gol su colpo di testa nel primo tempo, ma è l’unico squillo della sua gara (dal 63’ FINI 5 – Come per Contini, il cambio non produce gli effetti attesi da Canzi, partecipa alla fase di contenimento degli attacchi bianconeri sul finale di gara).



LELLA 5 – Tanto movimento e sacrificio, tre ruoli ricoperti (trequartista, mezzala destra e sinistra) ma poca concretezza. Avrebbe potuto far meglio al 45’ quando si è trovato davanti a Loria, ma ha tirato addosso al portiere. Rivedibile.
VERDE 5,5 – Il centravanti arrivato dal Brescia ha il non facile compito di sostituire Gagliano e ci prova in tutti i modi, ma non riesce a lasciare il segno davanti alla porta. Tanto lavoro sporco, ma zero conclusioni davvero pericolose (dall’81’ MARIGOSU sv).
DORATIOTTO 6 – Il capitano ci prova in tutti i modi, risultando pericoloso in più di un’occasione ma il gol non arriva. Tra i migliori in campo, la sua grinta e attaccamento alla maglia saranno molto utili nel prosieguo della stagione.
CANZI 6 – Se i suoi arrivano cinque volte davanti a Loria e non segnano, lui può farci ben poco. Il tecnico rossoblù – sotto gli occhi vigili di Maran, Maraner e Carli – prepara bene la gara, impostandola sulla pressione continua e sul possesso: i suoi prendono gol al primo affondo per un errore dei due centrali, ma per tutto il primo tempo tengono la Juventus rintanata sulla trequarti. Nella ripresa, complice il caldo e il minore tasso tecnico complessivo, gli ospiti prendono campo e gestiscono un match che andava ripreso e, magari chiuso, già dal primo tempo.

Francesco Aresu

Altre notizie relative

Pagelle: il miglior Cagliari tra conferme e sorprese I nostri voti e giudizi al Cagliari Primavera dopo il colpo di Firenze
Cagliari-Sassuolo, la battaglia finisce 2-2 Il racconto e il tabellino della sfida del campionato Primavera 1
Il Cagliari gode ai supplementari Cronaca e tabellino della gara valida per la Coppa Italia

...e tu cosa ne pensi?

300