Franco Sar nel 2011 | Foto: Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Se n’è andato nella notte di domenica a 84 anni Franco Sar, monumento dell’atletica italiana. Nato ad Arborea il 21 dicembre 1933, da famiglia di origini friulane, è stato il più grande interprete azzurro nel decathlon, disciplina che nel Belpaese non ha mai avuto grandi proseliti. Sesto ai Giochi di Roma nel 1960, tredicesimo quattro anni dopo a Tokyo, campione italiano senza interruzione dal ’58 al ’65 (tricolore nell’asta nel ’63). E’ morto a Monza, si trasferì a Milano per militare nella Snia dopo gli inizi oristanesi e quindi alla Monteponi Iglesias. Il suo personale era di 7368 punti nel declathlon, dopo il ritiro da atleta è stato a lungo dirigente nel mondo dell’atletica.



Altre notizie relative

Guangxi, prima tappa tranquilla per Fabio Aru Il villacidrese termina in gruppo al debutto nella corsa cinese
Riscatto FFC con la Lazio Le rossoblu c'entrano la vittoria nel posticipo della seconda giornata
Aru: “In questo 2018 mi è mancato qualcosa” Le parole del sardo prima del Tour of Guangxi

...e tu cosa ne pensi?

300