Franco Sar nel 2011 | Foto: Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Se n’è andato nella notte di domenica a 84 anni Franco Sar, monumento dell’atletica italiana. Nato ad Arborea il 21 dicembre 1933, da famiglia di origini friulane, è stato il più grande interprete azzurro nel decathlon, disciplina che nel Belpaese non ha mai avuto grandi proseliti. Sesto ai Giochi di Roma nel 1960, tredicesimo quattro anni dopo a Tokyo, campione italiano senza interruzione dal ’58 al ’65 (tricolore nell’asta nel ’63). E’ morto a Monza, si trasferì a Milano per militare nella Snia dopo gli inizi oristanesi e quindi alla Monteponi Iglesias. Il suo personale era di 7368 punti nel declathlon, dopo il ritiro da atleta è stato a lungo dirigente nel mondo dell’atletica.



Altre notizie relative

Scherma, rinnovato il patto tra Cagliari e la Federazione La città va verso i Campionati del Mediterraneo del 2019
La FFC torna al successo Battuta Lamezia al PalaConi
Il San Salvatore si rialza Battuta La Spezia nel recupero

...e tu cosa ne pensi?

300