Stefano Sardara (foto: Giuliano Gatti)

“Non abbiamo mai visto il progetto Cagliari Academy come un costo, non c’è nessun ripensamento. Sta ripagando ampiamente le attese, è un progetto a lunga gittata, questo sarà un anno importante dopo la prima stagione in cui abbiamo faticato un po’ a prenderci le misure reciprocamente, noi e la città di Cagliari“. Così Stefano Sardara a La Nuova Sardegna, correggendo significativamente il tiro dopo lo strappo di qualche settimana fa (leggi qui)Con una certezza: “Dalla Dinamo Sassari non esce un euro”, aggiunge il patron sassarese.



Sardara ha parlato al quotidiano turritano presentando la stagione ormai alle porte per la Dinamo Sassari, che mercoledì esordirà in FIBA Europe Cup (competizione europea tra le meno prestigiose, molto dietro Eurolega, Eurocup e Champions League). Appuntamento a Sassari contro il Benfica, domenica a Reggio Emilia (lì dove nel 2015 fu Scudetto) per il debutto in campionato.

DINAMO vs BENFICA | Le parole di Esposito alla vigilia

“Con Esposito ci conoscevamo già a vicenda – ha detto Sardara – Non c’era bisogno di annusarsi. Abbiamo cambiato delle cose a livello dirigenziale affinché ci fosse un decentramento e ciascuno di noi potesse fare al meglio il proprio compito. Vogliamo divertire e divertirci, se così sarà le vittorie arriveranno di conseguenza. La squadra è stata costruita per perseguire la filosofica nostra e del coach. Pierre si sta inserendo bene, Smith ha subito una brutta botta con un versamento che va riassorbito senza forzare. Il roster è lungo per evitare i guai della scorsa stagione, quando siamo usciti da tre competizioni per mezzo canestro”, ha concluso Sardara.



Altre notizie relative

Fallimento Ebeling, lascia le Dinamo Il giovane lungo risolve consensualmente il suo rapporto
Esposito: “La vittoria dell’unità” La disamina del coach della Dinamo Sassari in sala stampa
La Dinamo si risveglia a Bologna | LE PAGELLE Cronaca, tabellino, pagelle di Virtus Bologna-Dinamo Sassari 74-86

...e tu cosa ne pensi?

300