Cagliari 16 09 08 2018 Presso Stadio Sardegna Arena – Campionato serie A tim incontro Cagliari vs Milan
nella foto: joao pedro

Il Cagliari batte all’inglese il Bologna nell’anticipo dell’8ª giornata di campionato. I nostri giudizi sulle prestazioni dei rossoblù:

CRAGNO 7 – Primo tempo da spettatore, due parate decisive (su Nagy e Dzemaili) nella ripresa, a proteggere il risultato per i suoi. Partita di sostanza, potrà andare a Coverciano con il morale alto.



SRNA 6 – Nella mezz’ora scarsa giocata, pochi spunti per il croato, uscito anzitempo per un problema alla schiena. L’auspicio di Maran è che l’infortunio sia roba di poco conto (Dal 27’ FARAGÒ 6,5 – Catapultato in campo per l’infortunio di Srna, il terzino calabrese svolge ordinatamente il suo compito, proponendosi spesso in avanti dalle parti di Krejci).
PISACANE 6 – Primo tempo troppo nervoso, con alcuni face-to-face con Santander e Dzemaili, che gli valgono un cartellino giallo. Molto più tranquillo nella ripresa, nonostante il prevedibile assedio ospite.
ROMAGNA 6,5 – Ripescato dalla naftalina, il giovane centrale dell’Under 21 gioca una buona partita, disciplinata: Falcinelli e Santander non pungono mai, grazie anche alla sua marcatura costante.
PADOIN 6 – Zero squilli ma partita di sacrificio per l’esterno friulano, sempre ordinato sulla fascia sinistra in costante appoggio di Barella. Con lui sull’out sinistro, raramente ci sono problemi per Maran.

IONITA 6 – Bologna evoca brutti ricordi alla mezzala moldava, che però gioca senza paura né condizionamenti per l’infortunio di due stagioni or sono. Fa tutto quello che gli viene chiesto dal tecnico rossoblù, esce tra gli applausi dopo un’onesta prestazione.
Dal 75’ DESSENA 6 – Un giallo durante il riscaldamento prima dell’ingresso in campo per un battibecco con Okwonkwo (per essersela presa con un raccattapalle, reo di non restituire subito palla), poi un quarto d’ora di lotta. Questo è quanto può offrire ai compagni, ma lo fa bene e giustifica la scelta di Maran.
BRADARIC 6,5 – Non avrà i lampi di genio di un Pirlo, ma i suoi tocchi non sono mai banali. Ordinato, concreto e fisico: la mediana rossoblù ha meritatamente un nuovo padrone.
BARELLA 6 – Tanti errori in fase di appoggio e poca precisione, ma il suo apporto in fase di recupero palla e ripresa dell’azione è come sempre fondamentale. Riuscirà a far cambiare idea a Mancini per i prossimi due impegni?

CASTRO 7,5 – Maran ha trovato finalmente il suo trequartista. Partita monstre per il Pata, finalmente davvero decisivo e a suo agio in maglia rossoblù. Due assist, uno più bello dell’altro e tanta corsa. L’esperimento è riuscito, chissà che davvero il Cagliari abbia il suo fantasista.
JOAO PEDRO 7,5 – Gol, due gol “mangiati”, una gran parata di Skorupski. Così come per Castro, chissà che Maran non abbia trovato la giusta quadratura con #JP10 da seconda punta. Se fosse ancora più cinico davanti alla porta, la doppia cifra nei gol a fine campionato sarebbe assicurata. Standing ovation meritata per lui al momento della sostituzione (Dall’86’ FARIAS sv).



PAVOLETTI 7 – Un’occasione da gol, un gol. Media perfetta per l’attaccante livornese, che chiude la gara di testa, sfruttando l’assist al bacio di Castro. A dimostrazione che quando il momento è caldo, il Pavo c’è sempre.
MARAN 7 – Castro trequartista e Joao Pedro seconda punta. Il tecnico trentino fa la differenza con queste due semplici mosse, già paventate durante l’estate a Pejo, con una tenuta di gara tatticamente ordinata e semplice. Il Bologna è poca cosa, ma il suo Cagliari non rischia praticamente mai, vincendo la prima gara interna della stagione. Che sia la prima pietra del suo ciclo a tinte rossoblù?

Francesco Aresu

Altre notizie relative

▶ Maran: “Formazione? E’ solo martedì…” Il tecnico rossoblù parla in vista della Fiorentina (VIDEO)
Castro: “Giulini, non ti pentirai di avermi preso” Le parole del centrocampista del Cagliari
Super Barella, orgasmo Italia! Grande prova del cagliaritano in Polonia-Italia a Chorzow

...e tu cosa ne pensi?

300