15-09-2018 Basket, Amichevoli, 2018-19, Cagliari, PalaPirastu. Foto Gianluca Zuddas/Agenzia Fotocronache.it. Nella foto: Rashawn Shaquille Thomas

La Dinamo a corrente alternata perde a Reggio Emilia per 85-77 all’esordio in campionato. Senza Spissu e Smith, assenti per infortunio, la prima in campionato di coach Esposito è contrassegnata da alti e bassi su cui lavorare: ingresso in campo con difesa molle e attacchi mal interpretati che semplificano la vita di Reggio, ma anche accelerazioni e momenti di grande intensità che hanno fatto intravedere un futuro prossimo molto interessante per i giganti sassaresi.



Primo tempo. Avvio dalle mani gelide per i blucelesti sassaresi, con l’1/6 dal campo (di Petteway i primi 2 punti della stagione) nei primi quattro minuti di gioco e padroni di casa che trovano punti e sicurezza. Coach Esposito richiama tutti all’ordine col primo time-out della sua gestione e gli ingranaggi iniziano a trovare una propria fluidità sui due lati del campo riducendo gradualmente il gap, anche se alla prima sirena i padroni di casa conservano un vantaggio di 5 lunghezze.
I segnali incoraggianti vengono confermati nel secondo quarto: Reggiana che fatica a trovare il canestro e Sassari che aumenta i ritmi del proprio motore. Quando Petteway realizza il primo vantaggio dalla partita e della stagione a metà secondo quarto per il 26-27 Dinamo la rotta è tracciata: due triple consecutive firmate Thomas e Petteway dilatano subito al +7 e arriva rapidamente in doppia cifra con i sassaresi che sembrano avere diverse marce in più da sfruttare per il proprio gioco. All’intervallo Sassari avanti di 5 sul 38-43.

 

Secondo tempo. Rientro dagli spogliatoi che arride nuovamente ai padroni di casa, che col primo miniparziale di 8-2 si riporta in parità e trova il vantaggio con un gioco da tre di Cervi sul 46-45 per Reggio. La difficoltà accende di nuovo il motore Dinamo: impatto a 48 e controfuga sul 48-55 con i guizzi di Gentili e Petteway e i muscoli di Cooley in post. La Reggiana resta aggrappata con le unghie al match grazie alle giocate di Ledo e le triple di De Vico e Mussini. Alla sirena il vantaggio è risicato ad un solo punto di distanza in favore della Dinamo.
Proprio De Vico apre l’ultimo quarto con una bomba che riporta avanti i suoi prima della risposta di Gentile per il pareggio a 65, ma si gioca sul filo dell’equilibrio e dei nervi e in tre minuti si segnano complessivamente appena 6 punti (69-67 Reggio), con coach Esposito e i suoi ragazzi impegnati in una sfida verbale con la terna arbitrale. La Dinamo perde lucidità, in attacco il canestro diventa una cruna sottilissima, mentre Reggio senza strafare allunga fino al 75-68 con due triple a 3’50’’ dalla sirena. La Dinamo non riesce più a segnare con continuità mentre i padroni di casa volano sulle ali dell’entusiasmo e con tre bombe consecutive volano sul +12 all’ultimo minuto di gioco. Volata finale utile solo per limare il distacco sul 85-77 finale e mandare i titoli di coda.

dall’inviato Claudio Inconis

 

Reggiana-Dinamo Sassari 85-77

Reggiana: Mussini 3, Ledo 22, Cipolla ne, Candi 0, Gaspardo 0, Vigori 0, Butterfield 17, Elonu 9, Cervi 9, Griffin 12, Llompart 7, De Vico 6. Coach Devis Cagnardi.

Dinamo Sassari: Bamforth 15, Petteway 18, Devecchi 3, Magro 3, Pierre 3, Gentile 10, Rashawn Thomas 5, Polonara 2, Diop ne, Cooley 15, Re ne. Coach Vincenzo Esposito.

Arbitri: Baldini, Paglialunga, Borgo.



Altre notizie relative

Esposito: “Guardiamo a noi stessi” Le dichirazioni del coach della Dinamo Sassari prima della trasferta di Leicester
Esposito: “Partenza troppo tesa, ma vincere aiuta” Le parole del coach dopo la vittoria con Varese
Dinamo, prima gioia in campionato I sassaresi sconfiggono in casa Varese 71-60

...e tu cosa ne pensi?

300