Francesco Virdis con la maglia del Sassari Latte Dolce nella stagione 2017/2018 (foto: Alessandro Sanna)

I numeri per Francesco Virdis parlano chiaro: 6 partite giocate, 9 gol fatti (5 in 4 gare di campionato), un ruolo di panzer decisivo che gli mancava da un po’. Di fatto, da quella stagione 2013/2014 in cui segnò 18 gol in 34 partite. La maglia era quella del Savona, proprio come oggi, e chissà che sia proprio quell’aria a ispirare il bomber sardo, reduce da un giro d’Italia poco propizio ma finalmente arrivato alla meta. Sempre quella.



INIZIO SUPER! – La Liguria, Savona come ragione di vita, più di una seconda casa. Virdis ha iniziato l’annata in Serie D timbrando sempre il cartellino. Ben 3 gol alla Massese, nel facile 8-0, poi 1 rete alla Lavagnese nel 5-0 esterno. E questo per rimanere alla Coppa Italia di Serie D. In campionato è una sentenza: 3 vittorie e 1 pari per il Savona, che vuole il ritorno nei professionisti; gol al Borgaro, doppietta alla Pro Dronero, punite anche Sanremese (unico pareggio, 2-2) e Stresa.

LA CARRIERA – Virdis spera di continuare così. Classe ’85, lasciò la Sardegna 15 anni fa per arrivare proprio in Liguria, alla Sampdoria. L’esordio in Coppa Italia e poi le mille esperienze: Chieti (subito 12 gol in 33 partite di C1), Cesena, Modena, Ravenna, Pescara, Legnano, Foligno, Sudtirol. Tanti cambi di maglia per assaggiare il calcio che conta, ma c’è bisogno di tornare nell’isola, con il Progetto Sant’Elia di Bernardo Mereu, per ritrovare la cosa più importante: i gol a raffica. E allora ecco la citata prima esperienza a Savona, dove esplode e si merita le attenzioni di molti. Monza, però, è la grande delusione, anche per i problemi gestionali del club brianteo. L’Aquila, il ritorno a Savona, l’Albinoleffe non lo rigenerano in tutto e per tutto. Non lo farà nemmeno la sua isola, con il fallimento della attesissima avventura con il Latte Dolce, dove forse non fu capito, coccolato e supportato abbastanza. Dovrà tornare in Liguria, prima al Finale e poi al Savona, per far di nuovo vedere a tutti chi è Francesco Virdis, autentico top player per la categoria. E Savona può sognare.

Fabio Frongia



Altre notizie relative

Pittalis: “Latte Dolce, pensa all’Albalonga” Il giovane portiere dei sassaresi analizza il momento dopo il pari di Ladispoli
Torres, Sechi: “Ci rifaremo a Monterosi” Il presidente: Visto che bel Vanni Sanna?
Alessio Murgia al Budoni L'ex Olbia rimane in Gallura e riparte dalla Serie D

...e tu cosa ne pensi?

300