Eliseo Litterio parla con Sikorska e Styhar

Si poteva fare di più ma il clima si mantiene sereno e positivo. A Castel Goffredo la A1 femminile produce un pareggio e una sconfitta che ci possono stare, vista la consistenza delle avversarie.

Il presidente Simone Carrucciu si congratula con la squadra ma girovagando negli anditi del PalaTennistavolo “Elia Mazzi” si rende conto che questa nuova formula a concentramenti non è ben vista da diverse società. “Pensavo di essere una voce fuori dal coro – dice – e invece scopro che siamo almeno la metà delle partecipanti desiderose di tornare ai metodi tradizionali con le quattordici partite distribuite in altrettanti fine settimana. A mio avviso, tale scelta intralcia la crescita del nostro movimento, frena le opportunità di sviluppo delle società, oltre a creare altre problematiche individuabili in corso d’opera”.



Nessun problema di ambientamento in Italia per Magdalena Sikorska che nel match d’esordio inanella due successi personali. Il più nitido è il primo quando in tre set prevale sulla romena Encea. Più sofferto quello ottenuto sull’atleta della nazionale italiana Veronica Mosconi con la quale è dovuta ricorrere alla quinta frazione dopo che era stata in vantaggio 2-0. Diana Styhar ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale predominando su Cristina Semenza, poi con la Encea conduceva per 2-1 e al quinto set 9-6. È seguito un inspiegabile black out nel quale l’atleta ucraina non ha più fatto niente e l’avversaria, col minimo indispensabile, ha raggiunto quota undici.

Nessun punto ma tanta esperienza in più per Gaia Smargiassi, arresasi prima a Mosconi e poi all’ex Alessia Turrini che con il suo gioco di difesa ha consentito alla Bagnolese di agguantare un pari quasi insperato.

Nel secondo match Cortemaggiore e Tennistavolo Norbello fanno pretattica girando le formazioni. Ma ad accusarne gli effetti più dannosi è proprio il team isolano che vede soccombere sia Sikorska, sia Styhar nei confronti del neo acquisto padano Renata Stribikova, originaria della Repubblica Ceca, apparsa superiore. Il risultato era stato sbloccato dalla polacca del Tennistavolo Norbello che aveva imposto la sua supremazia ai danni di Ileana Irrera. L’ altra ex Ganna Farladanska non fa sconti a Gaia che poi deve arrendersi anche alla Barani, comunque alla sua portata.

ELISEO LITTERIO: “ALMENO UNA VITTORIA CI POTEVA STARE”

Il tecnico Eliseo Litterio parte da Castel Goffredo con una punta di ottimismo. Ma ha anche da rimuginare: “Contro la Bagnolese ci mangiamo sempre la partita – dice – e anche stavolta raggranelliamo un solo punto. Ottima la prova della Sikorska, mentre grande rammarico per Diana che contro la Encea ha sempre avuto in pugno la situazione e poi ad un passo dalla vittoria, forse per paura, ha perso i lumi della ragione. Quasi non giocava più, praticamente ha regalato la partita. Come le è capitato altre volte, quando è ad un passo dalla vittoria, tende ad affrettare i tempi, come se dovesse chiudere in velocità a tutti i costi. Dovrebbe stare più tranquilla, ne abbiamo parlato un po’ al fine di limare questo deficit. Con il Cortemaggiore non siamo stati fortunati col sorteggio, speriamo che la prossima volta la buona sorte giri a nostro vantaggio. Considerando tutto direi che il bilancio sia positivo”

Altre notizie relative

Tennistavolo, Marcozzi super all’esordio I risultati dei campionati nazionali e regionali
Tennistavolo, la Nazionale sbarca a Norbello Le ultime dal mondo pongistico isolano
Tennistavolo, il derby maschile sorride a Norbello Tra le donne è parità tra guilcerine e Quattro Mori

...e tu cosa ne pensi?

300