Emanuele Fiore

L’Hermaea Olbia cerca riscatto tra le mura amiche. Domenica pomeriggio, nella “casa provvisoria” di Golfo Aranci, la squadra di coach Michelangelo Anile affronterà la Zambelli Orvieto con l’obiettivo di cancellare il ko all’esordio subito contro Soverato.

“Ci sarebbe piaciuto tornare dalla Calabria con almeno un punto – dice l’opposto biancoblù Emanuela Fiore – purtroppo le cose non sono andate come volevamo. Abbiamo approcciato bene quasi tutti i set, restando inizialmente in vantaggio nel punteggio. Poi, però, sono subentrati dei cali di concentrazione che non possiamo permetterci. Ci sono diverse cose da sistemare nel gioco di squadra, anche se non bisogna dimenticare quanto di positivo abbiamo mostrato già domenica nonostante si trattasse della prima, vera partita della nostra stagione”.



Orvieto arriverà in Sardegna forte della vittoria per 3 set a 1 su Baronissi, propiziata dalle belle prove individuali di D’Odorico, Bussoli e Decortes. Le squadra umbra è stata costruita per stare ai piani alti della classifica “ma non sempre i pronostici vengono rispettati – aggiunge Fiore – la prima giornata ha fatto registrare alcuni risultati sorprendenti. Nessuno, immagino, avrebbe predetto la sconfitta in tre set di Caserta a Martignacco. La Zambelli è un’ottima squadra, impreziosita da attaccanti di livello. Non sarà facile, ma non lasceremo nulla di intentato”. Cosa servirà all’Hermaea per mettere in difficoltà Orvieto? “Dovremo innanzitutto aumentare il livello di sicurezza nel nostro gioco – ammette – e non possiamo prescindere dal limitare gli alti e bassi che ci sono costati caro a Soverato. Sotto l’aspetto tattico abbiamo curato ogni dettaglio, ora speriamo di poter contare anche sul fattore ambientale. E’ il nostro esordio casalingo e ci piacerebbe vedere sugli spalti una bella cornice di pubblico”.

Arrivata a Olbia in estate dopo un lungo “inseguimento” da parte del presidente Sarti, Emanuela Fiore traccia un bilancio positivo dei suoi primi mesi in Gallura: “Si lavora in un ambiente pacifico e sereno, e questo aiuta non poco. Il coach ci fa lavorare tanto, sia di squadra che in maniera individuale. La squadra? Siamo un gruppo prevalentemente giovane: quando l’amalgama sarà raggiunta, secondo me, potremmo anche andare oltre la semplice salvezza. Non dobbiamo porci dei limiti in partenza”.

Fischio d’inizio domenica 14 ottobre alle 17 alla Palestra Comunale di Golfo Aranci (SS).

Altre notizie relative

Hermaea battuta a Orvieto Le olbiesi cedono alla terza forza del campionato
Hermaea, a Orvieto serve un’impresa Dopo Soverato c’è un’altra big sul cammino della squadra biancoblù: è la Zambelli terza in classifica
Hermaea, niente da fare contro Soverato Con Maruotti limitata da un problema alla schiena, le galluresi tengono testa alle calabresi per due set ma alla fine alzano bandiera bianca

...e tu cosa ne pensi?

300