Joao Pedro in azione contro l’Oristanese (foto Cagliari Calcio)

A Oristano il Cagliari non ha problemi nell’allenamento congiunto contro la giovane Oristanese, che dà il massimo ma può ovviamente poco nella sgambata-goleada dei rossoblù. Tante assenze dettate dalle Nazionali, qualche acciacco e un po’ di precauzione, ma per Rolando Maran un buon rodaggio in vista della settimana che porta alla Fiorentina.

LE PAROLE DI CEPPITELLI DOPO L’AMICHEVOLE | Clicca qui!

LE PAROLE DI PISACANE DOPO L’AMICHEVOLE | Clicca qui!



LA CRONACA – Maran nel primo tempo prova la difesa a tre con Pisacane-Ceppitelli-Andreolli, Faragò e Pajac (che offrono una buona impressione) laterali a tutta fascia, Joao Pedro mezzala, Sau-Cerri tandem offensivo. Al 5′ bella combinazione tra Dessena e Cigarini, con quest’ultimo che con un tocco felpato mette il compagno solo davanti al portiere: la conclusione del parmense non lascia spazio al portiere, per l’1-0 rossoblù. Al minuto numero 11, affondo di Pajac, palla sul primo palo sulla quale Cerri non arriva. Faragò arriva sul versante opposto e rimette in mezzo, dove stavolta Cerri si fa spazio in area e di forza deposita in area il bis. Ci provano Joao Pedro dalla distanza, Sau su imbeccata di Ceppitelli, Cerri in acrobazia (servizio di Faragò), poi lo stesso Faragò e Joao Pedro colgono traversa (in rovesciata) e palo (dopo inserimento in area). Alla mezzora è bravo il portiere dell’Oristanese a rispondere su Cerri (bene l’asse con Faragò), ma al 33′ non può nulla sul rigore di Joao Pedro, procurato da Faragò. Al 35′ Sau spara sull’estremo difensore, dopo buon servizio di Cerri, mentre al 41′ arriva il gol ancora di Cerri per il poker, su assistenza di Sau dopo un bello slalom per vie centrali.



Nella ripresa Maran schiera i suoi con il 4312 con Cerri e Pavoletti di punta, Castro a sostegno, Dessena-Cigarini-Padoin in mezzo, Aresti in porta, Faragò-Ceppitelli-Andreolli-Pajac in difesa. Arrivano subito altri gol nella vendemmia. Prima è Cerri ad essere rapace (cross di Pajac), poi è Castro (assist di Cerri), quindi al 21′ si iscrive alla sagra anche Pavoletti, bravo a timbrare in diagonale prendendosi gli applausi più rumorosi, tipici del beniamino. Il bottino si rimpingua nel quarto d’ora finale con Castro che approfitta dell’errore del portiere su cross di Cigarini, per l’8-0. Quindi, al 75′, è la volta del 9-0 su autogol nell’anticipare Cerri. La doppia cifra è firmata ancora da Castro al 76′, con il tuffo per l’incornata su servizio ancora di Cigarini. C’è spazio anche la doppietta di Dessena (sponda aerea di Pavoletti e colpo di testa del capitano), poi per quella di Pavoletti, ancora con la specialità della casa labronica. Gli ultimi sgoccioli sono per il cambio di gruppo operato da Maran, che inserisce tutti i giovani a disposizione e di fatto dà il rompete le righe.

dagli inviati Stefano Sulis e Mattia Turnu 

Altre notizie relative

“Adesso diamo continuità” Rolando Maran è ovviamente raggiante dopo il pareggio contro la Fiorentina, ulteriore segnale di crescita del gruppo.
“Il bello deve ancora arrivare” Le parole dell'attaccante dopo la partita
Pa(pà)voletti riacchiappa la Viola: 1-1 Segui la diretta del match fra toscani e sardi

...e tu cosa ne pensi?

300