.

Va al Città di Sestu il derby con la Leonardo Cagliari della seconda giornata di Serie A2 (Girone A). I ragazzi di Mura superano gli arancioneri con un perentorio 6-2 e salgono al secondo posto della classifica, alle spalle della capolista Mantova che comanda col punteggio pieno. Arriva invece una sconfitta per il Futsal Ossi che cede a Padova col Petrarca: in Veneto è 3-1 col gol gialloblù del momentaneo 2-1 segnato dal portiere Zanatta al 12′ del secondo tempo.

PETRARCA PADOVA-OSSI SAN BARTOLOMEO 3-1 (1-0 p.t.)
PETRARCA PADOVA: Timm, Cividini, Dudù Costa, Alba, Urio, Mastrogiovanni, Delpizzo, Arteiro, Mazzon, Vitale, Vianello, Virruso. All. Giampaolo
OSSI SAN BARTOLOMEO: Zanatta, Fiori R., Santos, Guandeline, Da Costa, Muresu, Demartis, Corona, Fozzi, Sechi, Fiori V., Cabras. All. Loriga
MARCATORI: 10’ p.t. Mazzon (P), 5’ s.t. Dudù Costa (P), 12’ Zanatta (O), 19’47’’ Dudù Costa (P)
AMMONITI: Corona (O), Urio (P), Santos (O), Guandeline (O)
ARBITRI: Carlo Adilardi (Collegno), Fabio Parretti (Prato) CRONO: Elena Lunardi (Padova)



Sestu-Leonardo (Ufficio Stampa): Operazione riscatto riuscita: il Città di Sestu si impone per 6-2 sulla Leonardo Cagliari, cancellando con un colpo di spugna la partita della scorsa settimana offrendo una grande performance a livello tattico, tecnico e mentale, facendo divertire anche il pubblico numeroso e caloroso accorso al PalaDante per la prima uscita stagionale casalinga.

Il tecnico di casa Mario Mura deve rinunciare ancora ad Asquer e si affida dal fischio d’inizio ad Erbì, capitan Rufine, Digao, Hozjan e Dall’Onder, sul fronte opposto Luca Catta schiera Lecca, Perdighe, Tidu, Dos Santos e Deivison, quest’ultimo recuperato dopo la sosta forzata per infortunio nel match precedente.

La partenza dei padroni di casa fa capire che si tratta di una partita fondamentale per la stagione e si fiondano sin dall’inizio in attacco cercando la via della rete con Rufine, bravo Lecca in entrambe le circostanze, e attuando un pressing asfissiante volto a non far ragionare gli ospiti che, di contro, sono costretti ad agire in contropiede buttando palla avanti per non correre ulteriori rischi.
Più il cronometro scorre, più i sestesi prendono fiducia e dopo le occasioni capitate a Digao e Dall’Onder trovano il vantaggio al 5’ grazie alla bordata sotto il sette partito dal piede di Hozjan e cercano di raddoppiare subito dopo con Ruggiu ma l’estremo difensore cagliaritano blocca la sua con conclusione.
Gli arancioneri, subito lo svantaggio, provano a guadagnare campo e vanno vicini al pareggio con Everton, Erbì e Casu sono provvidenziali, Podda ci riprova qualche istante più tardi ma il giovane classe 2000 non aveva fatto i conti con il numero 1 locale.
Lasciato sfogare l’avversario, il Città di Sestu riprende il proprio progetto di gara riaffacciandosi nella porta avversario ancora con tandem Digao-Dall’Onder, out di un non nulla, poi il pivot ex Ciampino azzecca l’attimo vincente per pressare l’azione di Tidu e Podda, ruba palla e serve capitan Rufine per la rete del raddoppio al minuto 11’13”.
In pieno controllo dell’incontro e con la fiducia al massimo livello, i ragazzi di Mario Mura sfiorano il tris con la zuccata di Ganzetti, arrivando però anche al limite dei falli con Hozjan ammonito nella circostanza, un giallo troppo severo che si ripercuoterà più avanti, mentre la Leo prova a riaprire la contesa con Dos Santos ma la mira non è delle migliori.
Nell’ ultimo quarto del primo tempo, la compagine sestese non è paga del risultato e mira a chiudere la pratica prima dell’intervallo, Cau fa le prove sfiorando il bersaglio grosso per due volte, Ruggiu, invece, non si fa pregare a realizzare il 3-0 dopo l’ennesima palla rubata da Dall’Onder, quest’oggi veramente impeccabile in fase difensiva.
La squadra di Catta, punta nell’orgoglio, sfrutta una delle poche disattenzioni locali per accorciare il risultato con Etzi, ben imbeccato da Billai ma viene ricacciata indietro dalla prima rete stagionale di Casu, al 18’57”, lesto nel tap-in vincente sulla grandissima azione personale portata avanti da Hozjan, poco prima del riposo Erbì si prende la scena con un intervento decisivo su Tidu, lasciando la situazione invariata sul 4-1.

Nella ripresa lo spartito della gara non cambia, Dall’Onder e Ganzetti provano a rimpinguare il punteggio ma trovano Lecca a negare la gioia del gol, nell’altra parte del campo il portiere sestese risponde al proprio collega chiudendo la strada ad Everton.
Al 5’17” il Città di Sestu si ritrova in inferiorità numerica a causa della seconda ammonizione e conseguente espulsione comminata ad Hozjan, reo di aver ostacolato con una trattenuta il diretto avversario ma con l’uomo in meno si vede tutta la tenuta mentale dei padroni di casa che non rischiano praticamente nulla se non sulla staffilata di Etzi respinta da Erbì.
Nonostante l’occasione mancata, la Leonardo non si arrende e continua a lanciarsi in avanti trovando il gol della speranza con Tidu al minuto 8’10”, con il numero 10 arancionero che sfrutta al meglio un errore d’impostazione di Digao per andare a segno e, galvanizzati dalla rete, sfiorano il 4-3 con una mina di Etzi che si stampa sull’incrocio dei pali.
I rossoblu, lasciata passare la sfuriata avversaria, si ripropone in avanti con Cau, ottima prestazione la sua, che va vicino alla gioia personale in più momenti anche con azioni pregevoli ma la vera sterzata al match la danno il raggiungimento del sesto fallo da parte degli ospiti, con Dall’Onder che si fa ipnotizzare da Lecca, e l’espulsione di Perdighe che abbandona la contesa prima del tempo lasciando i suoi in inferiorità numerica, vantaggio che i sestesi sfruttano a pieno con la conclusione centrale di Ganzetti che sorprende l’estremo difensore.
Con un triplo svantaggio da recuperare, il tecnico dei cagliaritani Catta opta per Everton portiere di movimento la sua mossa non ottiene gli effetti sperati e, su una palla persa, Digao dalla distanza mette il sigillo finale a porta sguarnita quando il cronometro segna 4’37” al termine.
Nei minuti finali c’è poco da segnalare se non il quinto fallo dei sestesi e una potenziale occasione da gol per Everton che finisce a lato, alla sirena esplode la gioia del pubblico del PalaDante che si unisce a quella dei propri beniamini per una vittoria meritata.

Tre punti molto importanti quelli raccolti dal Città di Sestu per classifica e morale, arrivati prima di una settimana che offrirà ulteriori risposte a Mario Mura ed i suoi ragazzi, chiamati al doppio impegno prima in Coppa Divisione sul campo del Futsal Ossi e successivamente in campionato nel match casalingo contro Milano.

CITTÀ DI SESTU-LEONARDO 6-2 (4-1 p.t.)

CITTÀ DI SESTU: Erbì, Hozjan, Rufine, Dall’Onder, Digao, Cadoni, Casu, Cau, Fois, Ruggiu, Ganzetti, Etzi. All. Mura

LEONARDO: Lecca, Deivison, Tidu, Dos Santos, Perdighe, Podda, Demurtas, Billai, Guarnieri, Etzi, Siddi, Orani. All. Catta

MARCATORI: 5’ p.t. Hozjan (S), 11’13’’ Rufine (S), 15’47’’ Ruggiu (S), 16’44’’ Etzi (L), 18’57’’ Casu (S), 8’10’’ s.t. Tidu (L), 14’41’’ Ganzetti (S), 15’23’’ Digao (S)

AMMONITI: Demurtas (L), Etzi (L), Hozjan (S), Casu (S), Dos Santos (L), Ganzetti (S), Perdighe (L), Digao (S)

ESPULSI: al 5’17’’ del s.t. Hozjan (S) per somma di ammonizioni, al 12’43’’ del s.t. Perdighe (L) per somma di ammonizioni

NOTE: al 12’36’’ Lecca (L) para un tiro libero a Dall’Onder (S)

ARBITRI: Fabio Stelluti (Ancona), Alessandro Ribaudo (Roma 2) CRONO: Stefano Pani (Oristano)

Altre notizie relative

Capolavoro Leonardo, Sestu OK Sconfitta per l'Ossi con Mantova
Il Città di Sestu fa visita al Carrè I rossoblu cercano la prima vittoria esterna sul campo del Carrè Chiuppano
Il Città di Sestu risorge con la capolista Sconfitte per Leonardo Cagliari e Ossi

...e tu cosa ne pensi?

300