Melkamu Taufer, tra i migliori dell’Arzachena contro la Juventus

Pini 6 – Rischia grosso sul tiro di Bunino, dove si salva smanacciando sulla trasversale, poi sul tiro di Beruatto è ancora il legno ad aiutarlo. Graziato da Muratore. Ripresa da spettatore per merito dei compagni e la pochezza juventina.

Pandolfi 6.5 – Ennesima conferma della sua solidità, rimane guardingo in difesa ed emerge nella lotta finale.

Baldan 6.5 – Non sbaglia nulla a livello difensivo, in fase di impostazione la butta spesso via un po’ come tutti, ma le indicazioni erano chiare.

La Rosa 6.5 – Brividi quando eccede nella confidenza palla al piede, valuta bene ogni situazione in marcatura, nel corpo a corpo, in anticipo e in via preventiva.



Trillò 7 – Uno dei più attivi sino alla fine, perde la timidezza e si lancia anche in proiezione offensiva. Gagliardo come lo si aspettava, adesso deve pasticciare meno.

Arboleda 6 – Un po’ arrugginito, non bada troppo al sottile, rimane in posizione e dà manforte alla retroguardia.

Taufer 7 – Inesauribile a ridosso delle punte, cresce alla distanza e nella ripresa aumenta ulteriormente i giri, meritandosi l’elogio pubblico di Giorico. Poca qualità, tanta quantità, fondamentale per inibire la Juventus. (dal 77′ Porcheddu 6 – Indossa l’elmetto e combatte con generosità in mezzo al campo. Si prende per eccesso di foga il terzo giallo in due partite, visto che uno era arrivato dalla panchina)

Casini 6 – Meno appariscente ed elettrico di altre volte, tiene il timone davanti alla difesa con sagacia e chiude da “chioccia” nel centrocampo con due scudieri classe ’99.

Bonacquisti 7 – Gran gol con terzo tempo e girata aerea sul primo palo, gioca un’ora poi si arrende agli acciacchi, ma se lì in mezzo la Juventus si impantana è anche merito del capitano. VIDEO – LE SUE PAROLE NEL POST-PARTITA (dal 61′ Manca 6 – Giorico gli chiede la classica legna e lui la rimedia nel bosco portandola con profitto in casa)

Gatto 6 – Ha il merito di calciare il corner decisivo e sacrificarsi, nel complesso combina poco ed è prevedibile, non può bastare da colui che dovrebbe alzare la qualità della squadra nella zona calda. (dall’83’ Busatto 6 – Pochi minuti per difendere la vittoria e convincere Giorico che può contare su di lui)



Sanna 6.5 – Un paio di controlli errati gridano vendetta, per lui che lanciato in quel modo in profondità difficilmente perdona. E’ salvifico perché gioca tutta la partita e fino all’ultimo disturba i difensori bianconeri, costretti a far girare la palla eternamente a vuoto, sporcando molte costruzioni dal basso. . VIDEO – LE SUE PAROLE NEL POST-PARTITA 

Allenatore: Mauro Giorico 7 – Per lo spettacolo bussare altrove, ma quando c’è da mordere la pagnotta i suoi non tradiscono. Piano partita perfetto, secondo le caratteristiche operaie degli smeraldini, Juventus incartata e 6 punti alla voce classifica. Indovina tutto e c’è il pizzico di fortuna che non guasta. Quando avrà Nuvoli, Moi e Loi al top sarà ancor più bello. LE SUE PAROLE NEL POST-PARTITA

JUVENTUS UNDER 23 (3-5-2): Del Favero 6; Morelli 5, Alcibiade 5 (55’ Del Prete 5), Coccolo 6; Di Pardo 5 (18’ st. Zanimacchia 5), Toure 6, Muratore 4.5 (20’ st. Olivieri 4.5), Emmanuello 5, Beruatto 6 (43’ st. Pozzebon SV); Pereira 4.5, Bunino 5 (19’ st. Mavididi 4.5). All. Zironelli 4.5

Fabio Frongia

Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300