. (foto Giuseppe De Palmas)

Parte venerdì prossimo (19 ottobre)  il 1° Rally Internazionale Storico della Costa Smeralda in programma il 19, 20 e 21 ottobre. La manifestazione sarà un “remake” della celebre gara smeraldina, organizzata dall’Automobil Club Sassari, con la partnership della Regione Sardegna, di Aci Storico, dell’Automobile Club d’Italia, del Comune di Arzachena, del Consorzio Costa Smeralda e della Marriott.



Per festeggiare al meglio i 40 anni di questa manifestazione, gli appassionati rivedranno all’opera le stesse macchine, gli stessi piloti e le stesse prove speciali di allora che nel frattempo sono state asfaltate. La base operativa della gara sarà a Porto Cervo ed in totale sono 10 i crono in programma che compongono il percorso di questo 1° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda per untotale di 88,46 km cronometrati. Si inizia con lo shakedown in programma venerdì 19 al mattino alle ore 9 a Baja Sardinia (3,38 km), poi il via alle ostilità sarà dato nel pomeriggio alle ore 16 con la partenza della prima tappa dal molo vecchio di Porto Cervo con quattro speciali in programma, vale a dire due passaggi sul mitico crono dell’Isuledda (ore 16.44 e 19.24) e due sulla prova di SanPasquale (ore 17.20 e 20) per un totale di 22,58 km cronometrati. Sabato 20 si prosegue poi con la seconda giornata di gara per ulteriori 65,88 km cronometrati con le speciali di Campovaglio (ore 10.04 e 15.11), Aglientu (ore 10.38 e 15.45) e Luogosanto (11.22 e 16.29) che verranno ripetute due volte dopo un riordino a Tempio (ore 12.22). L’arrivo finale è previsto al Molo Vecchio di Porto Cervo alle ore 18. Infine domenica ci sarà la premiazione in piazzetta a Porto Cervo alle ore 10.30.

GLI ISCRITTI. Sono stati numerosi i piloti che hanno già dato adesione alla gara, e grazie a numerosi contatti soprattutto con equipaggi spagnoli la corsa avrà un’interessante caratura internazionalecome tradizione del Costa Smeralda. Le iscrizioni chiudono domani, al momento i piloti che hanno dato la loro adesione sono sessanta (30 per il rally e 30 per la regolarità). Da segnalare la partecipazione di Maurizio Verini (Fiat 124 Abarth), primo vincitore del Costa Smeralda, del barcellonese Alex Romanì (Lancia Fulvia) ex navigatore di Puras, Solà e Climent ed organizzatore del Rally Costa Brava Historic (valido per l’Europeo), degli spagnoli Mirò-Matacavas (Porsche 911 SC), delle Lancia Stratos di Francone-Francone e Costenaro-Zambiasi, della Subaru Legacy di Marco DeMarco, e dell’intramontabile Bruno Bentivogli su Ford Sierra. Da seguire anche il duello tutto nuorese tra Seddone (Alfasud Sprint) e Gallu (Alfetta Gtv) e le gare di Pellicioni (Ford Escort), Caragliu-Atzei (Lancia Delta), Giambattista Conti (Peugeot 309 Gti) e Catania (Lancia Delta).

Altre notizie relative

A Iccolti-Zanchetta il 1° Rally Costa Smeralda Storico Sul podio Costenaro-Zambiasi e Caragliu-Atzei
Caso Cozzula, regna ancora l’indifferenza Il navigatore prosegue la sua lotta per tornare in macchina
Rally Legend, c’era anche un po’ di Sardegna Giorgio Mela e Paolo Diana hanno dato spettacolo nella tre giorni sammarinese

...e tu cosa ne pensi?

300