Tommaso Giulini (foto: Zuddas)

Nell’ambito dell’intervista rilasciata a Tuttosport, dove parla della possibilità di trattenere Nicolò Barella e dell’impossibilità di giocare a breve la Champions League anche a causa dell’assenza di un impianto al passo coi tempi, il presidente del Cagliari Tommaso Giulini dice la sua anche sui problemi del calcio italiano.

GIULINI SU BARELLA: “SENZA STADIO E’ DURA TENERLO…” | Clicca qui!



“Ci sono due problematiche da risolvere – spiega dal suo punto di vista -, ovvero le infrastrutture e la giustizia sportiva. Fino a quando non riusciremo a fare una riforma completa e totale della giustizia sportiva, si continuerà a finire in situazioni assurde come quelle che si sono verificate negli ultimi tre mesi. Inoltre, finché in Italia non avremo almeno dodici, tredici stadi fatti come Dio comanda, non potremo mai essere all’altezza di Inghilterra, Germania e Spagna. Detto questo, è inconcepibile che la Serie A non sia riuscita a esprimere un candidato per la presidenza federale. Adesso è giusto dare credito a Gravina (ormai presidente in pectore in quanto unico candidato ndr), ma credo che, se avessimo lavorato con più anticipo e coesione, saremmo riusciti a convincere Moratti“.

Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300