Antonio Carboni, vice-presidente della Torres (foto: Alessandro Sanna)

Un brutto episodio ha visto come protagonista Antonio Carboni, vice-presidente della Torres. La sua auto, nella notte tra giovedì e venerdì, è stata data alle fiamme nel cortile adiacente alla sua abitazione. Le indagini dovranno chiarire se il fatto sia legato al suo ruolo nel club rossoblù, al suo lavoro di agente di commercio o altro.



Intanto è lo stesso Carboni – tramite La Nuova Sardegna – a commentare quanto successo in relazione all’eventuale legame con la stagione torresina. “Non sarà questa vigliaccata a farmi lasciare l’incarico che ricopro – dice -. Non ho nemici, ma se chi ha commesso questo grave atto intimidatorio pensava di spaventarmi ha proprio sbagliato persona. Spero che vengano individuati quanto prima i responsabili, nel mentre io continuerò a lavorare per il bene della Torres insieme al presidente Sechi”.

Altre notizie relative

Lanusei in estasi, 1-0 al Cassino e primo posto Cronaca e tabellino di Lanusei-Cassino 1-0
Sanna: “Voglio una squadra incazzosa” Le prime parole del mister in vista della gara col Trastevere
Torres, esonerato Tortora! Sechi: “Necessario cambiare” La nota ufficiale con le parole di Salvatore Sechi

...e tu cosa ne pensi?

300