Archimede Graziani, ex tecnico del Lanusei ora all’Avellino (foto: Giorgio Marras)

Sale l’attesa in casa Lanusei per la sfida al vertice in quel di Avellino, domenica alle 15 al Partenio. Un match di cartello in modo inaspettato, grazie al clamoroso exploit iniziale degli ogliastrini in Serie D, e ora c’è il condimento extra della presenza di Archimede Graziani sulla panchina irpina. Proprio colui che l’anno scorso portò il Lanusei ad una poderosa rimonta salvezza. In più c’è la caratura dell’avversario, i biancoverdi campani reduci dal fallimento e dal crollo in quarta serie.



Un rovescio che ha portato il patron Di Cesare a investire tanto (quasi 4 milioni di euro) per costruire una corazzata che possa tornare subito tra i professionisti. Ma i risultati di inizio stagione non sono esaltati, così il focoso Graziani è finito nel mirino della critica e della stessa società, che si starebbe guardando attorno. Eziolino Capuano e Marco Marcolini (avrebbe dovuto allenare l’Avellino in B senza il fallimento) sono dati in rampa di lancio. Ecco perché Graziani dovrà convincere sul campo, dopo le solite dichiarazioni roboanti in sala stampa, proprio al cospetto del gruppo con il quale ha condiviso momenti indimenticabili. Ce n’è abbastanza per segnare col circoletto rosso la sfida tra Avellino e Lanusei!

 

Altre notizie relative

Lanusei battuto a Monterosi Cronaca e tabellino di Monterosi-Lanusei 1-0
Serie D, vietato sbagliare nell’infrasettimanale Girone G di nuovo in campo dopo tre giorni
Lanusei in estasi, 1-0 al Cassino e primo posto Cronaca e tabellino di Lanusei-Cassino 1-0

...e tu cosa ne pensi?

300