.

Terza giornata negativa per le squadre isolane impegnate nella Serie A2 di Futsal maschile. Il Città di Sestu subisce una clamorosa rimonta dal Milano: i rossoblù di Mura in vantaggio per 6-2 si sono visti recuperare nel giro di 7 minuti non trovando il gol della vittoria nel finale.



Pesanti KO per il Futsal San Bartolomeo Ossi e per la Leonardo Cagliari: i gialloblù di Loriga subiscono un netto 6-0 dall’Asti, mentre gli arancioneri si sono arresi alla capolista Mantova 6-2. Una gara difficilissima quella della Leonardo, colpita dall’incidente occorso al brasiliano Everton, caduto dal balcone della sua abitazione e ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

TABELLINI

CITTÀ DI SESTU-MILANO 6-6 (4-2 p.t.)
CITTÀ DI SESTU: Erbì, Hozjan, Rufine, Digao, Dall’Onder, Cadoni, Ruzzu, Ganzetti, Cau, Fois, Ruggiu, Etzi. All. Mura
MILANO: Muratori, Lopez Escobar, Esposito, Renoldi, Sanchez, Santagati, Peverini M., Lucini, Peverini L., Brioschi, Sardella, Mauri. All. Sau
MARCATORI: 1’21’’ p.t. Rufine (S), 1’43’’ Sardella (M), 2’26’’ Renoldi (M), 4’ Hozjan (S), 18’30’’ Cau (S), 19’51’’ Digao (S), 2’27’’ s.t. Dall’Onder (S), 3’55’’ Ruggiu (S), 6’17’’ Sardella (M), 9’33’’ Renoldi (M), 11’27’’ Sanchez (M), 13’18’’ Peverini M. (M)
AMMONITI: Dall’Onder (S), Peverini M. (M), Renoldi (M), Rufine (S), Hozjan (S)
NOTE: al 12’16’’ del s.t. Erbì (S) para un calcio di rigore a Lopez Escobar (M)
ARBITRI: Davide Fardelli (Cassino), Alessandro Pompeo Ghiretti (Ciampino) CRONO: Michele Desogus (Cagliari)

 

CITTÀ DI ASTI-OSSI SAN BARTOLOMEO 6-0 (2-0 p.t.)
CITTÀ DI ASTI: Tropiano, Itria, Corsini, Siviero, Mendes, Celentano, Cano, Fazio, Ongari, Bosio, Fiscante, Scianna. All. Lotta
OSSI SAN BARTOLOMEO: Zanatta, Fiori R., Santos, Guandeline, Da Costa, Muresu, Canu, Corona, Fozzi, Sechi, Dalerci, Cabras. All. Loriga
MARCATORI: 1’39’’ p.t. Siviero (A), 8’57’’ Ongari (A), 1’17’’ s.t. Itria (A), 10’15’’ Mendes (A), 12’28’’ Itria (A), 19’21’’ rig. Cano (A)
AMMONITI: Fiori R. (O)
ESPULSI: al 19’21’’ del s.t. Corona (O)
ARBITRI: Simone Zanfino (Agropoli), Francesco Paolo Spinazzola (Barletta) CRONO: Stefano Pasquino (Nicolino)

LEONARDO-MANTOVA 2-6 (1-4 p.t.)
LEONARDO: Lecca, Etzi, Tidu, Dos Santos, Perdighe, Podda, Demurtas, Lai, Deivison, Ugas, Siddi, Orani. All. Catta
MANTOVA: Ricordi, Leleco, Kytola, Ziberi, Manzali, Gumeniuk, Lutta, Mancini, Ortega, Rocha, Fontaniello. All. Milella
MARCATORI: 0’59’’ p.t. Manzali (M), 6’59’’ Ortega (M), 12’51’’ Manzali (M), 13’42’’ Dos Santos (L), 14’58’’ Ziberi (M), 5’ s.t. Manzali (M), 8’45’’ Etzi (L), 19’10’’ Rocha (M)
AMMONITI: Manzali (M)
ARBITRI: Simone Pisani (Aprilia), Luca Micheli (Frosinone) CRONO: Gian Paolo Orrù (Oristano)

Sestu-Milano (a cura di ufficio stampa)Festa del gol al PalaDante ma questa volta il Città di Sestu non può certo essere felice: i rossoblu, dopo essere stati sopra per 6-2, subiscono la seconda rimonta in questo campionato e vengono bloccati sul 6-6 da un Milano coriaceo e volenteroso.

Il tecnico dei sestesi Mario Mura mischia nuovamente le carte e lascia in tribuna Casu, schierando dal primo istante il quintetto formato da Erbì, capitan Rufine, Hozjan, Digao e Dall’Onder, la risposta dell’allenatore ospite Sau è affidata a Muratori tra i pali, Esposito, Renoldi, Sanchez Pla e l’ex Escobar.

Il match è da subito scoppiettante: dopo l’occasione capitata a Dall’Onder, è Rufine ad aprire le danze con un fendente al minuto 1’21”, tra il 1’43” ed il 2’24” i meneghini ribaltano il match con le reti di Sardella e Renoldi, al 4′ Hozjan trova il diagonale vincente che ristabilisce la parità, andando anche vicino al 3-2 mancando per un soffio la sfera consegnatagli da Digao.
Dati ed incassati i colpi, le due compagini prendono le misure e chiudono perfettamente la strada ad ogni tentativo avversario di mettere la testa avanti, i sestesi hanno qualche occasione per mettere freccia ma Cau, Rufine ed Hozjan vengono bloccati dall’estremo difensore ospite, Ruggiu invece non trova il bersaglio grosso per questione di centimetri.
Nel finale della prima frazione si riaccende la gara, Ganzetti al 16′ coglie una clamorosa traversa, Esposito calcia a botta sicura ma Erbì si trasforma in Superman mantenendo il punteggio invariato, a cambiare il risultato ci pensa 
Cau, ottima la sua transizione in 3 contro 2 e altrettanto ottima la sua conclusione alla sinistra di Muratori quando all’intervallo mancano 90 secondi, la rete di Digao, bravissimo nell’anticipare il portiere milanese sfruttando il preciso passaggio tra le linee di Dall’Onder, manda le squadre sul 4-2 al termine dei primi venti minuti.

Nella ripresa il Città di Sestu non toglie il piede dall’acceleratore andando a pressare, gli ospiti, dal canto loro, provano a colpire con Renoldi e Sardella non trovando la porta.
Al 2’23” arriva il 5-2 sestese: Hozjan si esibisce nel suo cavallo di battaglia saltando i diretti avversari e servendo una palla d’oro a Dall’Onder, per il pivot è un gioco da ragazzi appoggiare in rete, il Milano prova ad accorciare le distanze ma Erbì e la poca precisione di Escobar non aiutano.
I rossoblu hanno spazi aperti davanti e ne approfittano subito con 
Ruggiu al 3’55”, ben servito da Digao, la reazione meneghina è veemente e viene premiata dalla seconda rete sia diSardella, deviazione dubbia sulla linea, sia di Renoldi, con quest’ultimo che ha colpito anche un palo qualche istante prima.
Capita la situazione, la squadra di Daniele Sau alza il baricentro costringendo i padroni di casa ad indietreggiare, Dall’Onder prova ad allontanare la minaccia senza successo, Sanchez Pla, al minuto 11’27”, porta a meno uno i suoi compagni.
Al 12’16” arriva la prima occasione per i milanesi di pareggiare con il rigore decretato dai direttori di gara per mano di Ganzetti, dal dischetto si presenta l’ex 
Escobar ma Erbì ipnotizza il catalano, ripetendosi anche su Renoldi però la fortuna volta le spalle al numero 1 sestese sulla conclusione di Marco Peverini al 13’18”.
Subita la rimonta, capitan Rufine suona la carica cercando di riportare la gara sui binari giusti, Muratori blocca in due tempi, poi arriva l’occasione che potrebbe cambiare la partita se non fosse per un’errata interpretazione del duo arbitrale: Hozjan si ripete saltando tutti gli uomini e si ritrova solo davanti al portiere lombardo, Renoldi lo tocca da dietro al limite dell’area e ci si aspetta il secondo giallo e conseguente rosso per il numero 10 italo-brasiliano, invece arriva il giallo per simulazione comminato allo sloveno.
A 30 secondi dal termine la botta di Rufine sembra destinata a insaccarsi dietro le spalle di Muratori ma la malasorte si accanisce nuovamente contro i rossoblu e la palla sbatte sul montante, lasciando così il risultato sul 6-6 finale.

Altri due punti per dal Città di Sestu dopo una partita che sembrava essere saldamente sulle loro mani, la settimana prossima arriva la prima trasferta lontana dall’isola, precisamente sul campo del Mantova capolista, con l’obiettivo di strappare un risultato che possa archiviare un altro amaro pareggio.

Altre notizie relative

Futsal: Leonardo a valanga su Ossi, Sestu KO Gli arancioneri escono momentaneamente dalla zona calda
Futsal, trasferta trentina per il Città di Sestu I rossoblù afronteranno il Bubi Merano
Città di Sestu sfortunato, passa Asti Pareggio per la Leonardo, tracollo Ossi

...e tu cosa ne pensi?

300