Mauro Giorico (foto Emanuele Perrone)

A poche ore dalla pesante sconfitta di Lucca, l’Arzachena torna in campo per affrontare al “Biagio Pirina” l’Alessandria, reduce dallo 0-0 con l’Olbia. Mister Mauro Giorico ha evidenziato la difficoltà della partita contro i grigi: “È complicato preparare una partita in un giorno, soprattutto dopo una sconfitta così netta. Abbiamo lasciato i ragazzi liberi mentalmente per riprendere subito dalla prossima. Abbiamo studiato gli avversari, sono molto quadrati e forti. Abbiamo l’obbligo di giocare la gara con le nostre armi, sperando di recuperare le energie che abbiamo sprecato in questa settimana. Sicuramente non saremo al top della condizione, faremo qualche modifica nell’undici iniziale. Abbiamo l’esigenza di cercare i punti, l’abbiamo fatto con la Juventus e non vedo perché non dovremmo farlo con l’Alessandria, squadra blasonata e con un allenatore valido”. 



“Non penso che abbia un significato particolare questa gara. Tutte le gare fanno storia a sé – prosegue l’allenatore -. Dispiace avere preso tanti gol, gli ultimi due a Lucca li avremmo potuti evitare con un po’ d’attenzione in più. Questo ci deve dare la forza per non commettere più questi errori e non subire gol come nelle ultime gare giocate in casa”. 

Il tecnico smeraldino fa il bilancio sull’infermeria: “Loi (uscito alla mezz’ora con la Lucchese ndr) non sarà parte della partita: pensavo di averlo recuperato, ma evidentemente i ritmi sono stati troppo alti e cercheremo di rimetterlo a posto il prima possibile. C’è qualche giocatore stanco, schiereremo un undici equilibrato e con forza nelle gambe”. 

Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300