Prometeo Vacca, Presidente della Tharros

Il presente in casa Tharros assume tinte sempre più fosche. E il futuro, se possibile, appare ancor più nebuloso. Il presidente biancorosso Prometeo Vacca, ormai nell’occhio del ciclone, cerca di chiarire lo stato di salute della società oristanese. E le sue parole – rilasciate a La Nuova Sardegna – risuonano come ultimi rintocchi biancorossi.

La Tharros ha dei debiti, come tante altre società – ha affermato Vacca -. Ma quando la rilevai trovai più debiti di quelli che ci sono ora. La retrocessione ha complicato i piani e tutto questo parlar male ha allontanato anche gli sponsor che ci davano una mano. Si è creato un clima pesante e offensivo”.



La trattativa per il passaggio all’ex patron del Selargius, Tonio Mura, è naufragata quando sembrava ormai in porto: “Era molto interessato. Posso provare che la documentazione che ho presentato è in regola, sono pronto a metterla a disposizione di chiunque per le verifiche del caso. Il problema di Mura è che lui è interdetto dalla Federazione e non può fare il presidente. Ha sondato la disponibilità di alcune persone per rivestire la carica e gestire la società, ma ad Oristano nessuno ha il coraggio”.

Il passaparola cittadino parla di altre due cordate interessate: “Due, una oristanese e una di Cagliari. Sono disposto anche a cedere a titolo gratuito. Se queste trattative non andassero in porto  sono pronto a rimettere nelle mani del Sindaco le chiavi della società”.

Nel corso di questi mesi la relazione con la città è stata turbolenta: “Sono stato inesperto, non ho ascoltato chi mi diceva che gli imprenditori di Oristano non appoggiano le società sportive come dovrebbero. Manca lo spirito di cooperazione, a differenza di quanto avviene in paesi come Lanusei, Gavoi o Tonara. Alla Tharros, invece, il presidente deve gestire tutto. Ricade tutto sulle sue spalle”.

Quanto si vergogna di questa situazione? “Tantissimo. Ma sono al limite. Non posso continuare a sopportare tutte le spese che la Tharros richiede. Se ci fosse stato spirito di associazione avremmo potuto risolvere tutti i problemi”.



Altre notizie relative

Mancano i giocatori: la Tharros non gioca Niente trasferta a Samassi per la storica società oristanese
Tharros, al peggio non c’è fine La Tharros incassa l'ennesima sconfitta, questa volta contro l'Atletico Narcao: 0-3 a tavolino! Le motivazioni assumono contorni comici
Tharros, Tonio Mura all’orizzonte Se la tempesta sia o meno finita sarà solo il tempo a dirlo. Di fatto, però, c'è che una nuova parentesi si prospetta nel futuro della Tharros

...e tu cosa ne pensi?

300