Serie A2 Basket Maschile 2017/18, 3° giornata

Finalmente il Pala Pirastu può gioire. La Hertz Cagliari trova la prima vittoria in campionato battendo l’OraSì Ravenna per 82-78 in una gara dal finale esaltante: una bella rimonta quella dei ragazzi guidati da Alessandro Iacozza dopo un secondo quarto da dimenticare.



LA CRONACA: L’avvio è favorevole ai padroni di casa: Johnson e Bucarelli si trovano a meraviglia e coach Mazzon è costretto al primo minuto di sospensione. I ravvennati si assestano e, trascinati dall’esperienza di Masciadri, si riportano in scia e operano il sorpasso con la tripla dall’angolo dell’estone Jurkatamm: Rullo opera il controsorpasso pochi istanti dopo per il 21-20 che chiude il primo quarto. Nel secondo periodo le difese sembrano prevalere sugli attacchi, con Hairston e Picarelli che si rendono protagonisti di una stoppata per parte: Cagliari perde la bussola e Ravenna prova ad allungare sfruttando il gioco interno-esterno e punendo gli avversari dalla distanza. I giallorossi prendono il largo, ma Rullo e Miles provano a caricarsi la squadra sulle spalle e riescono a contenere sotto la doppia cifra lo svantaggio. Mazzon prepara ottimamente l’ultimo attacco e il tiro aperto di Montano dai 6,75 manda le squadre a riposo sul 38-51.

Il canovaccio non cambia a inizio terzo quarto con i rossoblù sempre all’inseguimento: gli ospiti si appannano e la squadra del Golfo degli Angeli risale la china portandosi a un solo possesso di stanza con la tripla di Justin Johnson. I quintetti si rispondono colpo su colpo ed è 65-66 all’ultimo mini-intervallo. Bucarelli, uno dei più positivi dei suoi, impatta con la tripla centrale a quota 70 e gli ultimi 5′ sono un susseguirsi di emozioni e di sorpassi e controsorpassi. A -1′ dalla sirena Laganà fa 0/2 ai liberi e si arriva a 26″ dal termine sul 78-77: Ravenna fallisce l’attacco e lascia l’ultima azione ai padroni di casa. Johnson non trema dalla linea della carità, ma dall’altra parte Matrone si lascia ingolosire dalla stoppata sul tentativo da tre di Laganà che va di nuovo in lunetta: il numero 32 sbaglia il primo ed è costretto all’errore alla ricerca del rimbalzo che viene però preso da uno straordinario Miles. L’ex Scafati si conquista anche il fallo e sancisce la vittoria cagliaritana.

Hertz Cagliari Dinamo Academy – OraSì Ravenna 82-78 (21-20, 17-31, 27-15, 17-12)

Cagliari: Johnson 20, Picarelli 2, Matrone 6, Bucarelli 9, Miles 22, Galizzi, Ebeling 5, Rullo 18, Allegretti, Rovatti, Floridia.

Ravenna: Hairston 8, Smith 14, Jurkatamm 3, Laganà 10, Montano 13, Rubbini 3, Masciadri 20, Seck, Baldassi, Cardillo 4, Gandini 3, Tartamella.

Altre notizie relative

Cagliari senza scampo a Verona I rossoblù rimangono a 2 punti
Cagliari si sveglia tardi contro Cento Terza sconfitta consecutiva per i rossoblù
Hertz Cagliari bombardata a Ferrara I rossoblù, orfani di Johnson, escono sconfitti dall'Emilia

...e tu cosa ne pensi?

300