.

Dimenticare la partita con il Milano e dimostrare che si è trattato solo di un incidente di percorso: con queste prerogative, il Città di Sestu, avvelenato e ferito nell’orgoglio, volge il proprio sguardo verso la trasferta sul campo della capolista Mantova, in quello che si appresta ad essere il match di cartello della quarta giornata del Girone A di Serie A2.

Facendo un passo indietro, c’è tanta amarezza per il pareggio arrivato contro la formazione meneghina, soprattutto vista la piega che aveva preso la gara, con i rossoblu avanti di quattro lunghezze e poi raggiunti da Esposito e compagni:
“Dovevamo gestire meglio il vantaggio – afferma con rammarico Manuel Erbì, protagonista dell’incontro con un rigore parato all’ex Escobar – Si tratta di un atteggiamento mentale sbagliato, non c’è altra spiegazione.
Dissipare un divario così ampio, con squadre forti come il Milano, può essere deleterio ma credo che in futuro non ricapiterà, abbiamo imparato la lezione e, qualora dovesse capitare, rimarremo concentrati e determinati”.



La storia racconta che Mario Mura ed i suoi ragazzi sono sempre emersi nelle difficoltà e l’imminente impegno con la battistrada Mantova sembra essere l’occasione giusta per riprendere la retta via, nonostante i numeri sulla carta possano dire il contrario perchè i virgiliani viaggiano a punteggio pieno con una media superiore ai 5 gol realizzati a partita, guadagnandosi così l’etichetta di matricola terribile e dimostrando di aver assimilato bene il salto di categoria:
“Renderemo visita ad un’ottima squadra con tanti elementi di spicco, uno su tutti Manzali – dichiara l’estremo difensore sestese – La classifica non mente ed i risultati parlano chiaro, se vogliamo strappare punti sul loro campo dobbiamo avere molta più fame dei nostri avversari.
Le sfide di alta classifica di per sè hanno il loro fascino e ti caricano ma gli stimoli aumentano quando sei reduce da una gara che ti ha lasciato insoddisfatto”.

Dando uno sguardo alla classifica, il Città di Sestu, dopo tre giornate, si trova ai piedi del podio distante quattro punti dalla prima piazza ed, analizzando i due pareggi stagionali, ci potevano stare anche i rossoblu insieme alla compagine guidata dal tecnico Milella, però la stagione è lunga ed Erbì guarda con fiducia verso il futuro:
“Se non fosse per quei due mezzi passi falsi si potrebbe parlare di match tra capolista ma questo campionato è molto equilibrato ed ogni incontro racconta una storia diversa.
Noi siamo un gruppo che deve completare il suo processo d’unione e quindi è nella normalità che ci sia ancora qualche incomprensione ma con il lavoro limeremo le nostre mancanze e ci toglieremo svariate soddisfazioni, ne sono certo”.

La sfida tra Mantova Città di Sestu andrà in scena Sabato 27 Ottobre con fischio d’inizio fissato alle ore 16 presso il Pala Neolù di Mantova e gli arbitri designati sono Giulia Fedrigo della sezione di PordenoneFabio Parretti della sezione di Prato coadiuvati al cronometro da Davide Plutino della sezione di Foggia.

Ufficio Stampa

Altre notizie relative

Futsal, trasferta trentina per il Città di Sestu I rossoblù afronteranno il Bubi Merano
Città di Sestu sfortunato, passa Asti Pareggio per la Leonardo, tracollo Ossi
Futsal, il Città di Sestu ospita Asti I rossoblù vogliono tornare a vincere

...e tu cosa ne pensi?

300