Mauro Giorico (foto Emanuele Perrone)

Due sconfitte consecutive per l’Arzachena, in cerca di riscatto al “Fratelli Paschiero” di Cuneo. La gara contro i piemontesi assume già i connotati dello scontro diretto tra due compagini che hanno la salvezza come obiettivo finale. Il mister dell’Arzachena, Mauro Giorico, ha presentato così la partita :“Servirà molta attenzione, dovremo interpretare bene la gara: il Cuneo è una squadra che ultimamente ha fatto bene”. 



“Obbligati a vincere? No, non direi – prosegue il tecnico -. Il Cuneo è una buona squadra e noi cercheremo in tutti i modi di fare bene e portare a casa qualcosa. Vengono da due vittorie con Olbia e Pro Piacenza, sono forti al di là dei problemi fuori dal campo. Sono abituati a cambiare diversi moduli, noi abbiamo già pensato di metterci in un certo modo: credo che le squadre si somiglino. Turnover? Pensiamo di far recuperare qualche giocatore ma non con una grande rotazione, giocheremo anche a Pisa in Coppa Italia in settimana”. 

Giorico fa poi il punto sulla situazione infortunati: “Abbiamo recuperato in parte Moi, ma necessita di un’altra settimana per ritrovare la condizione. Alcuni, come Bonacquisti, hanno ancora bisogno di tempo”. L’allenatore commenta infine la situazione di caos dei campionati: “Ci disturba non sapere quali gare sono da giocare o meno: ho letto con interesse la lettera della dirigenza del Pisa che chiede la sospensione del campionato e mi trovo d’accordo con loro. Non sapere quali squadre dovrai affrontare e chi fa parte di questo girone dopo due mesi di campionato non è una situazione ottimale”.

Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300