Michele Filippi (foto Emanuele Perrone)

Ritorna al “Bruno Nespoli” l’Olbia di Michele Filippi. Dopo il successo esterno con la Carrarese, i bianchi ospitano l’Arezzo nella nona giornata di campionato. Il mister dei galluresi ha presentato così la sfida: “La vittoria di lunedì ci ha permesso di sputare fuori il veleno accumulato nei turni precedenti – le sue parole in conferenza stampa -. La squadra è rimasta sempre serena ed equilibrata, e ora non si lascia certo andare a facili entusiasmi anche perché abbiamo subito delle reti evitabili e su questi aspetti abbiamo lavorato in settimana. Ci siamo calati immediatamente nella nuova settimana di lavoro e arriviamo pronti a questa nuova battaglia“.



L’Arezzo si presenta in Sardegna da seconda forza del girone, forte dei 14 punti conquistati con 8 reti realizzate e appena 4 subite: “Indubbiamente si tratta di un’ottima squadra che sta dimostrando di saper giocare un calcio di qualità e che vive l’entusiasmo accumulato sulla scia dell’impresa compiuta nel finale della passata stagione. È vero che ha cambiato alcuni elementi, ma ha mantenuto altri giocatori che hanno saputo dare continuità ai risultati dello scorso anno“.

Nell’Olbia stessi disponibili di sei giorni fa, più carichi e motivati che mai, anche se il tecnico non intende sbilanciarsi sull’ipotetico undici iniziale: “Disponiamo di una rosa ben assortita, coperta in tutti i reparti. Tutti sono pronti a dare il proprio contributo, ma domani scenderà in campo chi ha nella settimana ha dimostrato di stare meglio. Rosa ben assortita, siamo coperti, in questo momento gioca chi sta meglio, chi recupera meglio, chi è più in forma“.

In chiusura, commenti su Calamai e Senesi: “Matteo non giocava da tanto, ma si sta integrando al meglio e già con la Carrarese, in un momento non semplice della gara, ha dimostrato tutto il proprio valore. Del rendimento di Yuri, invece, non sono sorpreso. Sono convinto che nel ruolo di trequartista possa essere determinante e credo che lo stia dimostrando con i fatti. In quella zona del campo può sprigionare in maniera più imprevedibile le sue qualità“.

I CONVOCATI

PORTIERI
Luca CROSTA, Leonardo MARSON, Maarten VAN DER WANT

DIFENSORI
Gabriele BELLODI, Matteo COTALI, Francesco CUSUMANO, Luca IOTTI, Simone PINNA, Francesco PISANO, Mattia PITZALIS, Jherson VERGARA

CENTROCAMPISTI
Roberto BIANCU, Matteo CALAMAI, Mattia MURONI, Nicholas PENNINGTON, Joseph TETTEH, Andrea VALLOCCHIA

ATTACCANTI
Damir CETER, Antonio MARTINIELLO, Roberto OGUNSEYE, Daniele RAGATZU, Yuri SENESI



Altre notizie relative

“Ripartiamo, Olbia!” Determinazione, voglia di fare, nessuna scusa e grande passione: mister Carboni si (ri)presenta
Carta e Marino: “Voltiamo pagina” I ringraziamenti a Filippi e la fiducia verso mister Carboni: le parole del DS e del presidente in occasione della presentazione del nuovo mister
Scossa mister, ora tocca ai giocatori L'analisi sulla crisi dei bianchi con le varie responsabilità

...e tu cosa ne pensi?

300