Omar Magliona (foto Andrea Baldinu)

È il sassarese Omar Magliona il vincitore della 57ª edizione della Scala Piccada. L’alfiere della scuderia CST Sport ha colto il crono più veloce in assoluto, coprendo le due manche di gara con il tempo totale di 5’20”31, risultando il più veloce nella prima salita in 2’41”36 e nella seconda in 2’38”95 col nuovo record dei 6285 metri del tracciato. Magliona diventa così il pilota isolano più vincente della gara catalana con quattro successi  superando papà Uccio.



Al secondo posto un altro figlio d’arte, il padrone di casa Sergio Farris su Osella Pa2000: l’algherese della Speed Motor, per la prima volta a bordo di questo tipo di vettura, ha concluso a 20,8″ dal vincitore. Terzo gradino del podio per lo svizzero del Team Faggioli Fabien Bouduban su Norma.

“Che bella sensazione– ha dichiarato al termine Omar Magliona- Una vittoria emozionante che personalmente va ben oltre al risultato sportivo in sé. Prima delle prove sentivo molta pressione. Correre davanti al mio pubblico dopo l’uscita a Luzzi non è stata inizialmente una situazione semplice da gestire, un turbine di emozioni! Dopo la prima prova ho ritrovato tranquillità e poi anche in gara abbiamo potuto lavorare con la giusta fiducia. Una fiducia cresciuta anche grazie a tutte le persone che credendo in me hanno reso possibile tutto questo. E’ arrivata poi la ciliegina sulla torta del record e dunque il finale di stagione non poteva essere migliore. E’ stato importante tornare in auto proprio qui ad Alghero dopo la conclusione del Campionato Italiano. Abbiamo vissuto un 2018 mettendocela sempre tutta e trovandoci lì in alto a lottare per il podio in ogni gara. E’ stato un grande lavoro di squadra, dove per squadra intendo non solo scuderia, team e partner commerciali, ma tutti coloro che hanno contribuito, anche solo con una pacca sulle spalle. Ora ci attende un profondo lavoro sui programmi 2019”.

Al quarto posto ha concluso il poliedrico pilota Auro Siddi a bordo di una Lucchini Alfa Romeo, seguito dal protagonista degli slalom regionali Fabio Angioj su Radical. Sesto posto per Gazziero (Osella Pa21 S) che ha preceduto Enrico Piu (Formula Gloria) e la prima auto a vetture coperte, la splendida Lancia Delta di Fulvio Giuliani. Chiudono la Top10 la Ford Escort WRC di Ennio Donato e il vincitore di Gruppo N Mario Murgia su Mitsubishi Lancer. Tra le Autostoriche successo dell’iglesiente Fabrizio Anecronti su Ford Fiesta Cosworth.

Matteo Porcu



Altre notizie relative

...e tu cosa ne pensi?

300