Lanusei esultanza

Il Lanusei continua a scrivere la propria favola. Un percorso nel quale sogno e solide basi si intrecciano, delineando i contorni della matricola terribile. Un motivo d’orgoglio per Daniele Arras, da quattro anni alla guida del club ogliastrino.

Senza l’ambizione di migliorare, gli stimoli prima o poi vengono meno – ha sottolineato ai microfoni de L’Unione Sarda -. Per crescere si deve avere il coraggio di mettere in discussione metodi consolidati. Per mantenere in Serie D una piccola realtà come Lanusei occorrono capacità manageriali e triplicare le forze per trovare le risorse economiche necessarie”.

Arras evita, però, di illudersi in vista del prosieguo della stagione: “Non siamo attrezzati per vincere il campionato, né penso sia il momento giusto per salire di categoria. Sarebbe un lieto problema ma al momento non ce lo poniamo”.



Soddisfazione condivisa dal capitano bianco-rosso-verde, Pietro Ladu: “Non ci aspettavamo di essere dove siamo, ma i presupposti per far bene c’erano tutti. La società ha svolto un ottimo lavoro, l’allenatore è forte e i risultati sono un toccasana per l’ambiente”. Soddisfazione – inevitabile – condivisa da un altro leader dello spogliatoio ogliastrino, Andrea Congiu: “Fa sentire tutti importanti allo stesso modo“, ha evidenziato, sottolineando i meriti del tecnico Aldo Gardini.

 



Altre notizie relative

Gardini: “È mancato il guizzo” Commento post-partita dell'allenatore del Lanusei
Udassi: “Meritavamo qualcosa in più” Soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi l'allenatore del Latte Dolce
Tra Lanusei e Latte Dolce vince la noia Il racconto LIVE minuto per minuto e il tabellino di Lanusei-Latte Dolce 0-0

...e tu cosa ne pensi?

300