Max Allegri, dal 2014 alla Juventus, ha allenato il Cagliari per due stagioni (2008-2010)

Di quel suo Cagliari che tanto fece divertire il popolo rossoblù (e non solo), sono rimasti solo i ricordi. Quantomeno sul rettangolo verde. Ma Massimiliano Allegri non si fida dei rossoblù, anche alla luce del buon momento della squadra di Maran: “Dobbiamo vincere, e non sarà facile. Lo dimostra la gara di Empoli, dove abbiamo avuto difficoltà oggettive. E questo perché siamo partiti bene poi ci siamo addormentati. Affrontiamo avversari con obiettivi da raggiungere e fare risultato contro la Juve, quest’anno in particolare, rappresenta un traguardo importante. Per questo dobbiamo avere grande rispetto e tenere alta la concentrazione: le partite si vincono sul campo e non possiamo permetterci di lasciare punti per strada.”


Massima allerta, dunque: “Domani arriva il Cagliari, la squadra che corre di più. Ha tecnica e un attaccante come Pavoletti, tra i più forti in area e nel gioco aereo. Formazione fisica? Noi siamo una squadra molto fisica se gioca Mandzukic, senza di lui diventiamo meno fisici”. Allegri rifiuta l’etichetta di imprescindibile davanti a Ronaldo: “Con questi giocatori è normale, adesso dobbiamo trovare i gol di difensori e centrocampisti. Domani dobbiamo segnare da palla inattiva: finora abbiamo fatto un solo gol così, è stato il nostro deficit. Quest’anno creiamo di più ma abbiamo meno percentuale realizzativa. E questo perchè mancano i gol su palla inattiva. Domani dobbiamo fare gol così. Poi dobbiamo cercare di non prendere gol, ne abbiamo presi 7 finora e sono tanti. In proiezione sono 28 gol subiti e con 28 gol rischi di compromettere il campionato”.

Barella? “Mi piace, è giovane e bravo. Con Bernardeschi, Chiesa, Romagnoli e Rugani saranno il futuro della Nazionale, per cui si prospetta un futuro roseo”. Proprio Bernardeschi domani sarà out, come rivela il tecnico livornese: “Saranno out Chiellini e Bernardeschi, mentre Khedira e Mandzukic sono di nuovo in gruppo. Pjanic e Matuidi giocano, per il terzo devo scegliere tra Bentancur, Cuadrado mezzala e Khedira, che non gioca da tanto. Dietro rientra Cancelo, Bonucci e devo scegliere uno dei due centrali, mentre a sinistra devo decidere se far giocare De Sciglio o Alex Sandro, che ha fatto tante partite. In avanti Ronaldo gioca e poi devo capire bene chi far giocare con lui”.


Altre notizie relative

Torres, si pensa a Paolo Arca Ex Cagliari, ha giocato con Seregno e Varese
Camilli fa volare la Torres, Cassino KO I rossoblù sbancano il Salveti grazie alla rete della punta laziale
Esposito: “Vogliamo il primo posto” Le parole alla vigilia del tecnico della Dinamo

...e tu cosa ne pensi?

300