Marcello Carli (foto Locci/Zuddas Agenzia Fotocronache)

Intervistato dal Corriere dello Sport, il direttore sportivo del Cagliari, Marcello Carli, ha toccato vari temi del mondo rossoblù, partendo inevitabilmente da quel Nicolò Barella pezzo pregiato della cristalleria di Asseminello: “Sara durissima per tutti portarlo via da Cagliari. Ha qualità importanti, al momento utilizzabili in tutta la linea mediana, ma deve continuare a crescere perché chi smette di farlo è finito. Potrebbe fare anche il play in futuro, è uno che ha almeno dieci anni di nazionale davanti a sé. Nessuno l’ha chiesto, non siamo pronti a vederci senza Barella né io né il presidente. L’anno scorso, di fronte a offerte importanti, Giulini non si è nemmeno seduto a parlarne. Non voglio nominare le squadre. Sarebbe presuntuoso dire che lo terremo sicuramente, ma dire che vogliamo tenerlo fa capire le atteggiamento del club”.


L’ex direttore sportivo dell’Empoli parla anche della scelta ricaduta a inizio estate su Rolando Maran: “Parliamo di un allenatore forte, preparato, sensibile nella gestione del gruppo. La sua carriera potrà ancora dargli molto, ma ora me lo tengo stretto”.

Imbeccato su una possibile convocazione di Pavoletti in maglia azzurra, Carli aggiunge:”Non sta a me dire che è da nazionale. È un giocatore di livello, come prima punta sta facendo meglio di tutti e di testa ha pochi rivali in Europa. Sta bene, soprattutto da quando è papà. Meriterebbe un occhio da parte di Mancini”. E chissà che al cospetto della difesa juventina non riesca a incrinare i piani del CT: “Se uno pensa di andare a perdere, meglio non andarci nemmeno. Dobbiamo essere dei pazzi e creare confusione, poi magari la fortuna aiuta”.

Ultima battuta sulla città e sul futuro:”Qui c’è un popolo orgoglioso, con un ‘identità forte. Un posto favoloso, sei su un’isola e sei più solo e diverso dagli altri. Il Cagliari deve allenarsi divertendosi e salvarsi divertendo i tifosi. La gente si è di nuovo innamorata della squadra e la nostra missione è quella di farli innamorare ancora di più”.



Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300