.

Dopo il buon pari contro la capolista, il Città di Sestu affila le armi e attende il Città di Asti con il solo obiettivo di raccogliere tre punti per prolungare la striscia positiva e fare un importante balzo in avanti in classifica per inserirsi in modo deciso nelle posizioni che contano.



Il blitz sfiorato sul campo del Mantova ha lasciato sensazioni positive in casa rossoblu, con la squadra che ha offerto una prestazione gagliarda e, con un pizzico di fortuna in più, avrebbe portato a casa il primo successo esterno:
“Da parte nostra è stata un gara giocata bene- 
esordisce Roberto Etzi, protagonista del match giocato al Pala Neolù – Abbiamo difeso in maniera egregia senza rinunciare a pungere in fase offensiva, sfiorando più volte il gol del 3-1 ma è altrettanto vero che sul fronte opposto sono stai colpiti alcuni legni.
Nel complesso è stato un pareggio giusto, frutto di una prova importante soprattutto per atteggiamento e mentalità”.

Da neopromossa a neopromossa: il prossimo avversario dei sestesi risponde al nome del Città di Asti, compagine piemontese già affrontata in cadetteria e sconfitta in entrambi gli incroci.
La squadra allenata dal tecnico Lotta occupa la terza piazza con 7 punti arrivati grazie a due vittorie, un pareggio ed una sconfitta, quest’ultima arrivata nell’ultima giornata per mano del 
Futsal Villorba in quel del Palasanquirico e presenta nella propria rosa giocatori del calibro di Douglas Corsini ed Andrè Siviero, per citarne alcuni, preannunciando così un altro impegno arduo per i ragazzi di Mario Mura:
“Affronteremo un avversario tosto e difficile – 
analizza l’estremo difensore classe 1987 – Dipende solo ed esclusivamente da noi, dovremo entrare in campo concentrati, stare attenti in difesa ed essere cinici sottoporta in modo da punire ogni singolo errore e poter chiudere la pratica senza grossi rischi.
A parer mio abbiamo i mezzi per farlo e lo dimostreremo”.

Arrivato quest’estate, Roberto Etzi ha avuto modo di esordire prima in Coppa Italia contro il Futsal Ossi e poi in campionato contro Mantova, ripagando la fiducia data da mister Mura e società con performance che ha rasentato la perfezione nonostante non fossero due match facili, dove l’emozione della prima volta poteva giocare brutti scherzi:
“Sono state forti sensazioni però, soprattutto il portiere, non può farsi sopraffare dall’emotività, rimanendo lucido e freddo.
Sono arrivato in Serie A2 nel momento migliore della mia carriera, dopo stagioni di lavoro e sacrificio in giro per la Sardegna, dove penso di aver fatto la mia parte e l’opportunità offerta dal Presidente Agus ritengo sia un premio che il destino mi abbia voluto donare per ripagare tutti gli sforzi fatti in anni di futsal giocato”.

La sfida tra Città di Sestu e Città di Asti andrà in scena Sabato 3 Novembre con fischio d’inizio fissato alle ore 16 presso il PalaDante di Sestu e gli arbitri designati sono Andrea di Vito della sezione de L’AquilaFabio Maria Malandra della sezione di Avezzano coadiuvati al cronometro da Gian Paolo Orrù della sezione di Oristano.

Altre notizie relative

Futsal, trasferta trentina per il Città di Sestu I rossoblù afronteranno il Bubi Merano
Città di Sestu sfortunato, passa Asti Pareggio per la Leonardo, tracollo Ossi

...e tu cosa ne pensi?

300