Fabio Porru del Cagliari Primavera, autore di un gol bellissimo contro il Sassuolo

Cabras 6.5 – Non bellissimo da vedere, non sempre rassicurante, ma alla fine i suoi guantoni portano un punto prezioso.

Porru 7 – Peccato per quel fallo, con tanto di ammonizione, che porta all’immediato 2-2 sassolese su punizione. Il gol del secondo vantaggio sardo è da cineteca, la sua prova ricalca quelle precedenti fatte di tanto agonismo e buona solidità, e prende ancor più valore visto che di fronte aveva un cliente molto ostico come Kolaj. Al momento è una certezza per Canzi.

Ingrosso 5 – Traballa spesso e da quella parte Manzari fa il bello e cattivo tempo.

Pici 6 – Comanda la difesa senza troppi fronzoli, esce infortunato nell’intervallo dopo aver causato il rigore dell’1-1 con imperizia: difensore scivoloso difensore pericoloso… (dal 46′ Boccia 6 – Un po’ arrugginito, se la cava con la dedizione e la volontà di conquistarsi chance importanti).

Cadili 6 – Combattivo e mai domo, questo lo aiuta a rimediare a qualche imprecisione con e senza palla. (dal 90′ Peressutti SV – Ultimissimi minuti in campo per via dell’infortunio del capitano)

Lella 5.5 – Deve ancora prendere le misure al ruolo di trequartista dietro l’unica punta, alterna buone cose a sostegno della manovra a pasticci ed eccessi di agonismo nel mezzo, finendo per fare confusione. (dall’88’ Camara SV – Pochi minuti per abbottonare il Cagliari, ma deve recuperare tanto terreno nelle gerarchie dopo la fiducia iniziale)

Marongiu 6 – Lo vedi poco, avendo il compito di rimanere lì a protezione di una squadra che manda tanti giocatori in avanti. In fase difensiva si fa apprezzare, l’impostazione è spesso prevedibile, quando non delegata.

Ladinetti 6 – Non è semplice coprire tanto spazio in mezzo al campo e dare contemporaneamente geometria, lui contro il Sassuolo riesce più nel primo aspetto che nel secondo, facendo talvolta mancare la proverbiale qualità. Gara più di lotta che di governo.

Gagliano 5 – Non sembra molto pimpante atleticamente, al di là di qualche scatto dei suoi rimane abbastanza impalpabile. (dall’88’ Marigosu SV – Quando entra la gara si è già sporcata e scompigliata abbastanza perché trovi in poco tempo il guizzo giusto)



Doratiotto 6 – Subito il gol di opportunismo, poi tanto dinamismo anche se cala alla distanza.

Contini 6.5 – Sempre molto vivace, parte con una grande azione personale con tiro di poco alto, è un pericolo costante anche se stavolta non crea più di tanto.

Allenatore: Max Canzi 6.5 – Cagliari vivo e presente nella partita, anche se nell’ultima mezzora dà l’impressione di pagare a livello fisico. Attinge tardi dalla panchina, segno della fiducia riposta negli undici scelti inizialmente e di una partita molto equilibrata. Prosegue sulla strada del 4-2-3-1 che dà pericolosità anche a costo di rischiare qualcosa.

SASSUOLO: Campani 6, Fiorini 5.5, Merli 6.5 (77′ Artioli SV), Ghion 6 (89′ Giani SV), Pilati 6.5, Ferraresi 6.5, Kolaj 7, Bartoli 6.5, Raspadori 7, Manzari 6.5, Viero 6 (75′ Giordano SV) – Allenatore: Morrone 6.5

Fabio Frongia



Altre notizie relative

Pagelle: il miglior Cagliari tra conferme e sorprese I nostri voti e giudizi al Cagliari Primavera dopo il colpo di Firenze
Verde-gol, il Cagliari sbanca Firenze Il racconto minuto per minuto e il tabellino di Fiorentina-Cagliari (Primavera 1)
Cagliari-Sassuolo, la battaglia finisce 2-2 Il racconto e il tabellino della sfida del campionato Primavera 1

...e tu cosa ne pensi?

300