Alghero scivola al terzo posto (foto Andrea Montalbano)

Termina la striscia positiva dell’Alghero nella Serie A di rugby. I catalani hanno ceduto alla nuova capolista Capitolina Roma 19-25, rimediando comunque un punto. Orfani di Paco e Pesapane, alla formazione di casa non sono bastate le mete di Sciacca e le due di Raffaele Madeddu. In Serie B altra vittoria per il Capoterra, corsaro a Milano 23-24.



Pur con tanta fatica l’Amatori Rugby Capoterra conquista a Milano la terza vittoria di fila battendo con il punteggio di 24-23 la Union Rugby nel quarto turno di andata del campionato di serie B maschile.

Lisandro Villagra temeva particolarmente questa sfida tanto che, alla vigilia, dava per favorita la compagine lombarda nonostante non avesse ancora assaporato il gusto della vittoria e in tre gare di campionato avesse agguantato solo un punto in classifica. E il campo alla fine ha dato ragione al tecnico argentino. Capoterra stavolta ha rischiato, considerato anche la non perfetta forma fisica di alcuni giocatori (relegati in panca). Solo nel finale Ferrarese (con la complicità di Carlo Stara), sul punteggio di 23-17 per i padroni di casa, è riuscito ha trovare il varco giusto e piazzare in meta la palla della vittoria.

Campo difficile il sintetico del Crespi di Milano, un impianto che l’Amatori soffre particolarmente. L’avvio è tutto della squadra di casa che, vuole assolutamente conquistare la vittoria per allontanarsi dalle zone basse della graduatoria.

Il primo acuto è proprio dei milanesi che riescono su calcio di punizione a passare in testa. (3-0). La reazione della squadra di Villagra è immediata e da un “piazzato” arriva il pareggio (3-3).
Capoterra comunque fatica a contenere gli attacchi avversari e dopo pochi minuti subisce la meta di Milano che non viene trasformata (8-3). Il tecnico argentino chiede maggiore concentrazione e meno errori. A metà del primo tempo ci pensa Thioye a dare una boccata d’ossigeno alla squadra firmando la seconda meta della serata. Stara trasforma e Capoterra passa in testa sul 10-8. Potrebbe essere l’inizio della fuga e invece, Milano, stasera particolarmente ispirata sfrutta al meglio gli errori difensivi da parte di Poloni e compagni per riportasi in vantaggio (15-10). C’è ancora tanto tempo per riordinare le idee e il punteggio e ad una manciata di minuti dal fischio del primo tempo Federico Michel si scuote e riesce a trovare il varco giusto e a depositare l’ovale dietro i pali con Stara che non fallisce l’appuntamento della trasformazione. Al fischio finale del primo tempo da parte del signor Palladino di Torino il punteggio è di 17-15 per Capoterra.

Si rientra in campo e Milano ritrova il vantaggio su punizione (18-17) e subito dopo incrementa con una meta (non trasformata) che fissa il punteggio sul 23-17 per i padroni di casa. Sembra finita e invece a pochi minuti dal fischio finale ci pensano Ferrarese e Stara a regalare il successo all’Amatori in una serata davvero difficile. Tanta paura ma alla fine il risultato è stato portato a casa, da un gruppo che, certamente potrebbe fare di più. Diciamo solo che quello di oggi è un leggero incidente di percorso da dimenticare al più presto.

Altre notizie relative

Rugby, Alghero cala il tris Vince anche il Capoterra in Serie B
Rugby, Capoterra ospita Sondrio La formazione di Vilagra cerca conferme dopo la vittoria di Genova
Alghero matricola terribile Benevento battuto al Maria Pia

...e tu cosa ne pensi?

300