Marco Fresi

L’Arzachena si conferma bestia nera dell’Olbia. E l’entusiasmo, in casa smeraldina, è ancora palpabile. Una soddisfazione che trasuda dalle parole del tecnico biancoverde, Mauro Giorico, il quale preferisce lasciare la scena al suo vice, Marco Fresi: “Sono felicissimo per questa vittoria, detto questo dividiamo gioie e dolori. Domenica scorsa non avevo voglia di parlare, ma mi ero ripromesso che quest’oggi, in caso di risultato positivo, avrei lasciato la scena al mio vice. Arrivederci”.



“Il ritorno al successo in questo modo è particolarmente importante – ha spiegato Fresi nella sua lettura del match -. Cosa è cambiato? Maggiore attenzione, che in questi casi è determinante. Serviva una prestazione di questo tipo per ottenere la vittoria, dettata dalla consapevolezza di voler raggiungere un risultato importante. Molte cose sono andate bene, anche un pizzico di fortuna che in certi casi aiuta. Dopo tre risultati negativi volevamo dare un segnale, e lo abbiamo dato: ci siamo anche noi”.

“È stata una gara combattuta e spigolosa, ma che abbiamo vinto meritatamente. Adesso ci attendono due trasferte consecutive, ma questa vittoria ci dà la carica in vista del futuro”



Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300