Sanna, Casini e Gatto dell’Arzachena

Cronaca e tabellino di Virtus Entella-Arzachena 1-0

Pini 6.5 – Fa quel che può anche in bello stile, capitola quando i compagni lasciano un gruzzolo di avversari soli soletti pronti a beffarlo.

Moi 6 – Prestazione ruvida e onesta, ottime chiusure per dimostrare di essere pienamente recuperato.

Baldan 6 – Gli avanti liguri non sono clienti facili ma l’Arzachena trema il giusto.

Busatto 6 – Completa bene un pacchetto arretrato che, non è una novità, è tra i punti forti della squadra. Anche se la “cappellata” in occasione del gol mette tutti (difensori e non) dietro la lavagna.

Pandolfi 5.5 – Alterna buone cose a pause ed amnesie, da quella parte la Virtus Entella trova buone trame.



Porcheddu 5.5 – Inizia con buon dinamismo poi si perde un po’ nel traffico di una partita scorbutica e contro avversari di alto livello per la categoria. Partita da titolare che gli servirà molto per la crescita generale.

Casini 5.5 – Solito leader, anche se va a intermittenza senza impadronirsi mai per davvero di squadra e partita. Cala alla distanza come tutti i compagni.

Taufer 6 – Moto perpetuo, emblema della confusione. Utile perché si fa trovare, meno perché spesso sbaglia la scelta, però è capace di tenere un po’ di spinta per non abbassarsi eccessivamente.

Trillò 6 – Si propone con costanza palla al piede e con tagli profondi anche in diagonale. (70′ La Rosa SV – Non è l’uomo adatto per guidare un assalto, anche se sui calci piazzati poteva rappresentare un’arma)

Ruzzittu 6 – In palla e volitivo, non lascia tranquilla la difesa avversaria. (70′ Gatto SV – Tocca pochi palloni e mai in zona decisiva, continua ad essere un fantasma anziché il valore aggiunto, cosa per la quale è stato ingaggiato. Necessaria una sveglia)



Sanna 6 – Sempre velenoso, gli mancano guizzo e palla giusta.

Allenatore: Mauro Giorico 6 – Una delle migliori prestazioni stagionali, al di là del risultato e per capacità di tenere il campo non solo passivamente, facendosi anzi vedere eccome nella metà campo altrui. Turnover non massiccio, squadra viva e con nerbo, paga carissima una clamorosa dormita già vista a Lucca. Matita blu e lavorare in settimana, anzi nelle poche ore pre-Pro Patria.

Fabio Frongia

Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Buona Arzachena ma non basta, vince l’Entella Cronaca e tabellino della gara valida per il recupero del 2° turno del Girone A

...e tu cosa ne pensi?

300