Artur Ionita

Il commento di Artur Ionita dopo il 2-2 contro la Spal. Il moldavo del Cagliari ha firmato proprio il bellissimo gol del pareggio. “Il gol mi mancava, l’ultimo gol lo avevo segnato a Sassuolo nel 2017, a fine campionato (sconfitta 6-2, ndr). Abbiamo fatto un grande lavoro di squadra, il gol mio e il pareggio sono frutto dell’enorme sacrificio generale, della capacità di lavorare d’insieme con grande volontà. Aspettavo questo gol come tutti i compagni, per questo la dedica va a tutti loro, a tutti noi”.

Le pagelle

Le parole di Maran

Le parole di Pavoletti



Sul gol. “Ho visto che il difensore arrivava in velocità, così sono stato bravo a fare la finta e a colpire forte verso la porta. Il gol di Pavoletti ci ha dato la scossa e la spinta giusta. Potevamo vincere, senza dubbio, sul 2-2 ci abbiamo creduto, questa deve essere sempre la mentalità, fino alla fine”.

Questo gol cambia qualcosa per Ionita, a livello personale? “C’è sempre da migliorare e imparare, il gol dà qualcosa in più per lavorare in settimana. Io continuerò a fare il mio massimo”. Ora c’è la Nazionale. “Prima di tutto vado con la famiglia a cena, a Verona. Domenica mattina torniamo tutti in Moldavia, sfideremo San Marino in trasferta e poi Lussemburgo fuori casa”. Da quanto manca il gol in Nazionale? “Da marzo. In Nazionale gioco in vari ruoli, non è semplice segnare con la mia rappresentativa, dove sono felicissimo di giocare”.



Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300