Il Tennistavolo Norbello

La Sardegna è l’unica regione d’Italia che sta partecipando, addirittura con due club, alla rinomata coppa europea ETTU Cup. E da questo fine settimana si continua con la bella marcia autunnale che ha portato Marcozzi Cagliari e Tennistavolo Norbello femminile fino al terzo turno, ora non più a concentramenti, ma basato su una doppia sfida di andata e ritorno contro due teste di serie che entrano solo ora nel vivo delle competizioni.

Entrambe le formazioni isolane giocheranno la prima in trasferta, e non sarà per niente facile. Non inganni l’ultimo posto occupato dai francesi dello Chartres ASTT nella massima serie del campionato francese che sicuramente è di gran lunga superiore a quella italiana. Nella regione del Centro Valle della Loira la compagine allenata da Stefano Curcio si presenterà al completo con Johnny Oyebode, Gabriele Piciulin e il nigeriano Makanjuola Kazeem. Di fronte si ritroveranno, fra gli altri, Alexandre Robinot e Romain Lorenzt rispettivamente n. 97 e 219 al mondo. Inizio venerdì alle 19. Ritorno al Palatennistavolo di via Crespellani sabato 24 novembre alle 19.



Viaggio interminabile verso la regione di Rostov nella Russia meridionale per le pongiste del Tennistavolo Norbello che se la vedranno contro il TMK-Tagmet Taganrog, team solido tra cui spiccano Yulia Prokhorova (209 al mondo e n. 6 nella sua nazione) e la ex bielorussa Alexandra Privalova (464 e n.7 nel suo stato). Il club del Guilcer, guidato dal tecnico Eliseo Litterio non ha sciolto ancora i dubbi sulle convocazioni: c’è l’imbarazzo della scelta perché risultano iscritte alla competizione Marialucia Di Meo, Gaia Smargiassi, Diana Styhar, Eleonora Trudu, Magda Sikorska, Martina Mura, Ana Brzan e Gohar Atoyan

Esordio sulle sponde del Mar d’Azov sabato 17 settembre alle 19:00. Ritorno nella Palestra norbellese di via Azuni il 23 novembre con inizio alle 18:30.

SECONDA EDIZIONE MEMORIAL CUCCU A MURAVERA

A NORBELLO ENTRANO IN SCENA ANCHE I DISABILI INTELLETTIVI – RELAZIONALI

Domenica a Muravera si celebra il secondo Memorial dedicato a Giovanni Cuccu, il giovane pongista sarrabese prematuramente scomparso poco più di un anno e mezzo fa. L’organizzazione, in collaborazione con la FITET, sarà affidata alla società Muravera TT presieduta da Luciano Saiu. Entreranno in competizione inizialmente i Quarta categoria maschili e femminili, a partire dalle 10. E poi di pomeriggio (dalle 15:30) sarà il turno dei Terza maschili e femminili.

Il giorno prima a Norbello è previsto un assoluto associato ad un paralimpico (riservato anche agli atleti intellettivi) con inizio alle 16:30.

SERIE A1: MEGLIO DIMENTICARE

Miseri riscontri in termini di risultati da parte delle due formazioni maschili impegnate in serie A1. La Marcozzi Cagliari non entra mai in gara nel match contro il Cral Roma che si impone sul suo campo per 4-0.

Stesso dicasi per il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer, sconfitto nettamente in casa dell’Apuania Carrara.

SERIE A2/: TUTTO BENE PER MARCOZZI E QUATTRO MORI

Resta di un solo punto il distacco tra la leader Prato e la Marcozzi che riesce a superare l’ostacolo Apuania Carrara. “Il risultato non rispecchia in pieno l’andamento del match – ravvisa Stefano Tomasi – infatti il risultato di 4-1 può far intendere un andamento facile per noi, ma è andata diversamente. A parte i miei due punti che sono andati lisci, per il resto c’è stato da faticare parecchio. Shola Oyetayo si è imposto 12-10 al quinto contro Soraci dopo una partita molto tirata e bella dove siamo stati anche un po’ fortunati. Bravo comunque Shola che ha avuto la meglio e successivamente, nonostante un infortunio subito alla gamba, è riuscito ad imporsi 3-0 su Margarone, mai entrato in gara a causa del gioco particolare espresso dall’avversario. Ed è stato un bene che la sfida sia terminata in fretta perché alla lunga non so se il mio compagno sarebbe riuscito a contenere i dolori. Marco Poma sta attraversando un periodo in cui appare sfiduciato. Come già successo nella gara di Casamassima acquisisce un buon vantaggio nel primo set (8-2) e poi finisce per perdere 3-0. Mi auguro che si riprenda in fretta anche perché ha grossi margini di miglioramento, alla lunga farà molto bene. Per quanto mi riguarda tengo la racchetta in mano per dieci ore al giorno come tecnico, ma ho poco tempo per dedicarmi agli allenamenti e non mi resta che puntare tutto sull’esperienza. Ritengo questo girone di A2 come il più impegnativo degli ultimi 20 anni; noi e Prato figuriamo come favorite ma anche Carrara e Casamassima possono dire la loro, sperando che possano bloccare la formazione attualmente prima in classifica”.

Il programma della A2 femminile prevedeva il secondo concentramento che si è disputato a Messina. In questo caso il Quattro Mori Cagliari ottiene due successi nelle due giornate disputate. Wei Jian, Madalina Pauliuc e Marina Conciauro hanno la meglio senza particolari problemi nei confronti di Alfiere di Romagna Forlì e Frassati Napoli. In testa si è formato un terzetto: Quattro Mori, Castel Goffredo A e Astra Valdina Messina.

SERIE B1/M: PRIMI DUE PUNTI PER LA MARCOZZI

Ci sono volute quattro giornate di campionato per sbloccare la classifica, ma l’iniezione di ottimismo per i giocatori marcozziani sarà senza dubbio di dose massiccia. Lo conferma Marco Sarigu: “È stata una partita difficile, vinta per 5-4 sebbene alla Pongistica Messina mancasse una pedina importante come Dario Sabatino. A dare una svolta al match sono state le vittorie mie e di Massimo Ferrero contro Pillera, e la solidità di Giuseppe Lepori che sul 4-4, si toglie lo sfizio di siglare il primo punto in B1. Penso di aver disputato una buona gara, anche se resta un po’ l’amaro in bocca per la sconfitta contro l’esperto Arcigli per 11-9 al quinto. Abbiamo disputato un’ottima gara come squadra, ottenendo i primi due punti in questo campionato dove sono da sfruttare al meglio le partite in casa, viste le difficoltà causate dalle pesanti e difficili trasferte siciliane. Cercheremo di fare del nostro meglio”.

SERIE B2/M: SI SBLOCCANO SANTA TECLA NULVI E IL CANCELLO ALGHERO

Nella classifica cortissima del girone G, le ultime quattro squadre sono tutte isolane, ma nella quarta giornata di andata ad esultare sono i fanalini di coda anglonesi e catalani che riaprono il discorso salvezza ottenendo i primi punti stagionali.

Secondo stop consecutivo per il Muravera TT che viene risucchiato nelle parti basse della graduatoria dopo un inizio spumeggiante. Parola a Nicola Pisanu: “La partita contro il Castello Di Cesare non è stata una delle migliori giocate da entrambe le parti, soprattutto per quanto concerne i primi quattro match. Il 2-2 iniziale matura con i seguenti parziali: Del Bravo su Simone Boi per 3-0, io su Ferranti per 3-0, Bozza su Stefano Macis per 3-0 e io su Costanzi (subentrato a Del Bravo) per 3-1. Trovandoci in situazione di parità contro una squadra di buon livello come quella romana, abbiamo iniziato a crederci. Ma da quel momento in poi i nostri avversari mettono in serie tre punti di fila che permetterà loro di aggiudicarsi la partita. Bozza batte Boi 3-1 con tante possibilità per Simo di andare al quinto; Ferranti vince 3-2 con Macis dopo che il mio compagno, trovandosi sotto 2-0, prova la rimonta ma al quinto ha la meglio il laziale. Il punto vittoria lo porta a casa Bozza contro di me per 3-0 in una partita a senso unico”.

In Anglona si festeggia per il primo acuto del Santa Tecla Nulvi che riesce nell’impresa di lasciare a bocca asciutta la prima in classifica Libertas Capua.

“É stata un po’ la giornata delle prime volte – conferma Francesco Ara – con la nostra prima vittoria, la prima sconfitta per i nostri avversari, la prima tripletta di Giacomo Basiru e la prima vittoria sia per me, sia per Giancarlo Carta. Ad indirizzare subito la gara sul giusto binario è stata la vittoria di Carta per 3-0 contro Bassano; incontro vinto nettamente, l’unico set equilibrato è stato il terzo che Carta è comunque riuscito a portare a casa. Più combattuto il secondo match, con il giovane Stellato che parte inaspettatamente avanti 2-0 contro Basiru. Qualche accorgimento tattico serve al mio compagno nigeriano per iniziare a mettere in difficoltà il suo avversario e per ribaltare la situazione vincendo 3-2. Il primo punto per gli avversari arriva nel terzo match in cui De Rosa batte me per 3-0. Nonostante una partita giocata discretamente devo arrendermi alla superiorità del mio antagonista. L’incontro più veloce della giornata è stato sicuramente quello tra Bassano e Basiru, 3-0 per il nostro punto di forza che non concede nulla al suo avversario. Ad accorciare ancora le distanze è De Rosa, che questa volta si impone 3-1 su Carta. Nel sesto incontro arriva anche il mio primo successo in B2, maturato grazie al 3-0 rifilato a Stellato. Seppur partendo sfavorito, come sempre in questo campionato, sentivo di avere qualche chance e alla fine ne è uscito fuori un ottimo match e un importante punto per consolidare il nostro vantaggio. Il settimo ed ultimo incontro vede opposti i punti di forza delle due squadre: Basiru per Nulvi e De Rosa per Capua. Dopo un primo set combattuto vinto da Basiru il match sembra pendere completamente a favore di quest’ultimo, che fa suo il secondo parziale 11-0 e si porta subito avanti anche nel terzo. Qui il gioco viene interrotto dal time out di De Rosa, che torna al tavolo molto più concentrato appropriandosi del terzo set per poi portarsi avanti 6-2 nel quarto. Quando l’incontro sembrava passato nelle sue mani arriva un altro capovolgimento di fronte e Basiru con 9 punti consecutivi si aggiudica il match che sancisce la prima vittoria stagionale per il club nulvese.

È stata una performance completamente inaspettata visto che Capua era ancora imbattuta dopo le prime tre giornate. Una prestazione che fa bene al morale della squadra e dei singoli giocatori, visto che tutti e tre ci siamo sbloccati dimostrando di poter fare meglio di quanto fatto nelle giornate precedenti. Ora ci aspettano incontri fondamentali in chiave salvezza, a partire dalla trasferta ad Alghero del 25 Novembre”.

Nel derby nord – sud isolano a prevalere è Il Cancello Alghero sul campo della Muraverese. Disamina affidata al catalano Carlo Fois: “È stato un incontro con una squadra che ha dovuto fare a meno di Riccardo Lisci, pedina importante per i nostri avversari. Probabilmente l’inizio favorevole ha fatto girare l’incontro dalla nostra parte con le vittorie di Maurizio Muzzu che è riuscito nel compito, tutt’altro che semplice, di contenere Marcello Porcu; quella di Marco Tiloca su Luca Paganelli e la mia, dopo una bella lotta, su Riccardo Dessì. Successivamente Porcu ha superato in tre set Tiloca e sono infine arrivate le ultime due vittorie per noi: la mia contro Paganelli e quella di Muzzu contro Dessì in quattro set. È una prestazione positiva che smuove la classifica e ci dà morale dopo un inizio di campionato complicato e forse con qualche episodio sfortunato. Nel complesso il campionato è, come si prevedeva, difficile ed equilibrato, non ci sono più squadre imbattute”.

SERIE B/F: TENNISTAVOLO NORBELLO A PUNTEGGIO PIENO MA SOFFRE CON IL MURAVERA TT

A Muravera si è giocato il secondo concentramento del girone G della B femminile. Il ritrovo in viale Rinascita ha sancito la superiorità del Tennistavolo Norbello, sempre più al primo posto a punteggio pieno, però ottimi riscontri si sono avuti anche dalle prestazioni offerte dal Muravera TT. Nessuna vittoria ancora per il Quattro Mori Cagliari.

Sulla sponda della capolista interviene Eleonora Trudu: “Effetto scenico fuori dall’ordinario quello offerto dal nostro team norbellese che si presenta nel Sarrabus con un quintetto impeccabilmente colorato con la casacca d’ordinanza. L’esordio contro le romane del King Pong Queen Roma è terminato con un 4-0 secco dove oltre ai numeri di alto profilo esibiti da Marialucia Di Meo, Gohar Atoyan e Ana Brzan c’è lo spazio anche per me, reduce il giorno prima dalla vittoria in C2 che do continuità a questo bel momento, ottenendo un altro successo personale. Più tosta la sfida con le ragazze terribili del Muravera TT che addirittura passano in vantaggio con Aurora Piras vittoriosa al quinto set su Di Meo che non era più abituata a gare realmente competitive. Il tutto viene rimesso in carreggiata da Atoyan che recupera un set di svantaggio e poi si impone su Congiu. Con lo stesso risultato Brzan ha ragione di Mattana. Pronto il riscatto di Di Meo che con Congiu supera i primi due set ai vantaggi e poi assesta il colpo decisivo con un ampio margine. Piras fa sudare anche Brzan ma questa volta al quinto è la mia compagna a trovare il giusto spazio per prevalere. Non è stata solo a guardare Martina Mura che ci ha dato manforte con consigli molto appropriati”.

Sul rendimento del quartetto del Muravera TT si espone l’allenatrice Francesca Saiu: “Ci siamo misurate con le altre due formazioni sarde del girone che stazionano rispettivamente all’ultimo e al primo posto della graduatoria. Nella nostra prima uscita abbiamo superato 4-1 il Quattro Mori Cagliari dove si sono messe in evidenza Aurora Piras e Sara Congiu che hanno vinto in tranquillità i loro incontri, mentre Serena Anedda ha perduto senza lottare con Silvia Deligia, facendo capire di essere incappata in una giornata negativa. Con il Tennistavolo Norbello, compagine che tranquillamente si salverebbe nel campionato di serie A2 (e partita in questo girone come la favorita n. 1), abbiamo fornito comunque un’ottima prestazione. E per questo motivo voglio elogiare le ragazze pubblicamente perché sebbene il risultato dica 4-1 per le regine del campionato, il referto racconta che diverse gare potevano avere esiti differenti essendosi concluse al quinto set dopo fasi molto combattute. Aurora e Sara confermano quanto il loro livello di gioco si sia alzato e forse per la prima volta si sono scontrate con avversarie di alto livello, dandole tanto filo da torcere. Sono contenta che la prima abbia centrato l’obiettivo battendo Marialucia Di Meo atleta molto conosciuta in Italia per le sue qualità. In seguito ha costretto al quinto set, con un po’ di rammarico, anche Ana Brzan, altra giocatrice di primo livello. Tutto questo mi fa ben sperare perché ho visto che qualcosa si muove nel suo gioco. Pur avendo perso due incontri Sara Congiu mi ha confortato tantissimo per il gioco espresso segno che stiamo lavorando bene. Anche Alice Mattana è in forte ripresa: ha esordito il primo novembre dopo diversi mesi di stop e queste gare le servono per perfezionarsi e acquisire nuovamente fiducia nelle tecniche del nuovo gioco che sta sviluppando. Noto con soddisfazione che sta progredendo molto bene”.

Sul rendimento del Quattro Mori Cagliari si esprime Silvia Deligia: “È stato un weekend molto intenso per la nostra B femminile. Potevamo fare di più ma se devo parlare in prima persona dico che sono soddisfatta e contenta dei miei risultati. Zero allenamenti ma ancora tanta grinta e voglia di vincere e questo si è potuto constatare con la vittoria su Serena Anedda. La giovane atleta muraverese scendeva in campo con il pronostico a favore, tuttavia facendo tesoro delle sconfitte precedenti e grazie ai suggerimenti e al sostegno del coach Stefano Curcio (dagli spalti ma pur sempre vicino a me), ho imposto ritmo alla partita riuscendo a batterla per 3-0. La partita finisce 4-1, con due punti persi da Rossana Ferciug su Piras e Congiu e un punto perso da Beatrice Mozzi su Congiu. Devo ammettere che da parte di tutta la squadra sono stati fatti molti errori, soprattutto dovuti al nervosismo in campo. Stessa storia per la seconda partita che ci ha visto contrapposti allo Stet Mugnano, capitanata dalla veterana e nostra vecchia conoscenza Rosaria Mauriello, che, proprio nella prima partita, batte secondo pronostico Beatrice Mozzi per 3-1. Nel secondo incontro Ferciug vince 3-2 contro la Giacobelli, ribaltando il 2-0 iniziale e dando prova del carattere e della voglia di vincere che ci contraddistingue. Poi tocca a me contro Fontanella, partita tiratissima finita 3-2 per la mugnanese: resta il rammarico per i troppi errori commessi che hanno consegnato la vittoria nelle mani della mia avversaria. Il quarto incontro vede l’esordio della nostra Irene Bassi che perde 3-0 con la Giacobelli. Nonostante la sconfitta questa domenica ci sarà comunque utile per preparare al meglio il torneo 3 e 4 categoria che si terrà il 18 sempre a Muravera”.

SERIE C1/M: VINCE SOLO SASSARI (IN UN DERBY)

Giornata non certo da ricordare per le compagini sarde presenti. L’unica a sorridere è il Tennistavolo Sassari che espugna il feudo della Muraverese: “L’incontro inizia alle 16:50 a Muravera – narra Luca Baraccani e nessuno immagina che terminerà dopo cinque ore, quasi alle 22:00. Comincia Tonino Pinna per Sassari contro Alberto Mattana, vincendo 3-2, dopo essere stato in vantaggio 2-0. Poi Francesco Lai riporta i suoi sulla parità, vincendo agevolmente 3-0 contro Maurizio Ledda. Tocca quindi a Baraccani battersi, vincendo con difficoltà al quinto set contro Andrea Piras. A questo punto il match prende la direzione Muraverese: infatti si susseguono due incontri interminabili, con lo stesso risultato, prima Lai vince con Pinna 14-12 al quinto set, poi Mattana con Baraccani ancora 3-2. Accade poi l’inaspettato: Ledda sconfigge Piras 3-1, mostrando notevoli progressi. È il momento di Lai: combattivo più che mai si porta a casa la partita contro Baraccani, prevalendo 11-8 al quinto set. Entra Pinna che vince facile 3-0 con Piras. Siamo sul 4 pari, Ledda, con un grande salto di qualità, si porta sulle spalle la compagine sassarese vincendo il match decisivo nettamente su Mattana: 3-0 il responso”.

Imprevisto passo falso casalingo del Tennistavolo Norbello che a Quartu cede l’intera posta al King Pong Roma. “Si trattava di un confronto molto importante per la nostra classifica – rammenta Federico Concas – e preparato per vincerlo in modo da guadagnare punti utili per la salvezza, dal momento che loro stazionavano all’ultimo posto in classifica in compagnia dell’Iglesias. Privi dell’apporto di Ana Brzan che ha deciso di non entrare in campo per motivi a noi sconosciuti, siamo rimasti io, Andrea Zuccato e Cesare Mozzi. Nella prima sfida della serata Andrea, come sempre, mette anima e cuore ma non riesce a contrastare la superiorità di Thomas Stuffer, nonostante i svariati tentativi di creare occasioni favorevoli. Cesare, anche se non al meglio della condizione, riesce a pareggiare le sorti imponendosi su Sabatini. Io continuo la striscia positiva vincendo su Luca Marchisio, l’atleta ipoteticamente più pericoloso dei nostri avversari. Purtroppo nel corso del match accuso un forte dolore alla schiena che condizionerà notevolmente le mie prestazioni successive contro Sabatini e Stuffer: non ho voluto forzare per evitare il rischio di procurarmi danni fisici peggiori. Prima di soccombere con Sabatini, Andrea e Cesare hanno rimediato due sconfitte con Stuffer e Marchisio. Il terzo punto della serata lo ottiene Cesare su Marchisio. Sono molto dispiaciuto per l’epilogo nefasto ma lotteremo con forza nelle prossime sfide che ci attendono”.

Partita per cuori forti quella disputata nel Sulcis tra la compagine romana del TT Maccheroni e l’ITC Enrico Fermi Iglesias. A commentarla ci pensa il capitolino Massimo Mottola: “Partono forte i sardi che si portano sul 2-0 grazie alla vittoria di Bruno Pinna su Salvatore Zampino (all’esordio in C1) per 3-0, ma soprattutto grazie ad una prova maiuscola di Giovanni Siddu che regola il sottoscritto per 3-1. Luca Lizio batte facilmente Roberto Pili e si va 2-1 a favore della formazione locale. Siddu si conferma contro Zampino 3-0 e la squadra sarda allunga 3-1. Torna in campo Lizio che supera 3-0 anche Pinna…ed è 2-3. Io vinco su Pili (molto sfortunato nel 1° set quando sul 9-9 la rete aiuta ben due volte il suo avversario) ed è pareggio 3-3. Lizio affronta Siddu: partita combattuta davvero ed ottimi punti dei due giocatori. Alla fine il mio compagno la spunta 3-1 e ci porta in vantaggio 4-3. Cambio nei Maccheroni: Matteo Carletti sostituisce Zampino per affrontare Pili. L’atleta sardo combatte fino alla fine ma cede 3-0 al giovane pongista romano che regala la vittoria alla nostra compagine che sale al primo posto in classifica. Complimenti al team iglesiente che lotta davvero bene e siamo certi che presto salirà di classifica. Sugli scudi un positivo Siddu per i sardi ed un concreto Lizio per i padroni di casa”.

SERIE C2/M: GUSPINI TALLONATO DA LA SAETTA

Continua ad andare spedito il TT Guspini che resta a punteggio pieno. Vittima di turno il Monserrato. É andata bene anche questa domenica – riflette Massimiliano Broccia – e aver vinto con il Monserrato rappresenta un grosso risultato per noi, visto che trattasi di collettivo tra i più forti di questo campionato. Inizia Francesco Broccia con Alberto Puzzoni: il portacolori del Monserrato è atleta molto forte: se si allenasse un po’ di più metterebbe in crisi chiunque. Ne è scaturita una bellissima partita ma a prevalere è Francesco al quinto set. Entra in campo il grande dottore Michele Lai, secondo me il più forte del campionato. Opposto ad un veterano del tennistavolo, Marco Pisu (purtroppo menomato da problemi fisici che non gli permettono di esprimersi come una volta), il mio compagno riesce ad averne ragione. Affronto super Marco Saiu: di solito ci perdo, stavolta mi è andata bene e lo supero tre a uno. Rientra il nostro fiore all’occhiello Lai che si ripete con Puzzoni. Anche Francesco non fallisce con Saiu: tre a uno. Ormai la vittoria è nostra. Resto in panchina e cedo il posto a Fabrizio Melis: contro Pisu modella una bellissima prestazione seppur perdendola tre a due. Per ora siamo primi in classifica, ma il campionato e ancora lungo. Saluto tutti quanti e buon tennistavolo a tutti”.

La Saetta segue la capolista ad un punto di distacco e non incontra problemi nello sconfiggere il Tennistavolo Sassari. I singoli sei match analizzati da Michela Mura: “Christian Ferro, contro Marcello Cilloco, con qualche difficoltà, vince 3-1. Io affronto Marcello Adriano Pinna e comincio con molta negatività perché ho ancora in mente la sconfitta nella giornata precedente contro Orrù del Decimomannu. Ho vinto 3-2, ma con tanta sofferenza. Già dal primo set, che ho perso 11-2, mi sentivo spacciata: non riuscivo a muovermi, mi sentivo inchiodata a terra e non giocavo. Piano, piano ho ripreso fiducia in me stessa e gradualmente ho migliorato la mia tenuta fisica e psichica. Ho incominciato a fare le cose giuste e all’ultimo set non ho fatto giocare ľ avversario.

La partita successiva viene giocata da Mauro Locci: inutile dire che ha vinto 3-0 con molta facilità su Guido Spano. Spetta poi a Christian affrontare Marcello Adriano Pinna. E anche il mio compagno ha commesso esattamente gli stessi errori che hanno caratterizzato l’inizio disastroso della mia prima uscita: si faceva ingannare dalla palla facile e soprattutto liscia, dava il massimo ma con direzioni sbagliate. Perde 3-1. Mauro ha ragione anche di Cilloco dopo una disputa abbastanza scorrevole. Chiudo io molto velocemente per un infortunio occorso a Spano”.

Seconda vittoria consecutiva per l’Azzurra Cagliari che blocca il lanciato Decimomannu. Tra i protagonisti un ritrovato Maurizio Piano: “È stata una bella boccata d’ossigeno per la nostra classifica. Contro il team decimese, in casa loro, una nostra vittoria era tutt’altro che semplice da concretizzare e, alla vigilia, un pareggio sarebbe stato accolto come un ottimo risultato; invece siamo riusciti a strappare i due punti in palio con un 4-2 che è frutto di una bella prestazione di squadra. Ad aprire le danze è stato Alessandro Polese che contro Mariano Zucca è stato capace di recuperare da un passivo di due set a zero, riuscendo pian piano ad aggiustare il suo gioco sulle caratteristiche dell’avversario e averne infine ragione per 3-2. Il secondo punto per noi l’ho portato a casa io con un 3-1 inflitto al mitico Riccardo Rossi, frutto di una partita ben giocata grazie anche a una maggiore serenità, rispetto alla giornata precedente contro il Norbello, che mi ha permesso una migliore concentrazione. Il terzo punto lo ha invece conquistato Roberto Murgiano che, un po’ a sorpresa, soprattutto per il punteggio dei parziali, ha messo k.o. per 3-0 Carlo Orrù, uno dei pochi atleti ancora imbattuti fino a questa giornata. Una partita nervosa, nella quale il mio compagno ha saputo capitalizzare la sua grande esperienza, soprattutto tenendo “di testa” per tutta la durata del match, cosa che invece in diversi momenti è sembrata un po’ mancare al suo avversario”. Col pareggio ormai assicurato, sono tornato in campo io contro Mariano Zucca. Di lui temevo l’elevata velocità che generalmente gli piace impostare agli scambi, ma fortunatamente sul gioco aperto sono riuscito a tenergli testa abbastanza bene anche su quel terreno, riuscendo poi ad anticiparlo frequentemente anche sui suoi servizi per chiudere subito il punto senza ingaggiare troppi duelli in scambio in cui lui potesse innescare le sue qualità migliori. Alla fine ne è uscita una bella partita, molto combattuta soprattutto nei primi due set che mi sono assicurato entrambi ai vantaggi, e il 3-1 finale a mio favore ci ha regalato la vittoria.Nelle ultime due partite, Orrù e Rossi sono riusciti a battere, rispettivamente, Polese e Murgiano, andati in campo forse un po’ appagati per la vittoria ormai già acquisita”.

Nella sfida tra ultime della classe il Tennistavolo Norbello riesce a vincere in trasferta ad Alghero. È stata una vittoria meritata – asserisce Andrea Franceschi – ma allo stesso tempo sofferta fino alla fine in quanto l’ultima partita ha visto vincitore Antonello Ledda per 3-2 su Marco Cassitta. Anche le mie vittorie sono state difficili poiché tutte e due sono arrivate al quinto set ma grazie ad alcuni colpi giocati bene e a qualche accorgimento tattico sono riuscito a portare a casa due punti importanti (su Salvatore Motzo e su Carmine Niolu) sia per me, sia per l’esito finale. Anche la mia compagna Eleonora Trudu ha avuto un ruolo fondamentale in quanto è riuscita a conquistare un punto. Un ringraziamento va a Peppe Mele che è stato in grado di aiutarci e farci ragionare sulla partita”.

SERIE C/F: PARTONO BENE MURAVERA TT E LA SAETTA

Primo concentramento per questo campionato che vede ai nastri di partenza cinque compagini di cui due del Tennistavolo Sassari. Partono molto bene Muravera TT e La Saetta Michela Mura e Anna Podda) che dopo due turni si ritrovano a punteggio pieno. A secco la Muraverese e Sassari B. L’altra compagine turritana si impone nel derby. Di seguito i commenti di alcune protagoniste:

Floriana Franchi (Muravera TT): È stato un piacere vedere la palestra piena di bambine che aspiravano tutte ad essere titolari in squadre dove c’erano più di due giocatrici. Per le mie compagne mi sono sentita una mamma/tecnico e supporter piuttosto che giocatrice. Per questo primo concentramento, in un campionato che non conoscevo per le compagini coinvolte, Francesca Saiu è stata la regista (da lontano ho visto che era impegnata a seguire combattutissimi e meravigliosi incontri di B femminile), ma condivido totalmente con lei che questo campionato è per le bambine (Francesca Seu, Rita Franzo’ e Alessandra Stori). La mia presenza è stata di supporto a lei e a Nicola Pisanu nel ruolo di tecnico e tifoso. Forse giocherò quando sarò più allenata, magari contro le bravissime del TT La Saetta che la fanno da outsider in queste fasi regionali del girone di serie C. È sempre con grande piacere che vengo a Muravera e devo ringraziare Francesca che è riuscita nuovamente a coinvolgermi in una fase della mia vita “sportiva” che, per motivi personali, non prevedeva più il tennistavolo a Roma. Grazie a tutti e buon allenamento a bimbe sprint che nel corso dell’anno cresceranno tecnicamente soprattutto perché cresceranno in altezza e in forza muscolare”.

Sandro Poma (Tecnico Tennistavolo Sassari): “La squadra A è composta da Martina Bonomo e Francesca Ganau, ma essendo la prima ammalata, è stata sostituita dall’esperta Elena Musio che si è resa disponibile per non stravolgere gli assetti delle due nostre formazioni. E già nel derby che ha aperto la prima giornata, la classe di Elena ha fatto la differenza. Anche Francesca ha fatto il suo battendo Laura Pinna. Ganau e Chiara Scudino sono molto amiche, compagne di squadra e anche di scuola: ne è venuta fuori una gara dove sicuramente la cattiveria è mancata da ambo le parti, ma alla fine è stata Chiara a prevalere. Nella gara contro il Muravera mi ha fatto piacere vedere come Francesca Ganau sia cresciuta negli ultimi due mesi: ha giocato senz’altro abbastanza bene anche se si ravvisano molti errori causati dal suo essere eccessivamente precipitosa. Elena ha fatto la sua bella figura riuscendo a battere Alessandra Stori, mentre Francesca ha avuto ragione di Franzo’ a risultato ormai acquisito a favore delle sarrabesi che in precedenza hanno schierato Floriana Franchi contro cui non è per niente facile giocarci. Il team B si è poi misurato con la Muraverese di Eva Mattana e Letizia Porcu. Per la terza volta in questa stagione si sono sfidate Eva e Laura, e mi ha fatto piacere non solo che la mia atleta abbia vinto, ma che lo abbia fatto non per i troppi errori dell’avversaria, ma perché ha giocato meglio. Chiara, sebbene abbia vinto le sue gare, deve imparare a gestire meglio il suo carattere perché si dispera un po’ troppo; quando poi ha smesso di farlo è riuscita a prevalere su Eva al quinto set”.

Alberto Mattana (tecnico Muraverese): “Esordio assoluto per le nostre “ragazze” Eva Mattana e Letizia Porcu in un campionato a squadre femminile. Prima partita contro La Saetta, compagine strafavorita per vittoria finale, di Anna Podda-Michela Mura. Per noi partite impossibili finite tutte 3-0, giusto con qualche bello scambio portato a casa ma a noi rimangono solo le briciole. La seconda partita è più “equilibrata” contro il Sassari B del coach Poma. Iniziano Eva e Laura Pinna che danno vita ad una bella partita, dove il nervosismo della prima e una buona partita della seconda, portano il primo punto al Sassari. Il secondo è sempre del Sassari con Scudino che batte una troppo acerba Letizia Porcu per 3-0. Anche il doppio è loro sempre per 3-0. Nella seconda tornata di sfide ancora una buona prestazione di Eva che si arrende solo al quinto per 11-8 a Chiara Scudino. La terza e ultima partita ci vede contrapposti ai cugini di Muravera. Le nostre avversarie iniziano con Seu e Stori che liquidano rispettivamente per 3-0 Mattana e Porcu. Nel doppio fa coppia con Alessandra Stori la riserva Franzò, la partita comunque finisce 3-0. Sotto 3-0 giocano Eva e Rita Franzò: partita che finisce 3-1 in favore della seconda dove Eva pecca un po’ di ingenuità in alcuni frangenti e comunque i meriti della vittoria vanno all’avversaria. Non c’è storia nel match finale tra Letizia e Francesca Seu che termina 3-0.Tutto sommato bisogna guardare i lati positivi e prendere spunto da quelli negativi per lavorare molto di più in settimana”.

SERIE D1/A: MURAVERA TT TEMPORANEAMENTE IN TESTA

In attesa del posticipo tra Quattro Mori e Azzurra previsto il 15 novembre, il Muravera TT guadagna la prima piazza grazie al successo ottenuto sul Monserrato. I dettagli nel resoconto curato da Aurora Piras: “La nostra coach Francesca Saiu decide di schierare da titolari me, Serena Anedda e Alice Mattana, facendo partire in panchina Sara Congiu. Il primo incontro lo gioco io contro Alessandro Borea che si conclude 3-0. Segue la sconfitta di Alice Mattana contro Riccardo Di Giovanni (3-1) causato probabilmente da troppo nervosismo e agitazione. Poi entra in campo Serena Anedda e parte in svantaggio 2-0 contro Gian Paolo Manca per poi recuperare e portare a casa il punto dopo ripetute sollecitazioni da parte della nostra allenatrice. Arriva il mio turno contro Di Giovanni: parto 2-0 sopra, ma forse la troppa sicurezza di vincere mi ha portata a non pensare e non fare le cose giuste. Arriviamo al quinto set che riesco a portare tranquillamente a casa. Successivamente scende in campo Sara Congiu che con facilità vince 3-0 con Borea. L’incontro si conclude con la sconfitta di Alice con Manca 3-1. Sono molto soddisfatta del risultato ottenuto dalla mia squadra, che con tanto impegno nostro e da parte della nostra allenatrice stiamo crescendo e migliorando”.

Prestazione positiva de La Saetta Quartu che va a vincere in casa della forte Muraverese.

“Seconda settimana di fila a Muravera – argomenta Alessandro Mercenaro – dove nello scorso incontro non ci ha portato granché fortuna visto il risultato a nostro sfavore per 5-1.

Considerata la posta in palio era importante non perdere pure questo incontro con la sponda maschile di Muravera. Il primo incontro vede i due Gianluca a confronto. È De Vita ad avere la meglio per 3-1 su Mattana nonostante diverse difficoltà nel gioco che si vedranno poi nella partita successiva. Gioco io contro Michele Buccoli. Non entro subito in partita, visto il vantaggio preso nel primo set di 6-0 da parte del mio avversario. Riesco a recuperare qualche punto grazie a qualche suo errore ma non facendo granché. Nel secondo set riesco a non giocare in maniera passiva, attaccando e mettendo in difficoltà il mio avversario, cosa che però non si ripete nel successivo set. Durante il quarto parziale gioco meglio rispetto a prima portandomi sul 10-8, ma il mio avversario recupera e vince per 12-10. Tocca a Matteo Lorrai contro Marco Cocco, i due si sfidarono nel precedente Quinta categoria di Norbello, dove regalarono una stupenda partita, finita al quinto set e con la vittoria del mio compagno di squadra. La storia si ripete, o meglio, Matteo fa il necessario per indurre l’avversario a svariati errori, e questo lo porta alla vittoria per 3-0. Buccoli e De Vita animano la sfida successiva: il mio compagno non entra in partita e lascia giocar facilmente il suo avversario che lo batte per 3-0. Penultimo incontro giocato tra Mattana e Lorrai. Matteo va sotto 2-0, non riuscendo principalmente a muoversi. Noi dalla panchina vedevamo già un pareggio o addirittura una sconfitta (se avessi poi perso la successiva partita contro Marco). Lorrai torna in campo giocando letteralmente in piedi, rimettendo solamente in campo. Soluzione che produce i suoi effetti indirizzandolo verso il parziale decisivo che Matteo comincia in maniera disastrosa, trovandosi in svantaggio per 5/1. Recupera gradualmente: sul 7-7 la partita si svolge punto a punto fino al 13/11 per Matteo. Dal campo attiguo ci giunge voce che il Muravera TT ottiene altri due punti: notizia che ci sprona ad osare ancora di più. La mia partita con Marco Cocco è stata accompagnata dalle nostre urla ma anche da quelle dei tavoli a fianco a noi. Sta di fatto che son entrato in campo concentrato fin da subito e con la voglia di portare a casa una vittoria importante per la squadra, ma non è stato facile e mi complimento tanto con Marco per l’incredibile miglioramento”.

Nei bassifondi della graduatoria Torrellas Capoterra e San Orione Rosmarino Carbonia si dividono la posta. “Partita importantissima per entrambe le squadre – rileva Pietro Pili – che si conclude con un giusto pareggio. Inizio io contro l’amico Licio Rasulo vincendo per 3-0. Poi è il turno di Angelo Serri contro Massimo Carta con risultato in favore del mio compagno (3-1). Nel terzo incontro Enrico Bianciardi-Celestino Pusceddu è il capoterrese ad imporsi per 3-0. Entrano in campo Serri e Rasulo: ha la meglio il nostro avversario che offre un’ottima prestazione. È di nuovo il mio turno contro Pusceddu: in una partita tirata riesco a vincere al quinto set. Ultimo incontro Bianciardi – Carta: partita intensa dove la spunta il sorprendente Carta autore di bellissime giocate”.

SERIE D1 B: TRE IN FUGA. IL TENNISTAVOLO SASSARI PERÒ RESTA A PUNTEGGIO PIENO

La formazione sassarese continua a mietere successi, ma alle sue spalle Ghilarza e Santa Tecla Nulvi non hanno nessuna intenzione di mollare. Sul quarto successo consecutivo turritano parla Gian Felice Delogu: “In questa quarta giornata incontriamo gli amici dell’Oristano Bianco Rosso cercando di confermare quanto di buono fatto fino adesso nel corso di questo campionato. Noi ci presentiamo al completo, mentre a loro manca il nuovo innesto Piergiorgio Mura. Il primo incontro tra Alberto Ganau e Nicola Cuccureddu è sicuramente quello che può indirizzare l’intero match. Alberto gioca in maniera attenta vincendo 3-0. Seguono le vittorie mie su un buon Carlo Maulu e di Pierpaolo Mura su un alternante Pierpaolo Cubadde. Ganau batte Carlo Maulu dandoci la matematica certezza della vittoria. Gli ultimi due incontri sono ad appannaggio di Cuccureddu su Sergio Idini mio su Cubadde fissando il punteggio finale sul 5-1. Con questa vittoria manteniamo la testa della classifica. Ora giù con gli allenamenti per preparare al meglio la gara con Ghilarza, squadra più accreditata, insieme a Nulvi, per la vittoria finale del campionato”.

Con il punteggio di 4-2 il Guilcer Ghilarza batte l’Oristano Azzurri. “Abbiamo sofferto più del dovuto – sottolinea Mario Marchi – anche se partivamo da favoriti. L’inizio è stato eccellente con Alessandro Faedda e Briam Mele che in tre set liquidano Emanuele Marras e Carlo Carta. Ho preferito far entrare in campo Quirico Mura per fargli fare esperienza anche se la notizia l’ha scosso non poco al punto che voleva ritornare sui suoi passi. Alla fine ha deciso di vedersela con Sebastiano Urrai e sicuramente anche dalla netta sconfitta subitatrarrà dei segnali positivi. Faedda ci consegna il terzo punto in una gara molto combattuta con Carta che gli recupera due set. Gli oristanesi accorciano ancora con Marras che ha la meglio su di me: mi sono lasciato andare alla distanza dopo che ero riuscito a distanziare il mio avversario di due set. Tutto è stato rimediato da Briam che in tre set ha avuto ragione di Urrai. Il calendario ci riserva due sfide importanti, prima contro la capolista Tennistavolo Sassari e poi con la vice Nulvi: dovremo prepararle nel migliore dei modi”.

Il Nulvi conferma la seconda piazza in compagnia del Ghilarza battendo lo Sporting Lanusei. “Ottima prova quella di sabato contro Lanusei – evidenzia l’anglonese Roberto Caddeo – nella quale siamo scesi in campo io, Luca Pilo e Davor Kvesic. Partono Luca e Maurizio Cuboni: vince facile Luca imponendo il suo gioco. Spetta a me contro Fabrizio Licciardi: perdo 3-1 non riuscendo ad entrare mentalmente in partita. Davor incrocia Carlo Piroddi che senza troppi problemi vince per 3-0. Luca se la vede contro Licciardi: partita non facile ma il mio compagno si impone nuovamente. Davor affronta Cuboni e lo supera con un secco 3-0. L’ultima partita tocca a me contro Piroddi. Perdo il primo set e successivamente faccio miei gli altri tre. Contenti del risultato ci concentriamo per la prossima partita per rimanere incollati ai primi posti in classifica”.

La compagine del Neoneli va ad affrontare a Sassari il Libertas Ping Pong Monterosello nel tentativo di dare continuità al risultato positivo della scorsa settimana. Gara commentata da Agostino Campanello: “Per la formazione di casa scendono in campo Roberto Musio, Samuel Paganotto e Sandro Renna. La squadra del Barigadu si schiera con il capitano Campanello, la punta di diamante Gianni Pintus e Ignazio Piras. L’incontro è stato vinto dalla squadra di Neoneli per 4-2: son state partite gradevoli e combattute con bellissimi scambi da parte dei protagonisti. A referto vanno le due vittorie del talentuoso Pintus su Renna e Paganotto, e i due acuti di Campanello su Musio e Renna. Musio e Paganotto trovano linfa vitale su Piras. La mia squadra guadagna la prima vittoria stagionale e incamera due punti importantissimi ai fini della classifica”.

SERIE D2/A: DUE IN VETTA

Olbia A e Alghero continuano a dominare il girone vincendo agevolmente le loro rispettive sfide. Il team gallurese dilaga per 6-0 contro il Santa Tecla Nulvi B con le doppiette di Marco Dessì, Antonio Trubbas e Marcello Meloni.

Continuano a fare esperienza gli atleti Special del Tennistavolo Sassari; si sono misurati con gli atleti dell’Alghero che con grande sportività si immergono nel clima di condivisione e inclusione. In campo da una parte sono scesi Nicoletta Fadda, Gianfranco Bellacicco e Gian Mario Caddia. Sul fronte catalano Salvatore Zinchiri, Leonardo Palladino e Simone Bassoli.

L’Olbia B si aggiudica la seconda vittoria del campionato contro i ragazzi del Tennistavolo Sassari Rosso per 5-1. L’unico punto del Sassari lo mette a segno un bravo Daniele Caria contro Matteo Fois, non ancora al top della forma. Oltre a Fois realizzano anche Stefano Gregu e Stefano Corda (Contributo di Marco Dessì).

SERIE D2/B: UNA QUESTIONE PER DUE?

Due sono le società a punteggio pieno anche se il Santa Tecla Nulvi, prima ad otto punti ha una gara in più rispetto all’Oristano Arancio.

Sulla quarta vittoria consecutiva ci sono da rilevare risultati identici: tutti 3-0 con doppiette di Marcello Bianco, Massimo Posadinu e il presidente Francesco Maria Zentile che dice la sua: “Sapevamo di essere più forti, in quanto dall’altra parte del campo c’erano le piccole promesse del Tennis Tavolo Paulilatino Gialla. E con tutta sincerità ho notato dei grossi miglioramenti da parte dei nostri giovani avversari (Rocco e Diego Serra, Lorenzo Sicurella) e spero che vadano avanti così”.

Continua la marcia dell’Oristano Arancio che si impone 6-0 sul Norbello. “Sfruttiamo la lunghezza della nostra panchina – asserisce Adolfo Simbula – con sei i giocatori schierati in tre partite. Augusto Sau, Franco Sanna e Mauro Mereu non riescono a fermare la corsa degli oristanesi. Continuano la crescita tecnica di Lorenzo Salaris ed il mio lento e graduale ritorno ad una condizione accettabile, mentre Mario Littarru, all’esordio stagionale dopo il podio di Bodrum, si conferma un lusso per la categoria. Da lunedì ricominceremo ad allenarci per farci trovare pronti per l’impegnativo confronto con il Sassari Blu”.

E tra squadre Blu è proprio il Tennistavolo Sassari a prevalere sul Tennis Tavolo Paulilatino con punti firmati da Carlo Oggiano, Francesco Denegri e Pier Luigi Scudino. “Stiamo andando abbastanza bene – conferma Francesco Denegri – perché fino a questo momento abbiamo conquistato due successi e ci siamo arresi solo al Nulvi. Ci attende un confronto interessante con l’Oristano Arancio: la sfida deciderà quale sarà la seconda e la terza forza del girone”.

SERIE D2/C: SAN ORIONE ROSMARINO A SALDAMENTE AL COMANDO

La capolista San Orione A continua a vincere: “Otteniamo una grande vittoria contro il Seramanna – interviene il sulcitano Marco Lai – sicuramente tra le favorite del girone. Il merito del successo va ripartito tra tutti i componenti. Parto io contro Adriano Zucca che batto 3-0 esprimendomi molto bene. Vito Moccia si confronta con Gianni Capaccioli ma anche questa partita finisce 3-0 con un ottimo Vito che sta attraversando un proficuo periodo di forma. Luciano Macrì non ha problemi opposto a Italo Fois; anche in questo caso la buona condizione fisica di Luciano gli permette di tenere tutto sotto controllo. Vito non delude le aspettative neppure nella sua seconda uscita che lo vede battere Zucca. Il punto della bandiera dei padroni di casa lo confeziona Fois che mi mette in serie difficoltà con il suo gioco molto fastidioso. Infine subentra Pino Contini che dando il meglio di sé impacchetta il quinto punto per noi su Capaccioli”.

Incontro casalingo per l’ASD Tennistavolo Arbus contro il Carbonia B finito con un pareggio che fa felici entrambe le squadre. Riferisce tutto l’arburese Antonello Sanna: “Inizia il nostro Fabiano Peddis contro Stefano Pittau. Fabiano parte spedito dimostrando tecnica nei servizi e nel proseguo degli scambi ma anche il suo avversario gioca una buona gara. La vittoria va a Fabiano. Prosegue Raffaele Sanna opposto a Marco Ibba. Raffaele, un po’ a corto di allenamento per seguire gli studi universitari, ce la mette tutta per contrastare Marco. Ne scaturisce una buona partita ma poi Ibba ha la meglio per 3-1. È il mio turno contro il giovanissimo Federico Ibba. Dopo il primo set a suo vantaggio, riesco a fare meglio negli altri tre set vincendo la partita contro un piccolo pongista in continua crescita sportiva. Quarto incontro tra Raffaele e Stefano. Bella partita con colpi ben giocati da entrambi i giocatori. La vittoria va a Stefano. Rientra Fabiano contro Federico. Dopo un primo set di studio vinto da Federico, Fabiano prende bene le misure e fa suoi gli altri set. Sesto e ultimo incontro tra Giorgio Onnis e Marco Ibba. Partita interessante con il nostro Giorgio che assesta dei bei colpi, ma altrettanto fa Marco che porta a suo vantaggio la partita. Con questo bel pareggio salutiamo gli amici di Carbonia e arrivederci alla partita di ritorno”.

Sul facile successo del TT Guspini nei confronti del Note Sportive Sanluri fa il suo esordio nelle cronache il veterano Gian Paolo Collu: “Sono sulla soglia dei 65 anni ma in gioventù ho praticato parecchi sport a livello agonistico con alterni risultati, tanta educazione sportiva e divertimento. Tra questi c’era il tennistavolo, mio preferito nel quale ottenevo ottimi risultati. Le vicende della vita mi hanno portato su altre strade e questa disciplina è rimasta sola, soletta in un angolo del mio cuore. Anche perché a seguito di un brutto intervento sulla colonna vertebrale, con conseguenze negative, non ho potuto più praticare alcuno sport. A completare il quadro, quindici anni fa, un mio figlio di 20 anni perse drammaticamente la vita e ciò mi fece allontanare dal mondo facendomi rifiutare ogni svago o passione. Alcuni anni fa, tramite amici comuni, Riccardo Lisci mi invitò in palestra, Massimiliano Broccia mi fece un test e molto ottimisticamente disse che avevo una buona mano. Da allora non ho saltato un allenamento e per me è tornata la luce. Dopo aver esordito l’anno scorso in qualche torneo con buoni risultati, quest’anno la società mi ha inserito nella squadra D2 composta dai nostri giovani atleti seguiti da Riccardo. Reduci da due sonore sconfitte abbiamo sostenuto l’incontro con il TT Note Sportive di Sanluri composto da soli ragazzi. Le partite si sono svolte con una netta supremazia tecnica di Manuel Broccia, Niccolò Carta, il piccolo Luca Broccia e il sottoscritto con la malizia della vecchiaia. Abbiamo terminato con un 6-0: è da tenere conto che i ragazzi sanluresi sono agli inizi, mentre i nostri hanno più esperienza agonistica alle spalle. Mi ha commosso la sportività e la correttezza dei ragazzi che hanno chiuso la giornata a patatine e coca cola tutti insieme, bellissimo”!

SERIE D2/D: CAGLIARI TT INCONTRASTATO

Altra vittoria e sono quattro su quattro gare per il Cagliari TT. “Sfida al vertice con l’ostica Decimomannu – premette Stefano Sedda – dove nel primo incontro Mattia La Gaetana vince sul nostro Giancarlo Fasano per 3-1 dominando i primi due set per poi cedere il terzo. Il quarto parziale si chiude senza difficoltà. Contro il sempre ostico e tenace Tomaso Fenu riesco a portare a casa l’incontro per 3-1. Poi Paolo Marinelli addomestica il gioco di un ottimo Antonello Mura che si rivela sempre un atleta regolare. Ma Paolo è riuscito a esprimersi con saggezza e attesa, chiudendo l’incontro per 3-1. Il quarto match mi vedeva contrapposto a La Gaetana, giocatore solido e ottimamente impostato su tutti i fondamentali. L’incontro si è concluso 3-1 per lui. Sul punteggio di 2-2 Alberto Puddu affronta Francesco Mela: qui Alberto, dopo un avvio cauto, dove ha ceduto il primo set, ha poi giocato da veterano portando a casa il punto fondamentale, vincendo l’incontro per 3-1. Nell’ultimo match Marinelli batte Fenu con un netto 3-0, giocando un match molto attento. Il campionato si rivela molto interessante: TT Cagliari, Decimomannu e Torellas Capoterra sembrano le formazioni più attrezzate per ambire al salto di categoria”.

Sull’incontro che il Torrellas Capoterra Blu ha vinto nei confronti de La Saetta Verde interviene prima il presidente Celestino Pusceddu: “Spendo due parole per la new entry Gabriele Aresu. Il gruppo Torrellas cresce e dopo l’inserimento di Marco Sanna e Massimo Carta lo scorso anno (che non dimentichiamoci, tra le altre cose, hanno portato la Torrellas dalla D2 alla D1), ecco un altro giocatore che sicuramente darà un grande contributo a tutti noi, sia umanamente che tecnicamente”.

Marco Schirru l’incombenza del commento: “Importante vittoria della squadra di casa che si proietta verso i vertici della classifica del girone battendo una Saetta Verde per 5-1, apparsa comunque molto preparata e di sicura prospettiva. Il neo acquisto Gabriele Aresu sfida Simone Sebis e Alessandra Mura vincendo 3-0 con entrambi, senza problemi, facendo valere la maggiore esperienza e sicurezza, in termini di qualità e padronanza del gioco. Vince 3-0 anche Marco Carboni sulla stessa Alessandra, ma in questo caso la partita è parsa più equilibrata testimoniata dai punteggi dei singoli set 11-8, 11-7, 12 -10. Non sono stati pochi gli scambi spettacolari tra i due “come due pugili che se le davano di santa ragione”, scambi che terminavano con scroscianti applausi da parte del pubblico. Ancora più avvincente è stata la partita vinta da Antonello Migliaccio contro il giovanissimo Mattia Pala: Antonello cede il primo set 7-11, vince il secondo 11-9, nuovamente perde il terzo (5-11). Infine Mattia si blocca mentre Antonello aumenta la concentrazione e vince il quarto e quinto set rispettivamente coi punteggi di 11-2 e 11-3. Nella partita di Marco Schirru contro Simone Sebis, vince Simone con un 3-0 senza appello, in cui Marco fatica ad entrare in partita mancando completamente l’approccio alla gara. Simone si distingue (come al solito) anche come campione di sportività. Nell’ultima partita Marco Carboni sfida Mattia Pala vincendo e convincendo con un 3-0 e mostrando uno stato di forma notevole, che gli consente di portare a casa il risultato nonostante avesse avuto qualche acciacco fisico in settimana”.

Sulla facile vittoria del TT Quartu sui giovani ragazzi del Torrellas Capoterra Gialla un breve commento del pongista quartese Marco Atzeni: “Più che una vittoria per noi un’occasione per fare un tuffo nel passato e rivivere la passione e la grinta di quattro adolescenti che hanno dimostrato passione entusiasmo e smania di imparare…un vero scontro generazionale…grazie Capoterra”!

SERIE D2/E: LA SAETTA GIALLA AGGUANTA IL DECIMOMANNU

Nel big match in cartello La Saetta Gialla interrompe il ciclo positivo del Decimomannu. Lo racconta Matteo Pala: “Incontro domenicale ansioso tra due società a pari punti anche se noi abbiamo una partita in meno. La festa è iniziata con l’incontro tra Mariano Cossellu (Rambo) e Severino Sirigu (La Gazzetta). Partita molto tirata tra i due ma Rambo con la sua destrezza riesce a portare il primo punto (3-1). Convocato senza allenamento ed infortunato gioco contro Salvatore Garau (il Dottore): il primo set non lo commentiamo nemmeno perché non riuscivo a capire se ci fosse vento dentro la palestra oppure non vedessi bene. Invece il mio avversario disponeva di una bellissima puntinata sul rovescio; tra una curva e l’altra perdo anche il secondo set ai vantaggi. Abituato un po’ alle curve dei primi due set accelero e vinco il terzo ed il quarto set, ma perdo il quinto per troppe curve. D’altronde senza allenamento dove voglio arrivare! Francesco Mascia (Brentimanna) affronta Paolo Soraggi (Montalbano): partita che finisce con la vittoria di Brentimanna, sapendo che la successiva era importante. Sono entrato in campo deciso sapendo già che dovevo giocare contro un’altra puntinata: quella della Gazzetta. Con grinta vinco! E arriva l’ora di Rambo contro Montalbano: un Rambo straordinario senza fascia in testa ma con i capelli tirati a lucido ci porta il punto dando spazio all’ultimo incontro tra Brentimanna ed il dottore! Brentimanna ha fatto il suo record di schiacciate ma per fortuna sono andate tutte in campo portando il punto. Finisce 5-1 per La Saetta. Un ringraziamento va alla signora del bar (Efisia) per averci stappato le birre pur essendo in chiusura”.

Un altro pareggio per La Saetta Rossa. Interviene Francesco Murtas: “Si sono trovate di fronte la Saetta Rossa e il Quartu Sporting di Lanusei. Scelte le formazioni scendono subito in campo Alessio Picciau e Giammarco Mereu che nonostante si trovi in una condizione di disabilità fa vedere i sorci verdi al nostro Alessio che vince soltanto al quinto set. Segue Mattia Murtas che gioca con Ubaldo Franceschi una sfida per il momento ancora impari vista l’età del nostro pongista (11 anni) e la scarsa esperienza, soccombendo per 3-0. Sull’1-1 gioco la mia partita contro Carlo Cuboni con cui riesco ad avere la meglio e a portare a casa il punto del momentaneo 2-1. Alessio tenta di allungare sfidando un ottimo Ubaldo Franceschi che accorcia le distanze riportando la partita in parità. E’ il mio momento con Giammarco Mereu che mi stupisce per la sua tenacia e forza di volontà; dopo essere stato sopra di un set infatti mollo un po’ la presa e subisco il momentaneo pareggio. In quel momento capisco che devo giocare con il massimo della concentrazione senza sottovalutare l’avversario e porto a casa la partita vincendo per 3-1. L’incontro finisce 3-3 dopo che mio figlio Mattia cede le armi a Carlo Cuboni che con grande stile sportivo gioca in maniera soft senza imprimere particolari effetti, permettendogli di far vedere l’ottimo lavoro svolto dall’allenatore e dallo staff della Saetta, mettendo in mostra qualche buon colpo. Nel complesso è stata una piacevole partita tra persone cordiali e molto sportive”.

Secondo successo stagionale per il Muravera TT che si aggiudica il derby cittadino con la Muraverese TT. “Ci ritroviamo di fronte un team molto giovane – analizza il tecnico Francesca Saiu – e lo superiamo per 6-0. Sono molto contenta delle prestazioni di Francesca Seu, Alessandra Stori e Rita Franzo’ sperando che si possano ripetere anche nelle altre occasioni che questo campionato ci riserverà”.

Altre notizie relative

Sarde sconfitte in ETTU Cup Le ultime dal mondo del tennistavolo isolano
Tennistavolo, primo punto per la Marcozzi I risultati del weekend del 4 novembre
Tennistavolo, Norbello supera il turno di ETTU Cup Le guilcerine vincono contro danesi e belghe

...e tu cosa ne pensi?

300