Una fase delle regate sul Temo

Il trofeo Laria rimarrà per sempre a Bosa. Il trofeo giunto alla 40ª ed ultima edizione, voluto dalla famiglia Laria, da sempre vicina al circolo canottieri Sannio e organizzato dal circolo bosano, è stato vinto dallo stesso circolo. Alla gara, da sempre rivolta alle categorie giovanili, hanno partecipato oltre 100 giovani canottieri provenienti da tutta la Sardegna.



La manifestazione è stata, nel corso degli ultimi 40 anni il palcoscenico per gli appassionanti delle gare sprint sul campo di gara del fiume Temo, protetto dalle condizioni meteorologiche non sempre favorevoli per gli sport acquatici; infatti anche in una giornata di forte grecale i canottieri più giovani hanno potuto dare spettacolo nello spazio del fiume antistante il circolo bosano. Sono stati tanti gli atleti all’esordio, come da tradizione della gara bosana. Interessanti e divertenti sfide nelle gare delle categorie giovanili già agonistiche: un esempio sono il singolo junior maschile vinto dal bosano Giovanni Cossu, i singoli femminili junior vinti, nelle due batterie, da Martina Pischedda della Canottieri Ichnusa e da Gloria Avellino del Sannio.  Prossimo appuntamento domenica 25 novembre per il  recupero dei campionati sardi in programma al lago Omodeo.

Altre notizie relative

Canottaggio, così ai campionati sardi Incetta di titoli per Ichnusa Cagliari e Sannio Bosa
▶ Oppo: “Sempre al massimo” VIDEO - Stefano Oppo parla della grande stagione appena conclusa e dei prossimi obiettivi
Oppo ai Mondiali di Plovdiv In Bulgaria ancora in tandem con Pietro Ruta

...e tu cosa ne pensi?

300