Petteway schiaccia a canestro

Ritorno alla vittoria per la Dinamo, che in Ungheria blinda il secondo posto nel girone H di Europe Cup battendo il Falco Vulcano e si giocherà la prima posizione nell’ultimo turno contro il Leicester. Vittoria mai in discussione per i ragazzi di coach Esposito, che interrompono la serie di sconfitte consecutive imponendosi con un eloquente 60-92 sul Falco Vulcano e garantendosi il passaggio del turno.

Falco Vulcano- Dinamo Sassari 60-92 (14-18, 30-47, 45-75)

Falco Vulcano: Biro 14, Pustahvar 11, Rddic 14, Toth 8, Varadi 10, Curry 0, Hodt 0, Kormendt 0, Kucsora 3, Borfleet 0, Veraszto 0. Coach G. Okorn.

Dinamo Sassari: Gentile 8, Parodi 2, Pierre 15, Spissu 12, Thomas 10, Bamforth 14, Cooley 7, Devecchi 0, Magro 2, Polonara 15, Smith 7. Coach V. Esposito



 

Primo tempo. Dopo un avvio di primo quarto dalle percentuali gelide (0-0 per oltre 3 minuti) i due attacchi iniziano lentamente a sbloccarsi e trovare buone conclusioni, con gli ungheresi che sfruttano delle maglie difensive un po’ troppo larghe per muovere con continuità il punteggio. La Dinamo comunque non si scompone e resta in scia fino agli ultimi due minuti, quando trova il sorpasso e chiude sul +4.
Secondo quarto con i giganti che trovano l’allungo con autorità e forti del maggior tasso tecnico rispetto agli avversari: a metà quarto è +15 Sassari (21-36) e alla sirena lunga il punteggio dice Falco 30 Dinamo 47. Un divario piuttosto netto, da cui c’è da registrare il ritorno alla luce di Dyshawn Pierre, autore di 10 punti e finalmente presente nel gioco sassarese.

Secondo tempo. Al rientro in campo la Dinamo è brava a non sollevare il piede dall’acceleratore e supera immediatamente il ventello di vantaggio (33-55) al 23′ incrementandolo al +30 al 26′ e mettendo la vittoria già al sicuro col 45-75 di fine terzo quarto.
L’ultimo parziale ha ormai ben poco da dire: il Vulcano prova a ridurre le distanze e chiudere almeno con l’onore delle armi e parte forte con un parziale di 8-0, interrotto prontamente dalla tripla di Bamforth che richiama tutti all’ordine fino alla fine col punteggio tra oscilla tra il +22 e il +31 con diverse giocate esclusivamente per lo spettacolo (vedi gli alley oop di Polonara e Thomas). Alla sirena finale il punteggio dice 60-92 in favore dei giganti, che volano al turno successivo con una partita d’anticipo.

C.In.

Altre notizie relative

Dinamo, buona la prima | LE PAGELLE FIBA Europe Cup - Sassari vince gara 1 per 84-78 contro il Donar di Groningen
“Serviranno intelligenza ed energia” Così il coach Dinamo prima della gara di FIBA Europe Cup
Fallimento Ebeling, lascia le Dinamo Il giovane lungo risolve consensualmente il suo rapporto

...e tu cosa ne pensi?

300